Back to Top

WRC - Toyota tira le orecchie a Mäkinen

Malgrado il podio ottenuto da Ogier ed Evans a Montecarlo,dalla Toyota esortano ad un miglioramento delle prestazioni della Yaris

Fino all'ultimo ha sperato nel successo di Elfyn Evans ed invece per Akio Toyoda è arrivata la delusione. Al Monte il gallese, principale protagonista della lotta per la vittoria con Neuville, si è fatto prendere dall'ansia da prima posizione commettendo sbavature alla fine costategli care tanto da scivolare in terza piazza, mentre Sébastien Ogier, secondo, non è mai stato in grado di sferrare alcun attacco decisivo o comunque di impensierire il belga della Hyundai.

Morale della favola, per la Toyota l'appuntamento con il gradino più alto del podio in quel del Principato, mancante da ormai ventidue anni, è stato di nuovo rimandato nonostante una leadership tenuta per 11 delle 16 speciali in programma.

"Sono contento che i quattro equipaggi abbiamo visto il traguardo", ha dichiarato a wrc.com il Presidente del brand nipponico ricordando anche le buone prestazioni di Kalle Rovanpera, quinto assoluto all'esordio tra i big, e del pupillo di "casa" Takamoto Katsuta, buon settimo. "Tutti hanno terminato in zona punti e due addirittura sul podio, dunque è stato di certo un ottimo avvio di stagione".

"Tuttavia", e qui parte la strigliata al team manager Tommi Mäkinen, "ci tengo a ripetere che noi odiamo perdere, quindi, il risultato artigliato in questa corsa d'apertura non può non rammaricarci un po'".

"Come ho detto in occasione della conferenza di presentazione a Tokyo, la squadra attuale dispone del potenziale per imporsi con ogni pilota. Dobbiamo quindi battagliare duro per ottenere il massimo e rendere la vettura ancora più forte", ha concluso il 63enne con spirito guerriero. 

Automotoracing 2020
RALLY APPENNINO REGGIANO - Anticipato al 20/22 mar...