Back to Top

Gli incroci di tutti gli eventi al Rally Due Valli

incrociduevalliFacciamo un po' di chiarezza sui tanti eventi presenti nello stesso weekend al Rally Due Valli:

Rally Due Valli - CIR
Parte da Verona Fiere alle 13:01 del venerdì e disputa due passaggi sulla ps di "Erbezzo" (22 km) intervallati da un lungo riordino di oltre due ore a Bosco Chiesanuova. Quindi la sera alle 21:15 la prova spettacolo di 1,71 km a Verona, ricavata nel parcheggio dello stadio Bentegodi. Sabato 4 prove speciali da ripetersi due volte ed arrivo in piazza Bra (quella dell'Arena) alle 19:00. Complessivamente verranno corsi quasi 155 km di prove speciali.

Rally Due Valli - CRZ
Come di consueto anche il Due Valli ospita la gara valida per la "Coppa Rally di Zona" a coeff.2. Partenza il venerdì a seguito della gara CIR, presumibilmente alle 14:06, ma dipenderà dal numero di iscritti alla gara CIR. Per il CRZ la prova di Erbezzo viene "spezzettata" in due parti con un trasferimento di 4 km fra una prova e l'altra. Le prove si chiameranno "Cappella Fasani" (5,2 km) e "Passo Fittanze" (12,8 km) e saranno da percorrere due volte. Niente prova spettacolo per il CRZ. Sabato il CRZ effettuerà solamente il primo passaggio sulle quattro prove speciali, con una versione accorciata della "Ca' del Diaolo". Complessivamente 82,63 km di prove speciali. Arrivo previsto alle 15:15 dopo il TRZ

Rallye Due Valli Historic
Partenza il venerdì alle 18:01 per il rally storico valido per il CIRAS che disputerà solamente la prova spettacolo alle 18:40 (in versione più lunga), anticipando di oltre due ore la gara CIR; non vedremo quindi le storiche sulla prova di Erbezzo. Identico programma del CIR per la giornata di sabato con la disputa di tutte le otto prove speciali in programma, al seguito della gara CIR. Arrivo previsto a Verona alle 20:20. Lunghezza complessiva delle prove speciali: 111,84 km

Rally Due Valli - TRZ
La gara per vetture storiche valida per il Trofeo Rally di Zona, percorrerà lo stesso identico percorso dalla gara moderna valida per il CRZ per un totale di 82,63 km di prove speciali. Il venerdì correrà in coda alla gara CRZ e non disputerà la prova spettacolo, mentre il sabato seguirà il CIRAS, anticipando il CRZ moderno. Arrivo previsto alle 15:15 

Rally Due Valli Classic
La gara valida per la Regolarità Sport, disputerà solamente la giornata di sabato, partendo alle 15:41 e disputando il solo secondo giro di prove speciali a seguito del CIRAS. Arrivo previsto alle 21:19

Abbiamo redatto come di consueto la tabella degli incroci degli eventi, ma è da considerarsi assolutamente provvisoria, in attesa della pubblicazione dei Regolamenti delle singole gare. Potete scaricare il PDF cliccando sull'immagine o cliccando direttamente qui

La situazione nel CIRAS

luckyfriuliPer avere il quadro completo della situazione del Campionato Italiano Rally Auto Storiche, bisognerà aspettare lo svolgimento della penultima prova in programma, il Rallye Elba Storico, in programma il 19-21 settembre.

La situazione nei Trofei monomarca

nicelliNel Trofeo Renault Clio R3 Top, già assegnato in anticipo a Federico Bottoni che comanda con 97,25 punti, al secondo posto, ma con margine incolmabile, troviamo Federico Rossi con 47,2 punti e terzo Oscar Sorci con 44.0 punti.

Nella Suzuki Rally Cup, il Girone CIR, che termina appunto al Due Valli, vede al comando Fabio Poggio con 64 punti, quindi a quota 61 punti Andrea Scalzotto, Corrado Peloso e Simone Rivia.

Nel Trofeo Peugeot 208 Top, al netto dello scarto, comanda Davide Nicelli con 33 punti, quindi Giacomo Guglielmini con 27 punti e al terzo posto Giorgio Cogni e Michele Griso con 20 punti.

Situazione nel Campionato Asfalto (CIRA)

crugnolafriuliNaturalmente, essendo il percorso interamente su fondo asfaltato, il Rally Due Valli è valido anche per il C.I.R.A., il campionato estrapolato dai sei appuntamenti su asfalto del CIR 2019. La gara veronese è l'ultimo appuntamento in quanto al termine del CIR mancherà dopo il Due Valli, solamente il Tuscan Rewind su fondo sterrato.

Il titolo assoluto è già stato assegnato aritmeticamente con una gara di anticipo ad Andrea Crugnola (Volkswagen Polo R5 e Skoda Fabia R5 entrambe dell’ HK Racing) anche se sicuramente il giovane varesino confida di tenerlo per due mesi soltanto, il quanto il titolo di Campione Italiano Rally Asfalto non è cumulabile con il titolo di Campione Italiano Rally assoluto.

Per il secondo posto lotta fra Antonio Rusce (38 punti) e Rudy Michelini (32 punti)

ciuffiPer le Coppe ACI Sport si ripresenta la stessa situazione del CIR anche se ovviamente tutte le “Coppe” saranno assegnate nella gara veronese, l’ultima su asfalto: la coppa di classe R2b e la coppa di classe R3 risultano ad oggi matematicamente già vinte rispettivamente da Tommaso Ciuffi (Peugeot) e Rachele Somaschini (Citroen) ma i titoli non sono cumulabili con le equivalenti coppe ACI presenti nel CIR (così come d’altronde anche il titolo assoluto CIRA) e quindi vedremo a fine anno se e a chi verranno assegnate visto che la situazione ad oggi è identica anche nel CIR.

Situazione di Campionato: il C.I.R.

bassofriuliCon le regole di quest’anno, con i due scarti, la classifica assoluta conduttori cambia di significato a seconda del lato da cui la si guarda: dopo il Friuli al comando c’è Giandomenico Basso con 74,5 punti, davanti a Luca Rossetti con 61,5, quindi Simone Campedelli con 56,75 punti e Andrea Crugnola con 52,25 punti. Nella realtà, Basso deve, da qui a fine stagione, operare ancora due scarti “corposi”, Luca Rossetti uno così come Crugnola mentre Campedelli ha “quasi” due scarti già fatti (uno zero e uno 0,75). La classifica quindi di fatto è più corta e la analizzeremo meglio nei prossimi articoli.

Per il titolo “Costruttori” la lotta tra Ford e Citroen è ancora apertissima con quest’ultima che al Friuli è tornata davanti ma di soli 0,75 punti. Per questa classifica saranno validi tutti i risultati conquistati durante la stagione, senza alcun scarto.

ciuffifriuliNel Campionato “Due ruote motrici”, comanda a punteggio pieno – 5 vittorie su 5 gare disputate – Tommaso Ciuffi, il giovane pilota schierato da Peugeot Italia, quindi con 75 punti conquistati, davanti Davide Nicelli (44,0) e Patrizia Perosino (39,0).  Al titolo manca veramente poco e il Due Valli potrebbe già essere la gara giusta per Tommaso Ciuffi per festeggiare.

Il “Costruttori Due Ruote motrici” ha visto nelle ultime gare l’allungo di Ford Italia (137.50 punti) su Peugeot Italia (114,0 punti). Non essendoci scarti è ancora tutto aperto per la conquista del titolo.

capanarofriuliDaniele Campanaro, dopo il passaggio sulla Ford Fiesta che contraddistinguerà il suo finale di stagione, comanda il Campionato Italiano R.1 con 60,0 punti, con Simone Rivia che insegue a 41 punti, quindi Andrea Scalzotto e Fabio Poggio che hanno raggiunto i 40 punti.

Uno sguardo alle Coppe ACI Sport: il Gruppo N, ormai obsoleto per il CIR, vede attori diversi per ogni gara, quindi parimerito con Taddei, Annovi, Indovina, Mattonen e Buiatti con una vittoria a testa, ma per conquistare la Coppa bisognerà avere almeno tre partecipazioni, come sempre.
In classe R2b si ripete la situazione del Due Ruote Motrici con Tommaso Ciuffi (70 punti) davanti a Luca Panzani (36,0) che però dovrebbe avere finito la sua avventura nel CIR per quest’anno.

In classe R3 troviamo al comando Rachele Somaschini con 36 punti, davanti a Federico Rossi che di punti ne ha conquistato 18.


somaschinifriuliBella lotta nel Femminile, con Rachele Somaschini che grazie all’ottimo piazzamento in Friuli allunga su Patrizia Perosino; ora sono 8,5 punti che dividono le due conduttrici.
Davide Nicelli (60,0) davanti a Rachele Somaschini (43,0) nella Coppa 2 Ruote motrici Junior.
La Coppa ACI dedicata ai driver Over 55 è già stata vinta matematicamente da Patrizia Perosino.
Fra i giovanissimi, nella classifica Under 25, al comando Davide Nicelli con 38 punti, cinque in più di Marco Pollara.

Validità presenti al Due Valli 2019

logo duevalliTante, come sempre le validità all’interno di una gara del Campionato Italiano Rally. Cominciamo dalla gara per vetture moderne. Queste le validità principali presenti al rally Due Valli:

Campionato Italiano Rally, settimo appuntamento su otto (oppure ottava gara su nove in programma, considerando la doppia gara del mondiale sardo) a coefficiente 1
Campionato Italiano Due Ruote motrici: settimo round degli otto in programma
Campionato Italiano Junior: il campionato dedicato ai giovani “salta un turno” per presentarsi più agguerrito che mai sulla terra toscana del Tuscan Rewind di fine novembre;
Campionato Italiano R1: anche in questo caso penultima prova
Campionato Italiano Rally Asfalto: ultima prova di campionato, a coefficiente maggiorato 1,5
Coppa Rally di Zona coeff.2 (terza zona)

Non mancano gli importanti trofei come sempre presenti nel CIR:

Il Trofeo Renault Clio R3 Top si chiude qui a Verona con il quinto evento della stagione;
La Suzuki Rally Cup chiude a Verona il girone CIR prima della finalissima di Como, assieme ai protagonisti del girone CIWRC
Quinto appuntamento per l’importante Trofeo Peugeot Competition 208 Rally cup Top

duevallihistoricPassiamo all’importantissimo appuntamento “storico”, il 14° Rally Due Valli Historic, ottavo e ultimo appuntamento del Campionato Italiano Rally Auto Storiche (CIRAS), oltre che per il Trofeo Rally di Zona Auto Storiche (TRZ).

Da citare infine anche la presenza della gara a tipologia “regolarità sport” denominata “9° Due Valli Classic

37° Rally Due Valli

loc duevalliNo, non siamo all’ultima gara del Campionato Italiano Rally: quest’anno il CIR prolunga la stagione fino a fine novembre sulla terra toscana ed è lì che conosceremo il vincitore del campionato, all’ultima gara stagionale, come avviene da qualche anno.

Ma il fascino del rally scaligero rimane immutato ben racchiuso nella grafica della locandina 2019: la potente r5 – in questo caso la hyundai i20 friulmotor vincitrice lo scorso anno con Luca Rossetti – affiancata alla mitica e altrettanto potente Lancia Delta di Lucky con lo sfondo dell’Arena di Verona. Vetture moderne e vetture storiche si sfideranno infatti sugli asfalti delle colline veronesi, con questa volta il CIR moderno a fare da battistrada, dato che il regolamento italiano, a differenza di Udine, lo permette.

Manca ancora un mese alla gara, ma le novità sono tante e le cose che abbiamo da raccontarVi anche !!