Back to Top

Le operazioni di verifica

icona lenteMartedi 17 luglio

In programma dalle 15:00 alle 22:00 le verifiche sportive al Rally HQ di Fiuggi (il Grand Hotel)

Mercoledì 18 luglio

dalle 7:00 alle 10:00 ancora le verifiche sportive, sempre nella medesima location

dalle 14:00 alle 23:00 le verifiche tecniche (al parco chiuso di Fiuggi), anche se in realtà l'ultimo turno di verifica (come da Circolare n.3) è previsto a mezzanotte

nel mentre, dalle 7:00 - 21:00 gli equipaggi saranno impegnati nelle ricognizioni del percorso

 

Paolo Andreucci ci sarà

Paolo Andreucci"Cementato" ieri sera e stamane la decisione è presa (anzi, probabilmente anche durante l'operazione): Paolo Andreucci sarà regolarmente al via del Rally di RomaCapitale, dopo il serio incidente di venerdì pomeriggio durante i test della vettura. Cominciamo con il rinnovare gli auguri di pronta guarigione ad Anna Andreussi, uscita "come sempre in qualità di navigatore" non proprio benissimo dall'incidente e che necessiterà ancora di diverse settimane prima di essere "pronta gara"; poi potremo proseguire con "i piloti da rally sono pazzi", oppure "se non sono pazzi non li vogliamo"... sta di fatto che Paolo Andreucci sarà al via al Rally di Roma Capitale che va ad iniziare proprio oggi con le operazioni di verifica e consegna dei documenti. Non ancora ufficializzato  il navigatore, anche se il più accreditato dai rumors potrebbe essere David Castiglioni, "vecchia" conoscenza agonistica di Andreucci.

Questa la dichiarazione ufficiale di Paolo: "L’incidente di venerdì scorso ci ha fatto prendere un belloL’incidente di venerdì scorso ci ha fatto prendere un bellospavento, lo devo ammettere. In realtà, la situazione è sempre stata molto migliore rispetto aquanto riportato da alcuni organi d’informazione. Ringrazio tutti i medici per la cura con cui mihanno assistito fin dall’inizio. Mi spiace per Anna che, purtroppo, dovrà avere un decorso piùlungo del mio e che non sarà al mio fianco il prossimo week end. Deve ancora recuperarepienamente.Voglio ringraziare anche la macchina dei soccorsi sul luogo dell’incidente, davvero celere edefficace. Un grosso grazie va anche a tutti i tifosi che ci hanno dimostrato un affetto davveroincredibile. Dai social ai media, sono state tantissime le dimostrazioni di calore e vicinanze.Questo affetto ci ha aiutato e ci fa ha fatto capire quanto il rally sia amato dal pubblico.”"

Tutti gli iscritti agli eventi del Rally di Roma Capitale 2018

cogni zanni sabato4 1Già scritto dei 70 equipaggi iscritti al Rally di Roma Capitale - gara ERC+CIR, da oggi conosciamo anche gli iscritti dei "Trofei R1" (lo potete consultare cliccando qui) che sono 7 per il Suzuki Rally Trophy (il leader Giorgio Cogni, quindi Scalzotto, Martinelli, Poggio, Caldani, Lunelli, Iacconi) e 4 per il Renault Twingo R1 Top: Alberto Paris poi Pederzani, Catalini e Bruno, per un totale di 11 partecipanti. Questa gara percorrerà l'intero tracciato del Rally di RomaCapitale in coda alla gara principale: sarà però un rally separato a tutti gli effetti, con la sua classifica generale, in quanto le omologazioni di questi Trofei sono "nazionali" e non possono trovare posto all'internmo della gara FIA. Numerazione di questo "rally", dal n.101 al n.111

Disponibile anche l'elenco iscritti della gara regionale, il 40° Rally di Pico, che potrà contare su 27 iscritti, dal n.201 al n.227: lo potete consultare cliccando direttamente qui

 

Come si compila l'ordine di partenza di una gara ERC ?

2017 lista partentiVediamo se riusciamo a semplificare questa procedura: sedetevi perchè non sarà cosa breve. 
Scomodiamo il regolamento FIA sul Campionato Europeo Rally, capitolo 45:

Il giovedì, dalle 14:00 alle 16:00 i piloti iscritti all'ERC ed i piloti prioritari  disputeranno le "prove libere"  con due passaggi sullo shakedown (compresi i nostri Basso, Campedelli, Scandola e Pollara)
Alle 16:30 si disputerà la Qualifiyng Stage, che altro non è che un passaggio cronometrato sullo shakedown, dedicato sempre ai piloti ERC e prioritari

(tutti gli altri piloti, quindi la pattuglia dei nostri Crugnola, Panzani, .... effettueranno dalle 18:00 alle 20:30 il normale shakedown senza importanza dei tempi rilevati).

Alle 19:00 verrà pubblicata la classifica ufficiale della Qualifying Stage e alle 14:00 di venerdi ci sarà la cerimonia di scelta della partenza.
Durante la cerimonia i primi 15 concorrenti classificati nella Qualifying Stage alla guida di vetture RC2 (la classe R5) e RGT sceglieranno la loro posizione di partenza della 1.tappa: per scegliere per primo sarà chiamato l'autore del miglior tempo, quindi il secondo classificato sceglierà la sua posizione entro i primi 15, e così via fino al quindicesimo.

Tutti gli altri concorrenti che hanno disputato la prova di qualifica verranno quindi inseriti dopo il 15.posto rispettando comunque la lista delle priorità ERC1 - ERC2/RGT e ERC3.

E tutti gli altri piloti non prioritari ERC, compreso tutto il blocco dei piloti CIR ad eccezione appunto dei quattro che avranno disputato la prova di qualifica (quattro e non cinque perchè purtroppo Paolo Andreucci e Anna Andreussi non ci saranno per l'ormai noto incidente subito nei test pre-gara) ? Partiranno tutti dopo il plotone ERC, cioè oltre il quarantesimo posto nell'ordine di partenza.

E per la seconda tappa ? I primi dieci classificati al termnine della prima tappa partiranno in ordine inverso di classifica (il primo parte per decimo) ma attenzione, considerando solo i piloti ERC. Tutti gli altri dall' undicesimo posto in avanti sempre in ordine di classifica maturata dopo la prima tappa. Come "classifica" della prima giornata non si considerano le prove spettacolo, quindi il primo ordine di partenza maturato dopo la prova di qualifica riguarderà la giornata di sabato, dalla ps.2 e la classifica di tappa che condizionerà l'ordine di partenza della domenica, non considererà la ps.8 "Pico Superstage" , l'ultima di sabato.

Tutto chiaro ? Anche se non lo è godetevi il rally, cercheremo noi di tenervi aggiornati, anche perchè tutto quello che abbiamo scritto è modificabile per esigenze televisive dal promotor ERC ....

Rientro in gara - Rally 2

2017 clessidraSiamo nel Campionato Europeo quindi si ragiona nuovamente con 1,tappa e 2.tappa e quindi con rally-2, il rientro in gara dopo un ritiro nella tappa precedente. Può essere importante saperlo perchè con il fatto che er il CIR ci sono tutti i piloti stranieri trasparenti, non è detto che rientrando in gara non si riesca a fine rally a rienrrare nella top ten che assegna i punteggi di campionato.

Nell'ERC ci sono le stesse - pesanti -penalità da applicare per ogni speciale non disputata come nel WRC: 7 minuti per ogni prova speciale non disputata da aggiungere al miglior tempo di gruppo per quella prova. Questo semplificando perchè c'è anche la possibilità che venga applicata una penalità di 10 minuti, una sola volta, se la prova non disputata è seguita dal riordino notturno .....

La differenza rispetto a WRC è che nel caso di gara europea come qui a Roma, il rientro in gara non è "automatico" ma l'equipaggio lo deve comunicare per iscritto almeno un'ora prima della pubblicazione dell'elenco di partenza della tappa.

Pneumatici e benzina

2018 gommeUrge un'errata corrige da parte nostra, perchè avevamo interpretato male l'applicazione delle norme europee. 

La gara di RomaCapitale è comunque una gara FIA per cui, indipendentemente dal tipo di iscrizione (europea o italiano), il rally rimane sotto l'egida delle norme internazionali. Il discorso "pneumatici" è quindi così normato:

a) i piloti ERC1, ERC2 e non prioritari alla guida di vetture R5 o Super 2000 potranno usare un massimo di 18 gomme;
in questa situazione entrano tutti i nostri piloti alla guida delle vetture R5, sia Scandola, Campedelli e Basso che risultano e Roma iscritti come ERC1, sia tutti gli altri, Crugnola, Panzani, Scattolon ......, che non sono prioritari ma sono alla guida di vetture R5;

b) i piloti ERC3 e RGT potranno usare un massimo di 14 gomme durante il rally;
questo vale per Andrea Nucita e Andrea Modanesi con le Abarth 124 Rally;

c) gli iscritti allo ERC Junior potranno usare un massimo di 12 gomme per il rally;

in questo caso rientra Mattia Vita iscritto come Junior Under 27 (monogomma Pirelli)

d) per i piloti non prioritari alla guida di vetture NR4 o 2 ruote motrici, non ci saranno limitazioni al numero di gomme utilizzabili

in questa categoria rientrano quindi tutti i "nostri" ragazzi del CIR Junior e del 2 ruote motrici, oltre che a "Mattonen" con la Mitsu Gr.N

Per quanto riguarda l'uso delle benzina, per gli iscritti CIR, indipendentemente il tipo di iscrizione usata, la benzina da adoperare sarà sempre la Panta.

Che spavento e che dispiacere

anna1Come tutti già saprete, oggi pomeriggio, in una seduta di test in Liguria, Paolo Andreucci e Anna Andreussi sono usciti di strada e, nell'urto contro un muretto, hanno assorbito tutta l'energia riportata dalla cella di sicurezza della vettura che ha resistito a dovere, riportando lesioni che li costringeranno a riposo almeno per qualche settimana. Bene, nel senso che poteva andare peggio, ma non benissimo, nel senso che poteva andare meglio. Non c'è molto altro da scrivere, se non i fortissimi auguri di pronta guarigione al simpatico e fortissimo equipaggio tosco-friuliano di Peugeot Italia. I dettagli particolareggiati sull'incidente, il copia&incolla dei bolletini medici e quant'altro che con la privacy non c'entra molto, li trovate ovunque. Noi ci limitiamo a dire che siete stati veramente in tanti oggi a chiederci le condizioni di Paolo e Anna e nessuno di voi ci ha chiesto "ma a Roma corrono ?". Segno di come questo equipaggio si sia fatto voler bene in tutti questi anni di corse, andando oltre lo sport che praticano.  "Motorsport is dangerous"... è vero, ma ogni volta ammetterlo ci costa sempre di più. In bocca al lupo Anna, in bocca al lupo Paolo, ci vediamo all'Adriatico, ci contiamo !!

FIA RGT Cup

nucita2Grave dimenticanza nel'elencare le validità presenti al Rally di RomaCapitale 2018, alla quale rimediamo subito: il rally capitolino sarà valido anche come terzo dei cinque appuntamenti in programma per la FIA RGT Cup, una serie internazionale titolata dalla F.I.A. riservato alla vetture RGT. La Cup è iniziata con la disputa del Rallye di Montecarlo a gennaio (nessun equipaggio a punti) ed è proseguita con il Tour de Corse, con la classifica vinta dal francese Raphael Astier davanti a quello che è stato il vero protagonista del weekend, il siciliano Andrea Nucita, che però al traguardo si è dovuto "accontentare" del secondo posto. Dopo due appuntamenti la classifica vede appunto il francese Raphael Astier al comando con 25 punti, davanti ad Andrea Nucita con 18, quindi il francese Philippe Gache con 15 punti ed il nostro Andrea Modanesi quarto con 12 punti; tutti su Abarth 124 Rally. Al Rally di RomaCapitale saranno presenti sia Astier che Nucita e Modanesi; i prossimi ed ultimi due eventi della serie, saranno il Barum Rally in programma a fine agosto ed il Rally du Valais in programma in Svizzera la seconda metà di ottobre. La classifica finale si redige su quattro dei cinque eventi in programma e tutti i protagonisti della Cup hanno quindi già effettuato lo scarto (lo "zero" di Montecarlo).

Elenco Iscritti

2017 iscrittiPubblicato l'elenco iscritti alla gara romana, potete visualizzarlo cliccando direttamente qui. Sono 70 iscritti contro i 66 partenti dello scorso anno: se è soddisfatto il numero anche la qualità è veramente importante. Procediamo con l'analisi dell'elenco, questa volta più complicata del solito per la convivenza nella stessa gara del rally valido per l'europeo (ERC) e quello per il campioanto italiano (CIR). Quello che cambia, come abbiamo più volte scritto nei post precedenti, è il formato con cui è stata perfezionata l'iscrizione: se ERC oppure CIR. 

Nel ricordare che l'elenco iscritti di una gara europea non corrisponde all'elenco di partenza del rally, in quanto quest'ultimo sarà redatto dopo la disputa della Qualifyng Stage (due passaggi liberi e un passaggio di shakedown cronometrato per capirci, riservato alle vetture R5 iscritte all'ERC) e dalla successiva cerimonia dopo i migliori 15 sceglieranno la loro posizione di partenza. Comunque prima gli iscritti ERC (tutti comprese le piccoline) e quindi gli altri. Prima di vedere questo cosa comporterà vediamo i big dell'europeo che ci saranno, non prima di elencare il numero di R5 presenti, ben 32.

Ci saranno tutti i big che contano dell'europeo: Bruno Magalhaes, Alexey Lukyanuk, Simos Galatariotis, Nikolay Gryazin, Fabian Kreim, Hubert Ptaszek ... Chris Ingram, Rhys Yates e la nostra "vecchia" conoscenza Albert von Thurn una Taxis. In pratica quindi tutta la classifica europea, tranne l'ungherese Herczig e il portoghese Moura.

Parliamo ora di CIR assoluto , con ben 12 iscritti, e di chi fra loro i ha scelto di risultare come "europeo" e quindi, disputando la Qualifyng Stage, di chi ha scelto di puntare in alto come ordine di partenza:
Risultano "europei": Paolo Andreucci, Umberto Scandola, Simone Campedelli e Marco Pollara
Risultano "italiani": Andrea Crugnola, Luca Panzani, Rudy Michelini, Giacomo Scattolon, Giuseppe Testa, Antonio Rusce, Andrea Dalmazzini e Kevin Gilardoni

Fra i nomi noti, non iscritti al CIR assoluto,  ma in grado di portare via punti in quanto non trasparenti (gli stranieri in questa gara lo saranno invece), troviamo - piacevolmente - Giandomenico Basso su Skoda, Andrea Nucita e Andrea Modanesi su Abarth 124 Rally (il Rally di Roma è valida per la FIA RGT Cup)

Del CIR 2 ruote motrici ci saranno Ivan Ferrarotti, Riccardo Canzian, Emanuele Rosso, Damiano De Tommaso, Davide Nicelli, Alessandro Nerobutto
Del CIR Junior troviamo: Damiano De Tommaso, Andrea Mazzocchi, Tommaso Ciuffi, Jacoppo Trevisani, Davide Nicelli, Rachele Somaschini, Alessandro Nerobutto, Stefano Strabello. Degli iscritti allo Junior l'unico assente è Lorenzo Coppe.

Fra gli italiani ancora da citare Mattia Vita, "Mattonen", Daniele Campanaro, Patrizia Perosino, Stefano Giallatini, Carmelo Molica e Fabio Battilan. 33 equipaggi italiani sui 70 iscritti: un rally decisamente europeo e con parco partenti veramente di qualità.

All'elenco pubblico, della gara internazionale, andrà a breve ad aggiungersi quello dedicato alle vetture R.1 (Trofeo Renault Twingo e Suzuki Rally Trophy) che corrono con un regolamento particolare a loro dedicato perchè non contemplato dalla gara FIA.

Pagina 1 di 2