Back to Top

Qualità e quantità fra gli iscritti del Rally Due Valli

2017 iscrittiSono 67 gli iscritti alla gara CIR (potete visionare l’elenco iscritti cliccando direttamente qui), 60 quelli della gara regionale (cliccate qui per visionarlo) e 31 nel rally storico (cliccare qui per vederlo). 158 equipaggi sono veramente un ottimo risultato e oltre all’interesse per essere l’ultima gara di campionato, dimostra di come i piloti apprezzino la gara veronese, che si è affacciata non da tanti anni nel panorama delle gare titolate italiane.

Diamo uno sguardo agli iscritti della gara CIR:

Iscritti al CIR assoluto: Paolo Andreucci, Simone Campedelli e Umberto Scandola, scontata la loro presenza e ne abbiamo parlato, e ne parleremo, tanto nel prossimo lungo weekend. Antonio Rusce onora anche l’ultimo appuntamento del TRA, assegnato già a Campedelli, mentre ritorna sulla scena del CIR anche il valdostano Elwis Chentre, sempre sulla Hyundai i20 r5, ci sarà anche “Mattonen” con la Mitsubishi Gr.N. Concludono lo schieramento di vetture R5, anche se fuori campionato, Luca Rossetti (Skoda), il neo campione italiano Junior Marco Pollara (Peugeot), Luca Panzani (Ford) e Tiziano Gecchele (Skoda). Ricordiamo che ai cinque piloti iscritti al CIR vengono assegnati i punti in base alla loro posizione assoluta nei primi dieci della classifica generale, quindi anche i non iscritti possono condizionare con le loro prestazioni, la classifica finale del CIR.

Il neo Campione RGT Fabrizio Andolfi, il siciliano Andrea Nucita e Andrea Modanesi si ripresenteranno, dopo Roma, anche a Verona con la Abarth 124 rally; Kevin Gilardoni e Riccardo Canzian si giocheranno fra loro la seconda posizione nel Campionato Due Ruote motrici, già assegnato a Marco Pollara, ma soprattutto la prima posizione nel Trofeo Renault Clio R3T Top.

Gianandrea Pisani, come già scritto, sarà presente con la Toyota GT 86 in classe R3 mentre la sfida importante fra i giovanissimo su Peugeot 208 R2B non sarà tanto per lo Junior, già assegnato, ma per il Trofeo Peugeot Competition Top 208, che assegna la stagione 2018 da ufficiale Peugeot: Damiano De Tommaso, Luca Bottarelli e Tommaso Ciuffi lotteranno per la leadership fino all’ultima prova speciale ma dovranno anche dimostrare di essere più veloci dell’esperto, anche se ancora molto giovane, Andrea Carella.

Importante anche la sfida nel Trofeo Suzuki e Nel Trofeo Twingo e di conseguenza nel Campionato Italiano R1, dove saranno presenti tutti i protagonisti.

Nel femminile Lorella Rinna se la dovrà vedere con la trentina Gabriella Pedroni, che abbandona provvisoriamente le vetture sport e le vetture formule con le quali percorrere le “salite”, torna saltuariamente al rally, con la Twingo R1.

Gianandrea Pisani al via con la Toyota GT86 R3

roma erc 39 pisani erc acisportA Verona ci sarà anche Gianandrea Pisani, a cui,  visti i pochi metri percorsi al Rally di Roma nel "suo turno" a guidare la Toyota GT86 R3 del progetto giovani "Motorsport Italia / Toyota / Aci Team Italia" causa la rottura del motore, viene data un'altra chance per cimentarsi alla guida della nuova coupè nipponica a motore posteriore.

Luca Panzani al via con la Fiesta R5

panzani videoI test pre-gara ci svelano un nuovo importante protagonista che vedremo al Due Valli: si tratta di Luca Panzani che, in coppia con Sara Baldacci, si schiera al via con la Ford FIesta R5 del Team Balbosca gommata Hankook.  Potete visionare il video nella sezione VIDEO o cliccando direttamente qui

Numero pneumatici utilizzabili

gomme asfaltoCome da regolamento nella gara CIR, il numero massimo di pneumatici da utilizzare sarà come al solito 16 (di cui max 8 nuove nella seconda tappa); nel computo però non entreranno nè lo shakedown e nemmeno la ps.1 di Verona del venerdì sera.

Se poi dovesse piovere e gli equipaggi decidere di montare le gomme "WET", cioè da pioggia forte, essi non entreranno nel computo del numero massimo di pneumatici utilizzabili.

Luca Rossetti al Rally Due Valli

01317005 46016 800x532E' a chiusura delle iscrizioni che emerge un'altra ghiotta notizia per l'evento scaligero: Alessandro Perico comunica all'organizzatore la sua indisponibilità ma conferma che PA Racing ci sarà comunque, schierando la propria Skoda Fabia R5 con alla guida Luca Rossetti, fresco vincitore dell'IRCup nonostante la presenza di tante WRC.

Se i "top team" rimangono invariati per l'ultima gara di Campionato, si delineano altrettanto importanti le "squadre" che possono portare i fornitori di pneuamtici sul gradino più alto del podio:

Pirelli schiera, per intanto, Paolo Andreucci, Marco Pollara, Luca Rossetti

Michelin risponde con Simone Campedelli e Umberto Scandola.

Arbitro: .... il meteo.

Marco Pollara in gara con la 208 T16  R5

Pollara 007In Peugeot, orfani a Verona del sedicenne finlandese Kalle Rovanpera, i giovani sono sempre in primo piano e non ci hanno pensato un attimo a "promuovere" i neo campioni italiani junior, i siciliani Marco Pollara e Giuseppe Princiotto, a titolari per una gara nel team che lotta per l'assoluto, schierandoli al via proprio con la Peugeot 208 T16 R5, quella con cui Paolo Andreucci tenterà la riconquista del titolo al Due Valli. Ecco la dichiarazione ufficiale di Peugeot Italia: "Il giovane equipaggio siciliano, formato da Marco POLLARA e Giuseppe PRINCIOTTO, fresco vincitore del campionato Rally Junior del 2 Ruote Motrici 2017, sarà al via del Rally Due Valli di Verona a bordo di una 208 T16. Un premio che Peugeot Sport Italia ha voluto attribuire a Marco e Giuseppe per una stagione disputata in crescendo, con costanza, professionalità e grande maturità a bordo della loro 208 R2."

 

Miki Biasion apripista alla prova spettacolo

MikiBiasionSarà il due volte campione del Mondo Miki Biasion a fare d'apripista alla prova spettacolo "ps.1 Città di Verona" alla guida dell'Abarth 124 Rally.  Un modo importante per iniziare un evento importante e quanto mai decisivo per la stagione 2017 del Campionato Italiano Rally.

 

E l’edizione 2016 del Due Valli ?

calcolatriceAnche l’edizione dello scorso visse su una sfida a tre e anche in questo caso c’erano Andreucci e Campedelli, ma il terzo incomodo – e vincente – era Giandomenico Basso che vinse il titolo. Per pura curiosità, proviamo a guardare la prestazione di Andreucci – Campedelli – Scandola nel 2016, con le stesse vetture di quest’anno, chiaramente in evoluzione di un anno orsono:

Nella prima tappa Andreucci fu più veloce di Campedelli di 6”1 e di 25”2 di Umberto Scandola. Il veronese fu però penalizzato da una foratura che gli costò 38 secondi di distacco  al termine della prova speciale.

Nella seconda tappa Scandola andò “a briglie sciolte” relegando Campedelli a 13”6 e Andreucci a 17”5.

Il rally fu vinto da Paolo Andreucci con 2”2 su Campedelli; quarto Scandola a 7”7.

Entrando ancora di più in modalità “fantarally”, possiamo dire che traslando le prestazioni 2016 all’edizione 2017, vincerebbe il titolo Andreucci ma … ritorniamo seri e concentriamoci sull’edizione di quest'anno che si preannuncia ancora una volta avvincente.

Diamo i numeri al CIR

pay 2662758 640Dopo 7 eventi di questa stagione, sono stati 309 gli equipaggi che hanno preso il via (gare CIR), con 224 vetture del Gruppo R e 54 vetture del Gruppo N; la classe regina è stata la classe R5 con 78 partenze, seguita dalla R2B (55 partenze) e la R1B (40). Sono state ancora le marche francesi a farla da padrone come presenze: 84 partenze per la Peugeot, 55 per la Renault. Bene anche la Suzuki con 43, la Ford con 39 e la Fiat / Abarth con 24.

Paolo Andreucci è stato leader di tappa per 33 prove speciali, Umberto Scandola per 27 e Simone Campedelli per 20. Solo altri due piloti sono stati in testa alla tappa, seppur solo per una speciale: Andrea Crugnola ed Andrea Nucita.

Vediamo i vincitori delle prove speciali: 29 speciali per Andreucci, 25 per Scandola e 19 per Campedelli; nel 2 ruote motrici ben 44 per Marco Pollara contro le 19 di Gilardoni; nello Junior Pollara ne ha vinte 34 contro le 14 di De Tommaso. 22 sono le prove vinte da Lorenzo Coppe nel Campionato R1, 16 quelle di Martinelli; nel Campionato RGT infine, il campione Fabrizio Andolfi ne ha vinte 28 contro le 12 a favore di Totò Riolo.

Pagina 8 di 9