Back to Top

Il WRC per la prima volta nel Circolo Polare Artico

Il FIA World Rally Championship si sposta per la prima volta nel Circolo Polare Artico questo fine settimana, sostenuto da uno dei più interessanti elenchi iscritti degli ultimi anni.

Mai nei suoi 49 anni di storia la serie WRC si è avventurata nell'estremo nord e l'Arctic Rally Finland Powered by CapitalBox (26-28 febbraio) può contare su ben 13 World Rally Cars pronte per la battaglia nel paese delle meraviglie invernali della Lapponia.

Questo secondo round è l'unico appuntamento invernale puro dell'anno. Paradossalmente, le foreste ghiacciate intorno a Rovaniemi vedranno velocità massime superiori a 200 km/h mentre i pneumatici chiodati Pirelli dovranno scavare nel ghiaccio per fornire un'aderenza straordinaria.

Il sette volte campione del mondo Sébastien Ogier è in testa dopo la vittoria nel round di apertura del mese scorso al Rallye Monte-Carlo. Come la maggior parte dei piloti di vertice, il francese non ha esperienza delle strade artiche e ha avuto difficoltà a prepararsi nel solito modo: "Di solito quando abbiamo i video dei rally, proviamo a guardarli, ma questa volta non sarà possibile", ha spiegato il pilota della Toyota Gazoo Racing,

Sebatsien Ogier avrà come compagni di squadra sulle Toyota Yaris WRC Kalle Rovanperä, Elfyn Evans e Takamoto Katsuta ma è proprio il ventenne Rovanperä ad aver attirato gran parte dell'attenzione pre-evento: il finlandese è abituato alla neve e al ghiaccio e sebbene l'Artico segna solo la sua nona partenza di alto livello, ha vinto un rally nazionale sulle stesse strade nel gennaio dello scorso anno. Molti credono che abbia quello che serve per diventare il più giovane vincitore del rally WRC questo fine settimana.

"È il rally in cui può davvero accadere", ha detto Ogier. "L'anno scorso già nelle condizioni invernali della Svezia era molto veloce e probabilmente sulla neve ha percorso più chilometri di quasi tutti i piloti del campionato, anche se è il più giovane. Sarà molto forte ".

L'irlandese Craig Breen entra nella rosa di Hyundai Motorsport per unirsi a Thierry Neuville e Ott Tänak con la i20 WRC.

Teemu Suninen si aspetta una buona prestazione in casa dopo essere uscito nella gara d'apertura della stagione. È affiancato da Gus Greensmith e dall'erede di Prada Lorenzo Bertelli, che gareggiano per la prima volta dal 2019, con la Fiesta World Rally Cars per il team M-Sport Ford.

Oliver Solberg, figlio del campione del mondo 2003 Petter, fa il suo debutto nella massima serie su una i20 WRC iscritta da Hyundai 2C Compétition. I preparativi dell'adolescente sono stati sconvolti da un cambio di copilota in ritardo, con Seb Marshall che ha sostituito Aaron Johnston.

Pierre-Louis Loubet guida la seconda auto per il team mentre le iscrizioni al World Rally Car sono completate dal concorrente privato Janne Tuohino con una Fiesta WRC.

Il rally inizia venerdì pomeriggio ei piloti dovranno affrontare 10 prove speciali per complessivi 251,08 km prima dell'arrivo di domenica pomeriggio. 

Gli equipaggi italiani in gara:
n.37 Lorenzo Bertelli / Simone Scattolin su Ford Fiesta WRC
n.54 Mauro Miele / Luca Beltrame su Skoda Fabia Evo iscritti in WRC3
n.59 Luca Hoelbling / Federico Fiorini su Hyundai i20 R5

Il programma del 1.giorno di gara [Venerdì]
CITROEN RACING - La "C3 R5" diventa "C3 Rally2"
 

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to https://www.rallylink.it/cms16/