Back to Top

I numeri "personali"

nunero1Anche il W.R.C. si adegua alla moda promozionale nata oltre oceano per esaltare ancora di più i beniamini sportivi degli appassionati, di affidare al pilota lo stesso numero di partecipazione per tutti gli eventi dell'anno, a scelta del pilota. Naturalmente con un'eccezione: il numero 1, che è stato assegnato d'ufficio al campione del mondo in carico, Sebastien Ogier. Ricordiamo quindi i numeri "personali" anche dei piloti che vedremo pià avanti nella stagione, compreso il "nostro" Lorenzo Bertelli che ha annunciato il rientro in qualche evento:

Citroen: #1 Ogier, #4 Lappi
M-Sport Ford: #3 Suninen, #7 Tidemand, #33 Evans
Toyota: #5 Meeke, #8 Tanak, #10 Latvala
Hyundai: #6 Sordo #11 Neuville, #19 Loeb, #89 Mikkelsen
#37 Bertelli

Elenco Iscritti

iscrittiDiramato l'elenco iscritti ufficiale alla gara monegasca: lo potete consultare cliccando direttamente qui
clic rosso

 

 

Le richieste d'iscrizione hanno superato il numero massimo (80) di iscrizioni permese, ma è stata fatta una deroga per permettere a tutti gli 84 richiedenti di essere presenti nell'elenco iscritti.
Vediamo come si schierano le squadre ufficiali del WRC (11 vetture in totale per i piloti P1)

Citroen Total WRT: Sebastien Ogier ed Esapekka Lappi
Hyundai Shell Mobis WRT: Thierry Neuville, Andreas Mikkelsen e Sebastien Loeb
Toyota Gazoo Racing WRT: Jari-Matti Latvala, Ott Tanak e Kris Meeke
M-Sport Ford WRT: Elfyn Evans, Teemu Suninen, Pontus Tidemand

Vediamo quindi i campionati di supporto, sottolineando che all'ultimo, nel neonato WRC-2 Pro, si è iscritta per Monte-Carlo anche la SKoda. 
Il WRC-2 Pro sarà disputato a Montecarlo fra:
M-Sport Ford WRT: Gus Greensmith con la Ford Fiesta R5
Citroen Total WRT: Yoann Bonato con la Citroen C3 R5
Skoda Motorsport: Kalle Ronanpera con la Skoda Fabia R5

Il WRC-2, quest'anno ad appannaggio dei team privati, vedrà a Montecarlo 7 partecipanti:
Ole Christian Veiby e Nicolas Ciamin con le nuove Volkswagen Polo R5;
Guillame De Mevius con la Citroen C3 R5
Adrien Fourmaux con la Ford Fiesta R5
Gregoire Munster e Rhys Yates con la Skoda Fabia R5
ed i nostri "Pedro" con la Hyundai i20 r5 e Manuel Villa (in coppia con Daniele Michi) su Skoda Fabia

Nella FIA RGT Cup presenti due equipaggi:
Enrico Brazzoli (in coppia con Manuel Fenoli) con la Abarth 124
Ian Crerar con la Porsche 911

Tra i NON PRIORITARI, cioè tutti gli altri concorrenti, troviamo una WRC 2016, la Citroen DS3  di Mauro Miele (in coppia con Luca Beltrame), quindi altre 21 vetture di classe R5, la classe ormai regina dei rally a livello di numero di partecipanti, fra cui il giappone Takamoto Katsuta (Ford), lo svizzero Olivier Burri (Skoda), il francese Stephane Sarrazin (Hyundai) e la folta pattuglia italiana in questa classe formata da:, Davide Caffoni (in coppia con Massimo Minazzi), Alessandro Gino (in coppia con Danilo Fappani), Tiziano Gecchele (in coppia con Mauro Peruzzi), Silvano Patera (in coppia con Maurizio Barone) su Skoda Fabia
Marco Paccagnella (in coppia con Michele Ferrara), Davide Riccio (in coppia con Monica Cicognini), Matteo Gamba (in coppia con Nicola Arena), Claudio Marenco (in coppia con Luca Pieri) su Ford Fiesta
Andrea Nucita (in coppia con Giuseppe Princiotto) con la Hyundai i20

I tantissimi italiani (il 25% degli iscritti per un totale di 21 unità) proseguono nelle altre classi minori:
Rachele Somaschini (in coppia con Sergio Marchetti), Andrea Coti Zelati (in coppia con Emanuela Revello) con la Citroen Ds3 R3T
Federico Gasperetti (in coppia con Federico Ferrari) con la Renault Clio R3C
Carlo Covi (in coppia con Pietro Elia Ometto), Fabrizio Arengi Bentivoglio, Marco Blanc (in coppia con Luca Lattanzi), Ermanno Dionisio (in coppia con Fabio Grimaldi) con la Peugeot 208 r2b
Roberto Antonucci (in coppia con Herbert Antonucci) con la Renault Twingo R1

Il programma in dettaglio

programmaNell'edizione di quest'anno c'è da registrare una riduzione della durata del Rally (un giorno in meno), una riduzione della lunghezza delle prove specili con 323 km (e quindi le ricognizioni più brevi) e la distanza totale da coprire (1366 km). Il primo giorno non ci sarà più alcuna partenza da Monaco, visto che il rally inizierà a Place Desmichels a Gap Ecco il programma dettagliato dei quattro giorni di gara:

Programma delle ricognizioni del percorso:
Lunedì 21 gennaio dalle 12:00 alle 18:00
Martedì 22 gennaio dalle 8:00 alle 19:00
Mercoledì 23 gennaio dalle 8:00 alle 19:00

Giovedì 24 gennaio:
Shekedown a Gap - Route de la Garde 
10:00 - 12:00 per i piloti P1 e P2
12:00 - 14:00 per tutti i piloti

18:50 Partenza del rally da Gap - Place Desmichels
19:38 ps.1 «La Bréole - Selonnet» (20.76 km)
20:41 ps.2 «Avancon-Notre-Dame-du-Laus» (20.59 km)

21:31 - 21:41 Zona tecnica
21:41 - 22:29 Parco Assistenza - Flexi
22:29 Parco chiuso (Gap - Centre Omnisport)

Venerdì 25 gennaio:
7:30 - 7:48 Parco Assistenza
9:11 ps.3 «Valdrome - Sigottier » (20,04 km)
10:14 ps.4 « Roussieux - Laborel »(24,05 km)
11:37 ps.5 « Curbans - Piegut »(18,47 km)

12:17 - 12:27 Zona tecnica
12:27 - 13:00  Parco Assistenza
14:23 ps.6 «Valdrome - Sigottier » (20,04 km)
15:26 ps.7 « Roussieux - Laborel »(24,05 km)
16:49 ps.8 « Curbans - Piegut »(18,47 km)

17:34 - 17:44 Zona tecnica
17:44 - 18:32 Parco Assistenza - Flexi
18:32 Parco chiuso 

Sabato 26 gennaio:

7:37 - 7:55 Parco Assistenza
8:48 ps.9 «Agnières-en-Devoluy - Corps» (29.82 km)
10:06 ps.10 «St-Léger-les-Mélèzes - La-Bâtie-Neuve» (16.87 km)

11:06 - 11:21 Zona tecnica
11:21 - 11:54 Parco Assistenza
12:47 ps.11 «Agnières-en-Devoluy - Corps» (29.82 km)
14:08 ps.12 «St-Léger-les-Mélèzes - La-Bâtie-Neuve» (16.87 km)

15:08 - 15:18 Zona tecnica
15:18 - 16:06 Parco Assistenza (Gap)
20:06 Parco chiuso (Monaco)

Domenica 27 gennaio:
6:22 - 6:37 Zona Cambio pneumatici
8:20 ps.13 «La-BollèneVésubie - Peira Cava» (18,41 km)
9:08 ps.14 «La Cabanette - Col de Braus» (13,58 km)
10:55 ps.15 «La-BollèneVésubie - Peira Cava» (18,41 km)

11:25 - 12:10 Riordino
12:18 ps.16 La Cabanette - Col de Braus» (13,58 km)
13:48 - 13:58 Zona tecnica a Monaco
13:58 Parco Chiuso
15:00 Cerimonia d'arrivo a Monaco - Place du Palais

La descrizione del percorso

Analizziamo sinteticamente il percorso di questa 87.edizione del Rallye di Monte-Carlo, aiutandoci con le mappe pubblicate dal sito del Automobil Club di Monaco, dove trovate anche tutti i dettagli suygli orari di chiusura delle strade.

Parco Assistenza: rimane localizzato come le ultime edizioni nella zona del Parco Nautico di Fontreyne, nella suggestiva città turistica di Gap. Siamo a 100 km dal confine italiano, a Sud di Torino (si entra in Francia dal Monginevro).

shakedown1Shakedown (giovedì 24 gennaio)

Come le scorse edizioni si disputa sul tracciato di 3,35 km sulla strada di La Garde, vicinissima al parco assistenza di Gap. Si parte a 918 m di quota per scollinare, dopo 1,5 km a 1.070 metri e quindi affrontare il saliscendi finale con arrivo a 982 m.

 

 

1.giorno di gara (giovedì 24 gennaio)

Niente lunga trasferta a Monaco quest'anno per la passerella di partenza, ma start direttamente a Gap, in Place Desmichels. Due le prove previste per la giornata, entrambe in notturna ed entrambe inedite nel percorso, posto nei distretti di Alpes-de-Haute-Provence e delle Hautes-Alpes:

 

ES SS1 Descriptif InfoPublic1

 ps. 1 "La Bréole / Selonnet" di 20.76 km: siamo nella zona Sud-Est rispetto a Gap, con la partenza vicino al lago di Serre – Poncon. Si parte da La Breol e si scende a Sud fino all'inversione di Selonnet per risalire quindi a Nord: i primi 5 km della prova sono in salita (si parte da 1.020 m per scollinare a 1.323), il resto della prova è in discesa, per arrivare a 811 m finali;

ES SS2 Descriptif InfoPublic1

ps.2 " Avançon / Notre-Dame-du-Laus" di 20.59 km: siamo poco distanti da Gap, ad Est, per una prova tutti saliscendi: si parte dagli 854 m di La Batie Neuve per terminare a 727 m di l'Usine. Il punto più alto della prova è di 1.096 metri.

 

 

2.giorno di gara (venerdì 25 gennaio)

Il secondo giorno di gara prevede un lungo "giro" di tre prove speciali – da ripetersi ciascuna due volte – percorrendo le strade a Sud – Sud/Ovest rispetto a Gap, nei distretti di Drôme e Alpes-de-Haute-Provence:

ES SS3 6 Descriptif InfoPublic1

L'inedita ps.3/6 " Valdrôme / Sigottier " di 20.04 km partirà dai 788 m di Valdrome per scollinare dopo circa 10 km a 1.260 m e scendere per la parte finale fino ai 716 m di Sigottier.

 

ES SS4 7 Descriptif InfoPublic1La ps.4/7 "Roussieux / Laborel" di 24.05 km che l'anno scorso arrivava fino a Eygalayes, è un continuo saliscendi, con partenza a 587m e arrivo a 828, con il punto più alto, a 3 km da fine prova, a 1.056 metri.

ES SS5 8 Descriptif InfoPublic1

 

La ps. 5/8 "Curbans / Piégut" di 18,47 km , già disputata in parte negli anni 2000, parte da Curbans a 658 per affrontare la forte salita che porta ai 1.153 m del punto più alto dopo 5 km per scendere quindi ai 671 di fine prova

 

3.giorno di gara (sabato 26 gennaio)

Due prove speciali, da ripetersi due volte, caratterizzeranno il terzo giorno di gara:

ES SS9 11 Descriptif InfoPublic1

La ps. 9/11 "Agnières -en -Dévoluy / Corpo" di 29,82 km sita a Nord-Ovest di Gap: direzione Sud – Nord in saliscendi che porta dai 1263 m della partenza fino ai 924 dell'arrivo:

 

ES SS10 12 Descriptif InfoPublic1la ps. 10/12 "Saint-Léger-les- Mélèzes / La Bâtie-Neuve " di 16,87 posta a Est di Gap, con i primi 7 km di salita – si parte da 1.248 m e si scollina a 1.574 m – ed il resto della prova in discesa fino all'arrivo posto a 906 m.

Dopo il parco assistenza di fine giornata, ci si trasferisce nel Principato di Monaco, dopo un lungo trasferimento per prepararsi all'ultima tappa del rallye di Monte-Carlo.

 

4. giorno di gara (domenica 27 gennaio)

Domenica quarto ed ultimo giorno di gara con la replica del percorso dello scorso anno: si corre tutto d'un fiato, senza assistenza, nella zona delle Alpi Marittime, con due passaggi sulle due prove in programma:

ES SS13 15 Descriptif InfoPublic1la ps. 13/15"La Bollène - Vésubie / Peïra-Cava" di 18,41 km: 12 km di salita per la prima della due prove speciale – si parte da La Bollene Vesubie a quota 687 m per scollinare a 1.624 m al Col de Turini, per scendere ai 1.441 m dove è posto il fine prova.

 

ES SS14 16 Descriptif InfoPublic1la ps. 14/16 " La Cabanette / Col de Braus " di 13,58 km il cui secondo passaggio avrà validità di Powerstage: tutti in discesa i tornanti di La Cabanette (si parte da 1.370 metri e si arriva a 1000 m), quindi si risale verso il Col de l'Able posto a 1.188 metri e si conclude ai 990 m di Col de Braus.

Cerimonia d'arrivo a Monaco in Place du Palais 

L'ordine di partenza dei rally WRC 2019

elenco iconaQuest'anno cambia qualcosa a livello di ordine di partenza dei singoli rally del mondiale. Vediamo cosa prevede il regolamento F.I.A. 2019:

Giovedì 1.giorno di gara: completamente a discrezione del'organizzatore (redatto quindi anche per motivi promozìonali riguardando spesso la sola prova spettacolo)
Venerdì: 2.giorno di gara
i piloti P.1 (le WRC plus) in ordine di classifica di Campionato
quindi i P2P (i WRC 2 Pro) in ordine di classifica di campionato
quindi il gruppo "misto" P2 (le WRC-2), P3 (Junior WRC) e RGT schierati a discrezione dell'organizzatore anche per prestazioni di piloti e vetture
infine i NON prioritari

Sabato e Domenica: 3. e 4. giorno di gara:
i piloti P.1 in ordine inverso alla classifica maturata il giorno precedente
i piloti P2P in ordine di classifica maturata il giorno precedente
i restanti piloti (quindi P2-P3-RGT-non prioritari) in ordine di classifica maturata il giorno precedente

La Ford Fiesta WRC 2019

Chiudiamo la "parata" delle quattro diverse vetture che animeranno la stagione 2019 del mondiale rally. Sono immagini già viste da qualche giorno in quanto m-Sport le ha ufficializzate già giovedì scorso:

Gli equipaggi 2019 sono composti da:

#33 Elfyn Evans / Scott Martin
#3 Teemu Suninen / Marko Salminen

a cui si aggiungeranno in qualche evento 2019:

Pontus Tidemand e Gus Greensmith

La Toyota Yaris WRC 2019

Si susseguono oggi (sabato 12 gennaio) al salone Autosport International Show di Birmingham, le presentazioni delle vetture WRC per la stagione 2019. 

Ecco le prime immagini della Toyota Yaris WRC 2019: (sfogliate per visualizzarle tutte)

#8 Ott Tanak / Martin Jarveoja
#10 Jari-Matti Latvala / Miikka Antilla
#5 Kris Meeke / Seb Marshall

A livello di vettura parliamo naturalmente di un motore 4 cilindri in linea, di 1.600 cc di cilindrata turbo ad iniezione diretta, con potenza superiore ai 380 CV, cambio a 6 marce con comando idrualico, Trasmissione a 4 ruote motrici, due differenziali meccanici e quello centrale attivo. Peso minimo 1190 kg e velocità massima dichiarata, con i rapporti più lunghi, di 201 km/h

Pagina 14 di 15