Back to Top

Rovanpera vince la Power Stage e il Rally de Portugal 2022. Suninen esce di strada dopo pochi metri

Rally del Portogallo, prima gara su terra del WRC 2022. E la terra è stata la vera protagonista di questo rally, da sempre considerato una delle gare più dure e difficili di tutto il mondiale. Già, la terra, fino a quando non è piovuto, entrava a palate negli abitacoli, soprattutto delle Rally1, con i piloti che arrivavano ai fine prova con tute irriconoscibili e con gli occhi arrossati. La terra e le sue pietre, che hanno provocato parecchie forature, a detta dei piloti inspiegabili, la terra che ha costretto i piloti a ridurre la velocità per preservare le gomme. Questa mattina il rally ripartiva con la lotta tra Elfyn Evans e Kalle Rovanpera per il primo posto a cercare entrambi di amministrare senza esagerare troppo. Chi ripativa a tutto gas era Dani Sordo che attava deciso Takamoto Katsuta per la terza posizione. Il sorpasso gli riusciva nella Power Stage. Con Craig Breen che aveva problemi ai freni nelle ultime due prove il Rally de Portugal terminava con la vittoria di Kalle Rovanpera navigato da Jonne Haltunnen, il secondo posto di Elfyn Evans e Martin Scott per la gioia degli uomini Toyota, Dani Sordo in coppia con Candido Carrera terzo per la Hyundai davanti a un delusissimo Katsuta e a Thierry Neuville e a Ott Tanak. Primo delle Ford Pierre-Louis Loubet settimo.

Nella Power Stage il vincitore del rally Rovanpera è il migliore anche in questa prova prendendo i 5 punti bonus davanti a Dani Sordo (4 punti). Terzo tempo e 3 punti bonus per Thierry Neuville e quarto tempo per Ott Tanak (2 punti bonus) che impiega solo 18 centesimi in più. Ultimo punto in palio per Evans. 

 WRC2

Anche le Rally2 hanno seguito, nel bene e nel male, le orme delle Rally1 ovvero, forature e guasti vari. Nella prima tappa grande lotta tra Teemu Suninen con la Hyundai e Andreas Mikkelsen su Skoda. Mikkelsen si ritirava nel corso nona PS per guasto al motore. Con Oliver Solberg che sulla PS 13 rompeva il tirante dello sterzo, le posizioni si stabilizzavano per tutte le rimanenti prove con Suninen al comando, Yohan Rossel secondo e Kajetan Kajetanowicz terzo. Da notare che le Rally2 sono state le assolute protagoniste della PS spettacolo di Porto-Foz sabato sera. In una prova, forse un pò troppo "artificiale", hanno monopolizzato le prime 10 posizioni della classifica. L'undicesima posizione è andata invece a una Fiesta Rally3… Questa mattina le posizioni non cambiavano… fino alla power stage quando Suninen usciva di strada. Rossel passava in testa tra le Rally2 vincendo, ovviamente anche il WRC2 Open davanti a Kajetanowicz e a Ingram. Nel WRC2 Junior vittoria di Ingram davanti a Marczyk e a Zaldivar. Nella Categoria Master podio tutto francese con Raoux davanti a Rosati e a Battut. Fabrizio Arengi navigato da Massimiliano Bosio sulla Skoda Fabia Evo si classifica quarto della categoria riservata agli "over".

WRC3

Solo sei concorrenti al via di questa categoria, cinque di loro sono riusciti a portare a termine il rally pur tra uscite di strada, forature e guasti vari. Spesso più veloci di parecchie Rally2 questi ragazzi hanno fatto di tutto per concludere il rally. Alla fine primo si classifica Sami Pajari che precedeva Lauri Joona, Robert Virvers, Jon Armstrong e Mcrae Kimathi.

I commenti raccolti dal promoter WRC a fine prova

Yohan Rossel 7:10.0 "Sono contento, sinceramente anche la seconda posizione andava bene, ma la vittoria è un buon segno soprattutto sullo sterrato, sono molto soddisfatto, grazie al mio team"
Sebastien Ogier 6:35.2 "E' stato un weekend difficile per noi, doppia foratura che si ha messo fuori gioco. Ma almeno abbiamo fatto un po' di esperienza per la prossima volta. Ci vediamo in Kenya"
Gus Greensmith 6:40.6 "Ci siamo messi nella posizione di combattere venerdì, ma sabato non era il nostro giorno e oggi è stata una ricognizione ad alta velocità".
Adrien Fourmaux 6:42.2 "Sono soddisfatto del mio fine settimana, la maccina è stata davvero all'altezza, sono molto felice"
Craig Breen sembra aver risolto il problema ai freni 7:06.4 "Ho avuto un problma con una pinza, non stava andando male questo fine settimana per noi, peccato per questo problema"
Pierre-Louis Loubet 6:59.5 "Abbiamo avuto un problemino alla fine, ma tutto il fine settimana è stato ottimo, grazie al team per avermi dato una macchina così. Ora andiamo in Sardegna e partiamo in una buona posizione"
Ott Tanak 6:31.3 "Nella prova precedente ho perso lo splitter, ma niente di grave. Non avevo molta potenza in questa prova, ma l'abbiamo finita"
Thierry Neuville 6:31.3 "Non avevo aerodinamica, in alcuni punti il muso andava dove voleva. Complimenti a Toyota per la gara, all'organizzazione del rally è stato molto bello vedere i vecchi campione a bordo di queste macchine storiche"
Dani Sordo 6:30.3 "Non siamo stati veloci per tutto il fine settimana, quindi finire terzo va assolutamente bene"
Takamoto Katsuta 6:34.6 scende dal podio sorpassato da Sordo "Complimenti a Dani, mi dispiacere per il team. Ho provato, ma non è stato abbastanza"
Elfyn Evans 6:34.4 "Siamo chiaramente dispiaciuti, ma Kalle ha fatto un ottimo lavoro. Siamo contenti però che torniamo sul podio"
Kalle Rovanpera 6:28.2 "All'inizio non pensavo di guidare bene su questa prova. Partendo per primo non avevo molte speranze invece siamo riusciti a vincere la gara possiamo essere più che felici"

Le classifiche finali
Rovanpera vince la PS 20 e si conferma al comando ...