Back to Top

56° edizione del Rally RACC Catalunya - Costa Daurada, penultima prova del WRC

Dopo l'annullamento dello scorso anno, ovviamente dovuta alla pandemia, il mondiale torna in Spagna, anzi torna in Catalunya. La 56° edizione del Rally RACC Catalunya - Costa Daurada riprende con una grossa novità rispetto al passato, ovvero sarà abbandonata la formula mista terra-asfalto e la gara si svolgerà interamente sul fondo catramato. La "base" della gara sarà a Salou e il parco assistenza e previsto alla periferia della città. La gara si svolgerà tutta nel sud della Catalunya con 17 prove speciali per un totale di 280,37 Km cronometrati. Shakedown al giovedì e partenza il venerdì, giornata nella quale si disputeranno sei prove speciali: Villaplana, La Granadella (PS completamente nuova) e Riba-Roja da ripetere due volte. Il sabato prevede la disputa sette prove speciali: Savallà, Querol-les Pobles (con un tratto nuovo), El Montmell tutte e tre da ripetere due volte, più la PS cittadina di Salou. Gran finale domenica con le prove di Riudecanyes e Santa Marina da ripetersi due volte. Il secondo passaggio su quest'ultima prova sarà ovviamente valido come power stage.

Gli iscritti sono 73 con Toyota, molto vicina al titolo iridato marche, shiera 4 Yaris per Ogier, Evans, Rovanpera e Katsuta. Hyundai cercherà di mettere i bastoni tra le ruote ai giapponesi schierando Neuville, Tanak e Sordo più due WRC Plus di 2C Competition, una per Solberg e l'altra per Solans in quanto Loubet è stato investito a Parigi da una macchina riportando fratture a una gamba e non correrà più sino al 2022. Ford- MSport avrà come sempre Greensmith e Fourmaux. Per il titolo piloti Ogier (il cui navigatore Ingrassia ha annunciato il ritiro a fine stagione), dovrà vedersela con il compagno di squadra Evans. Nel WRC2 tornano quasi tutti i protagonisti, con un altro cambio di vettura per Suninen che correrà con una Hyundai i20 Rally 2. Nel WRC3 sarà assente Rossel e Kajetanowicz potrebbe approfittarne. Da segnalare la presenza di tre Alpine A110 in classe RGT. Quattro gli equipaggi italiani ai nastri di partenza: Miele - Beltrame (Skoda Fabia Evo) che sono iscritti al WRC3, Zucconi - Zanini (Peugeot 208 Rally4 di classe RC4), Raviglione - Torricelli (Renault Clio RS Line di classe RC5) e Peruzzo - Terressan (Renault Twingo di classe RC4). 

Il programma di Giovedì 14 ottobre
Evans vince la Power Stage e la settantesima edizi...
 

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to https://www.rallylink.it/cms16/