Back to Top

WRC - Spavento per Ogier, ma non su un'auto da rally!

Il francese è stato protagonista di un imprevisto mentre si trovava in elicottero

A raccontare l'episodio è stato Scott Martin. Il navigatore di Elfyn Evans, a bordo del velivolo assieme a Sébastien Ogier, ha voluto chiarire quanto avvenuto lunedì scorso durante il tragitto tra l'aeroporto di Atene ed Itea, sede del test programmato dalla Toyota Gazoo Racing in preparazione del Rally di Turchia.

Se inizialmente i media locali avevano addirittura riportato la notizia di un grave incidente, il britannico ha al contrario minimizzato la vicenda. Non sarebbe avvenuto alcun sinistro, bensì sarebbe stato riscontrato un problema tecnico quando il Robinson aveva raggiunto i sei piedi d'altezza.

"Non è successo un granché. Eravamo appena partiti e il pilota si è accorto di un'avaria, per cui ha preferito effettuare un atterraggio di emergenza. E' incredibile come le storie vengano ingigantite dal gossip", ha dichiarato al sito DirtFish. "Fortunatamente non eravamo ancora molto alti, per cui si è risolto tutto perfettamente".

Il 38enne ha poi rassicurato gli amanti del controsterzo circa le condizioni del suo driver, con lui protagonista di un botto clamoroso in sesta marcia domenica scorsa al South Estonia Rally.

"Le cinture e il resto hanno fatto il loro lavoro, quindi solo qualche dolorino, più che altro è stato lo spavento perché abbiamo colpito qualcosa che era nascosto dall'erba e non ce lo aspettavamo", ha affermato con tono decisamente più allarmato. "Di solito quando la macchina si intraversa sai cosa può succedere e ti prepari, in questo caso invece è stato come una bomba. Un attimo stava andando tutto bene e quello dopo abbiamo sentito un rumore pazzesco e ci siamo capottati". 

Chiara Rainis

RALLY ADRIATICO - Aperte le iscrizioni
RALLYLEGEND 2020 - Anticipa al 1-4 ottobre
 

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to https://www.rallylink.it/cms16/