Back to Top

WRC - Il mondiale cambia format per il Covid-19?

L'idea è stata avanzata per alleggerire il nuovo calendario potenzialmente serrato

La proposta è arrivata direttamente da Richard Millener. Considerato che sono già tre le gare posticipate a data da destinarsi e con ogni probabilità a breve accadrà lo stesso con il Safari, secondo il boss della M-Sport, potrebbe rivelarsi necessaria più flessibilità nell'organizzazione dei singoli appuntamenti, in modo da poterne disputare il maggior numero possibile.

Va detto che dagli anni '90 il campionato è strutturato sulla base di eventi da tre giorni e mezzo l'uno, adattati via via alle esigenze televisive con la cerimonia di apertura solitamente fissata al giovedì sera, seguita molto spesso da una super speciale e poi alla domenica, alle 12:18,dalla Power Stage.

"Con l'emergenza Coronavirus si è venuta a creare l'opportunità di affrontare diversamente il resto della stagione", ha dichiarato al sito Dirt Fish il team manager della M-Sport. "Sappiamo tutti che logisticamente sarebbe un'impresa se si adottasse il solito format, quindi bisogna pensare ad un'alternativa".

Tante le soluzioni avanzate, ad esempio due rally consecutivi, oppure due nello stesso luogo, o ancora la riduzione a due giornate.

"Dobbiamo cercare di guardare la cosa al positivo e iniziare da subito a stabilire un piano funzionale", ha rilanciato con spirito propositivo. 

Chiara Rainis

RALLYLINK - Videointervista a ANDREA NUCITA
MODELLI - Lancia Stratos