Back to Top

Al via l'Acropolis Rally, nono appuntamento del WRC 2021

Dopo otto anni il Rally dell'Acropoli torna a far parte del WRC. La "leggenda" dell'Acropoli inizia nel 1951 e nel corso degli anni il rally diventa famoso soprattutto per la durezza delle strade greche, tanto da essere definito il Safari d'Europa ed infatti le case ufficiali partecipavano alla gara con le stesse scocche messe a punto per il Safari Rally in Kenia. 

Proprio per questa sua caratteristica solo grandi piloti figurano nell'albo d'oro della gara Ellenica con Colin McRae vincitore per ben cinque volte. Per quattro volte la bandiera italiana venne innalzata sul pennone più alto sotto al Partenone: nel 1951 con Gigi Villoresi, valoroso pilota di formula 1 che vinse con la Lancia Aurelia B20 e tre volte con Miki Biasion nel 1988, 1989 (Lancia Delta Integrale) e 1993 (Ford Escort RS Cosworth). 

L'Acropoli 2021 inizierà giovedì 9 con una superspeciale nel centro di Atene e proseguirà venerdì con la disputa di sei speciali che si svolgeranno nei dintorni di Corinto e Loutraki. Sabato altre sei prove che avranno luogo nei pressi delle città di Paviliani e Itea. Domenica infine tre speciali con due passaggi sulla mitica Tarzan (La seconda valida come power stage) che, anche se accorciata rispetto agli anni precedenti, sarà tutta da gustare. In totale 15 prove speciali per oltre 292 Km. Il parco assistenza è situato a Lamia. 

L'elenco iscritti vede le squadre ufficiali al gran completo: Toyota con Ogier, Evans, Rovanpera. Hyundai si affida a Neuville Tanak e Sordo più Loubet con la vettura della 2C Competiton, M-Sport Ford con Greensmith e Fourmaux. Assente dell'ultimo minuto Takamoto Katsuta, Keaton Williams, che sostituiva Daniel Barritt, ancora con in postumi dell'incidente di Ypres, è dovuto ritornare in Inghilterra per motivi famigliari. 

Dopo la "pausa" belga, gran ritorno di tutti gli iscritti "ufficiali" al mondiale del WRC2, cui si aggiunge il locale Sperderidis con una Fiesta di Wilson. Anche gli scritti al WRC3, dopo aver lasciato spazio agli specialisti delle strade belghe, tornato tutti a darsi battaglia in Grecia. Ai soliti noti si aggiunge un buon numero di piloti locali che, ovviamente, si sono iscritti al mondiale, per avere la priorità. 

Vedremo se all'Acropoli di quest'anno basato sui regolamenti attuali in termini di chilometraggio, vi saranno più arrivi che non nei tempi eroici, quando, spesso, i concorrenti che giungevano al traguardo si potevano contare sulla punta delle dita.  

Il programma della giornata di giovedì 9 settembre
Le classifiche finali del Renties Ypres Rally Belg...