Back to Top

WRC - Il Coronavirus fa slittare il Rally d'Argentina

Con l'obiettivo di salvaguardare la salute delle persone, gli organizzatori hanno deciso di posticipare la gara

Avrebbe dovuto disputarsi dal 23 al 26 aprile, ma a causa dell'allarme diffusione del COVID-19, la FIA e il promoter del round argentino del mondiale, in linea con le indicazioni dettate dal governo centrale e da quello della Provincia di Cordoba, hanno optato per spostare l'evento a data da destinarsi.

"Comprendiamo la priorità delle autorità locali di prevenire la diffusione del Coronavirus nel loro Paese", le parole del responsabile dell'ente promoter del WRC Oliver Ciesla. "Specialmente perché questo tipo di manifestazioni comporta l'aggregazione di tante persone. Ora lavoreremo a stretto contatto con loro per trovare un'altra sistemazione nel calendario".

Per il momento il Sudamerica non è stato particolarmente toccato dalla problematica, tuttavia bloccare sul nascere qualunque tipo di pericolo è parsa a tutti la decisione più intelligente da prendere.

"Siamo dispiaciuti di aver dovuto cancellare la corsa nella sua collocazione originaria, ma oggi è più importante preservare la salute dei piloti, dei team, dell'organizzazione e di tutti noi. Speriamo presto di poter celebrare la 40esima edizione del nostro rally", ha commentato il coordinatore della gara David Eli.

Malgrado l'ottimismo e lo spunto propositivo di tutte le parti coinvolte di riuscire a riposizionare l'Argentina più avanti nella stagione, le difficoltà logistiche legate soprattutto al trasporto del materiale al di fuori dell'Europa potrebbero condurre invece alla cancellazione definitiva. 

RALLY DI SALSOMAGGIORE - Al fianco di #aiutiAMOpar...
MOVISPORT - Gryazin, missione compiuta in Messico