ciuffi-gonella-shake-1

I Campioni Italiani Rally 2 Ruote Motrici in carica debuttano nel WRC con ACI Team Italia, pronti al via del rally di Svezia sulla Ford Fiesta.

Brescia, 14 febbraio 2020 – Tommaso Ciuffi e Nicolò Gonella su Ford Fiesta Eco Bust R2 sono pronti al debutto nel Campionato del Mondo Rally Junior come componenti ACI Team Italia, la nazionale italiana supportata dalla Federazione, che ha selezionato i migliori talenti di casa nostra per rappresentare l'Italia nella serie iridata.

Il 26enne fiorentino ed il 28enne piemontese sono reduci da una stagione 2019 straordinaria dove hanno vinto il titolo 2Ruote Motrici nel campionato Italiano. Dopo una sessione di test svolta in Norvegia nei giorni scorsi ed una sequenza di prestigiose premiazioni, adesso l'affiatato equipaggio è pronto ad affrontare le fredde e ghiacciate prove speciali del Rally di Svezia, primo dei 6 appuntamenti del WRC Junior. Ottimi i test in Norvegia, ma ad aumentare il feeling dell'equipaggio con la Ford Fiesta curata dalla M-Sport Poland e dotata di gomme Pirelli è servito sicuramente lo shakedown.

Trepidante attesa quella che precede il primo semaforo verde dello start della prima prova speciale e del primo confronto mondiale. Ciuffi dopo lo shakedown ha dichiarato -"Oggi sicuramente abbiamo avuto un primo approccio con queste strade un po' atipiche! L'assenza di neve rende tutto più complicato; questa sera avremo lo shakedown 2 a Karlstad e domani inizierà la gara vera. Siamo molto contenti di essere qui e proveremo a fare del nostro meglio come sempre! Ci tengo a ringraziare Aci Team Italia e PIRELLI per la bellissima opportunità che ci è stata data"-.

-"Il nostro 2020 è iniziato in ottica internazionale con la vittoria all'Africa ECO Race con Alex Botturi sulla Yamaha ufficiale e prosegue con prospettive da rally mondiale - afferma Barbara Caffi, coordinatrice della Squadra Corse angelo Caffi - Tommaso e Nicolò sono bravi, esperti ed affiatati e sapranno certamente trarre il massimo da questo esordio mondiale, dove l'obiettivo è una ulteriore crescita sportiva"-.

L'edizione 2020 del Rally di Svezia, uno degli eventi più storici e apprezzati del circus iridato, sarà tuttavia destinata a rimanere negli annali, dato che il percorso è stato ampiamente ridisegnato a causa del mancato innevamento di una buona parte delle prove speciali, e si comporrà di 169,64 chilometri cronometrati suddivisi in dieci prove complessive. La sfida si disputerà su un fondo decisamente inconsueto per questo evento che, con le gomme chiodate di cui le vetture saranno equipaggiate, impegnerà i piloti in una guida particolarmente difficile, che per essere efficace dovrà combinare attenzione e precisione. Identico lo sviluppo delle giornate di venerdì e sabato nel corso delle quali i piloti affronteranno quattro prove speciali, la più lunga la "Hof-Finnskog" di 21,21 chilometri. Domenica doppio passaggio sulla "Likenäs", il secondo dei quali sarà valido come Power Stage conclusiva.

Salvo modifiche dell'ultimo momento, che vista la situazione anomala della gara potrebbero ancora essere apportate dagli organizzatori, la cerimonia di premiazione si svolgerà domenica alle ore 15:00 al parco assistenza di Torsby.