Back to Top

RALLY DEGLI ABETI - Un plateau di grandi interpreti promette agonismo e spettacolo

Al via il 36° Rally degli Abeti e dell'Abetone: un plateau di grandi interpreti promette agonismo e spettacolo

Questo fine settimana la gara, valida per il Campionato Regionale Aci Sport Toscana-Umbria, sarà un importante crocevia stagionale, ricco di grandi spunti tecnico-sportivi.

Il leader del Campionato Pinelli in cerca del primo successo assoluto in carriera,

Lucchesi cerca il tris di allori e Artino il riscatto dopo la delusione di due anni fa.

Grande attesa per i locali, da Gasperetti a Giordano da Beneventi, Ceccarelli e Casipoli.

Grande attesa per le vetture "storiche" con al via "vecchie glorie" già vincitori del rally molti anni fa: Alessandro Ancona e Giordano Braccini

Il sabato, dalle 19,00, spettacolo in piazza a San Marcello con il comico Gaetano Gennai.

San Marcello Pistoiese (Pistoia), 29 agosto 2018

Poche ore, oramai, per sentire accendere i motori al 36° Rally degli Abeti e dell'Abetone, in programma questo fine settimana sulla montagna pistoiese. Valida per il Campionato Regionale Toscano Aci Sport, la gara organizzata dalla A.S. Abeti Racing, in collaborazione con ACI Pistoia ha invariato, rispetto all'anno scorso il format dell'evento, due giorni di gara e sette Prove Speciali in totale, con il sabato 1 settembre impegnato con la classica "SuperProva" di Gavinana, una "piesse" di spettacolo allo stato puro (uno dei primi esempi in Italia), che ha ben 21 anni, essendo stata proposta per la prima volta nel 1997, mentre il resto delle sfide sarà per domenica 2 settembre.

Sono 75, gli iscritti alla gara, che presenta molte altre le validità, a partire dal prestigioso TRZ per il VI Rally Abeti Storico – Trofeo Rally di 3^ Zona, oltre al Trofeo Clio R3 "Open", al Trofeo Twingo R2 "Open", il Peugeot Competition "Club" ed il riconfermato anche il Premio Rally Aci Lucca.

IL CAMPIONATO REGIONALE PRONTO AD INFIAMMARE LE SFIDE

Grandi "nomi" e grandi vetture, per puntare al successo del rally "più verde d'Italia", che presenta iscritte ben 12 vetture di categoria R5 (cinque i marchi rappresentati), conferma del grande apprezzamento che la gara ha presso piloti e squadre. Con il numero 1 sulle fiancate partirà il vincitore del 2017, Gabriele Lucchesi, in coppia con la moglie Titti Ghilardi. Punta al tris di allori, il pilota di Bagni di Lucca, che sarà di nuovo al via con una Ford Fiesta R5, con l'incognita di non correre da oltre un anno, da quando infatti vinse questa gara l'anno scorso. Cecherà il suo primo successo assoluto il leader della classifica di campionato, il valdinievolino Fabio Pinelli (25 punti) con la Skoda Fabia R5 che guiderà per la seconda volta dopo il "Lucca" cercando un allungo sul diretto inseguitore, il pisano Carlo Alberto Senigagliesi stavolta assente. Variabili per i giochi di campionato saranno certamente l'ex Campione di Zona Luca Artino (Skoda Fabia R5), deciso di rifarsi dalla delusione patita con il ritiro del "Città di Lucca" a fine luglio, oltre che regolare il classico "conto in sospeso" con la gara dopo l'incidente di due anni fa. Da seguire con attenzione anche le prestazioni dell'altro lucchese Luca Pierotti, alla seconda gara con la Peugeot 208 T16 R5 dopo la bella performance a luglio nel "Lucca" e si rivede al via anche Paolo Moricci, ancora con la Hyundai i20 R5, con la quale vorrà certamente rifarsi dalla delusione del ritiro, all'esordio con la vettura sudcoreana lo scorso giugno a Reggello, quando era ai vertici della classifica. Torna alle gare di zona dopo parentesi tricolori il garfagnino Federico Santini, con una Skoda Fabia R5, altro pilota in grado di far bene sul tecnico tracciato montano, così come sono attesi ad una prova maiuscola i locali Davide Giordano, in gara per proseguire i test sulla Mitsubishi Space Star R5 e Marco Casipoli, con una Ford Fiesta R5. Sempre per le posizioni al sole della classifica si prenota Andrea Marcucci (Peugeot 208 T16 R5), il senatore innamorato die rallies e del Rally Abeti.

Si attendono prestazioni di spessore anche dalle vetture a due ruote motrici, con in testa l'attesissimo altro locale Federico Gasperetti, vincitore "in casa" per ben sei volte. Con la Renault Clio R3T cercherà un nuovo risultato di spessore ed oltre a lui anche un altro esponennte della montagna pistoiese, Fabio Ceccarelli, con la stessa vettura culla propositi di ben figurare nelle strade amiche. Pensano "in grande" anche i vari Paolinelli, Catanzano, Pellegrini (tutti con una Renault Clio S1600) e si prevedono poi grandi spunti velocistici dal fiorentino Ancillotti, dal locale Beneventi e dal giovane pistoiese Paperini, tutti al volante di una Peugeot 208 R2.

Due le "dame" al via, l'esperta lucchese Luciana Bandini e la pratese Susanna Mazzetti, entrambe con una Renault Clio Williams, armi pari per una sfida certamente interessante da seguire.

Tra le vetture storiche, che da regolamento apriranno le partenze, è la Porsche 911 del pistoiese Gianluca Cecchini, a prenotare il successo ed a contrastarlo ci penserà l'eretino Marco Bertelli, con una Opel Ascona 400. Grande interesse per la presenza di due grandi piloti che hanno fatto grande il Rally Abeti nel passato, pronti a fare spettacolo ed a regalarsi una soddisfazione riassaporando "i vecchi tempi": si parla di Alessandro Ancona, vincitore dell'edizione 1991 (quest'anno al via con una Opel Kadett GSi) e di Giordano Braccini, trionfatore nel 1988, che si ripresenta al via con la stessa vettura di allora, una Peugeot 205 GTI. Da ammirare certamente la Citroen Visa 1000 piste di Cristiano Matteucci e certamente vorrà fare bella figura "in casa" anche lui Adelchi Gasperetti, fratello di Federico, con la sua Renault 5 Alpine. Atteso poi ad una nuova prova di forza e di spettacolo il fiorentino Massimiliano Fognani, con la piccola A112 Abarth.

IL PROGRAMMA DI GARA

Sarà il via "tecnico" dal Parco Assistenza di Campo Tizzoro, alle 17,21 di sabato 1 settembre, a dare inizio alla gara "più verde d'Italia": i concorrenti daranno poi vita allo spettacolo della "SuperProva" (ore 17,35 - Km.5,290) per poi indirizzarsi verso il riordinamento notturno di San Marcello Pistoiese.

L'indomani, domenica 2 settembre, il resto della gara: uscita dal riordinamento alle ore 8,01 per andare ad affrontare la parte più ampia delle sfide, le altre sei "piesse". Si inizierà con la ostica "Le Torri" (Km.13,260), poi si andrà sulla "Lizzano" (Km. 14,790), dopo le quali vi saranno il riordinamento a Maresca in Piazza della stazione ed il Service di Campo Tizzoro.

Secondo giro di sfide con la prova "Il Melo" (Km. 10,450), con un fondo stradale ampiamente riasfaltato, poi di nuovo "Lizzano", quindi "Le Torri" e di nuovo "Il Melo", prima della bandiera a scacchi in Piazza Matteotti di San Marcello, dove sventolerà a partire dalle ore 17,15.

Il Rally degli Abeti e dell'Abetone conta un totale di distanza competitiva di 82,290 chilometri sui 251,880 dell'intero percorso.

LA FESTA IN PIAZZA DEL SABATO SERA

Come nelle edizioni precedenti, anche per quest'anno verrà organizzata una festa all'arrivo della prima giornata di gara del sabato 01 settembre. Nella centralissima Piazza Matteotti a San Marcello, in coincidenza con l'ingresso delle vetture nel riordinamento notturno (previsto da quest'anno proprio nella piazza), vi sarà la festa "Rally & note" con ospite il comico toscano Gaetano Gennai. 

ACI RALLY ITALIA TALENT - Un altro sogno diventa r...
MICHELIN RALLY CUP - Stefano Albertini tenta la fu...
 

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to https://www.rallylink.it/cms16/