Back to Top

TROFEO A112 ABARTH - Fiora sbanca il Valsugana

In coppia con Soffritti, il piemontese si aggiudica un combattuto e spettacolare Valsugana Rally precedendo Cazzaro - Brunaporto e Beccherle - Dal Bosco.

Dopo 2 gare classifica corta con Droandi che passa al comando.

Romano d'Ezzelino (VI), 29 aprile 2019 – Venticinque iscritti; ventiquattro verificati: una volta di più il Valsugana Historic Rally si conferma gara molto gradita anche ai partecipanti alla Serie organizzata per il decimo anno consecutivo, dal Team Bassano. A Borgo Valsugana si è vissuta una nuova emozionante sfida che ha confermato il livello di agonismo e spettacolo che sanno offrire le intramontabili A112 Abarth.

Al venerdì sera, fatta la conta dopo le verifiche, si registra la defezione di Baldo e Marcolini che saltano l'impegno trentino a causa della vettura ancora da ultimare.

Si parte sabato mattina con la "Morello" dove Raffaele Scalabrin e Giulia Paganoni mettono la prima firma precedendo Franco Beccherle ed Emanuele Dal Bosco e un trio racchiuso in 0"2 formato da Lisa Meggiarin e Marsha Zanet, Filippo Fiora e Massimo Soffritti, Franco e Arnaldo Panato. Nicola Cazzaro e Giovanni Brunaporto seguono nella classifica, ma nella successiva "Passo Broccon" conquistano il loro primo scratch e passano al comando, complice anche una serie di problemi per Scalabrin il quale però si rifà sulla temuta "Trenca" e torna al comando stampando un tempo che gli varrebbe la tredicesima prestazione nell'assoluta del rally. Il primo giro si chiude con Cazzaro che segue a 16"3 e Fiora a 20"6. Il quarto, Beccherle, è già staccato di 38"2.

Fiora reagisce sulla "Morello 2" tirandosi in scia la Meggiarin staccata di 0"3 e Scalabrin a 3"7 e il secondo passaggio sul "Passo Broccon" premia nuovamente Scalabrin con Fiora subito dietro a 0"8 e Meggiarin a 2"9. Manca una prova al termine e Scalabrin sembra aver la gara in pugno con 17"7 su Fiora e 29"5 su Cazzaro; la doccia fredda è però dietro l'angolo: il giovane vicentino si trova costretto ad abbandonare ancor prima di entrare in prova a causa della vettura che accusa diversi problemi e preferisce fermarsi onde evitare danni maggiori. Lascia così via libera a Fiora che dimostra di meritare la vittoria andando ad imporsi sulla "Trenca 2" con un ottimo Oriella dietro per soli 2"3. Beccherle si difende dall'attacco della Merggiarin e a Cazzaro non rimane che controllare gli avversari per confermare l'ottimo risultato.

Il podio posto ai piedi del Ponte Veneziano in centro città, vede quindi salire sul gradino più alto Fiora e Soffritti e a quest'ultimo tornano in mente i successi ottenuti al fianco di Michele Cinotto nel 1980; felicissimi Cazzaro e Brunaporto festeggiano il primo meritato podio e sul terzo gradino salgono Beccherle e Dal Bosco, bravi a difendere la posizione dagli attacchi degli inseguitori. Meggiarin e Zanet chiudono quarte dopo un anno di assenza dalle gare precedendo i positivi Oriella e Minuzzo; il sesto posto finale permette a Droandi e Matini di balzare al comando del Trofeo e felicissimi sono Riccardo e Nico Pellizzari per il settimo posto conquistato alla fine. Ottava piazza per Pinzoni e Spagnoli che precedono Domenighini e Vercella Marchese; Benedetto e Bertoldi chiudono la top-ten. Seguono poi, undicesimi, Vezzola e Francinelli, Cheney e Torricelli sono dodicesimi dopo una gara tribolata e tredicesimi chiudono Gentile e Carlesso. Vede il primo arrivo di Trofeo l'accoppiata toscana Dall'Avo e Piras e quindicesimi si piazzano Letey e Robbin anch'essi al debutto; posizione sedici per i Labirinti padre e figlio con l'unica "Gruppo 1" in gara, mentre Almici e Quistini vanno a chiudere la classifica assoluta. Sette i ritirati: oltre ai citati Scalabrin e Paganoni, Panato - Panato, Cazziolato - Pasqualetto, Canetti - Senestraro, Raviglione - Rappoldi, Montibeller - Mengon, Armellini - Comunello.

Le classifiche. Assoluta: 1. Droandi 18, 2. Scalabrin 16, 3. Fiora 15, 4. Beccherle e Mearini 10. Gruppo 1: Labirinti 2. Femminile: 1. Meggiarin 2. Under 28: 1. Cazzaro 6. 

RICCARDO TONDINA - Strepitoso al Valli Cuneesi, vi...
GDA COMMUNICATION - Montemezzo vincente al Valsuga...