Back to Top

MRC SPORT - Ronde Val d'Orcia

Decima edizione del Rally della Val D'Orcia e terza tappa del Trofeo Raceday Terra 2018-'19. Nel fine settimana dell'8-10 febbraio tre equipaggi della MRC Sport hanno preso parte alla ormai celebre manifestazione, organizzata sugli sterrati della località senese dal Radicofani Motorsport,Sei prove speciali in programma: partenza con la storica prova di Radicofani, mentre il secondo tratto in programma era a San Casciano dei Bagni, i due comuni che ospitavano la kermesse. Due tratti cronometrati, rispettivamente di Km. 12,91 e di Km. 6,48, da ripetersi tre volte ciascuno per un totale di Km. 57,27 di "speciali", su un percorso globale di Km. 179,81. Ad ogni giro era previsto un riordino a San Casciano dei Bagni, a cui seguiva un Parco Assistenza invece nella Zona Industriale di "Val di Paglia". Il programma della manifestazione prevedeva per sabato 9, alle 19.01, la partenza ufficiale della gara, come consuetudine, dalla suggestiva Piazza San Pietro di Radicofani e riordino notturno a San Casciano dei Bagni. Domenica 10 febbraio iniziava poi la gara vera e propria con l'uscita dal riordino notturno ed alle ore 9.00 la prima prova speciale di Radicofani. C'era grande attesa per Andrea De Luna, che con Denis Pozzo come "naviga" su Ford Fiesta di gruppo R5, arrivava alla terza tappa come leader della classifica del Raceday. Purtroppo il driver di Fontanafredda (Pordenone) è scivolato nella classica buccia di banana. "Verso la fine della seconda prova speciale ci siamo girati – ha raccontato De Luna -siamo finiti con il muso in un piccolo fosso e non c'è stato verso, neppure con l'aiuto del pubblico, di rimettere la vettura in carreggiata e quindi abbiamo dovuto ritirarci. Peccato perché nella prima prova eravamo partiti abbastanza bene, un po' cauti non conoscendo i tracciati, ma comunque a ridosso dei primi e con un gap che avremmo potuto tranquillamente colmare nel corso della giornata". "Per il campionato – ha continuato – non cambia nulla visto che comunque da regolamento bisogna scartare una gara. Di certo ora non si può sbagliare più nulla. Mancano due gare alla fine e speriamo di poter partecipare ad entrambe. Dipenderà essenzialmente dai nostri sponsor". Giornata positiva invece per Christian Marchioro, con alle note, come di consueto, la moglie Silvia Dall'Olmo su Peugeot 207. L'equipaggio padovano ha chiuso all'ottavo posto in classifica assoluta, primo di classe Super 2000, secondo di Gruppo A e quarto nel ranking del campionato. "Siamo soddisfatti – ha spiegato Marchioro – l'obbiettivo era di fare più punti possibili per il Raceday e devo dire che ci siamo riusciti, visto e considerato che gareggiavamo con gli R5". "Le prove erano belle toste, molto veloci e abbiamo pagato un po' lo scotto dovuto al fatto che non avessimo confidenza con le stesse, ma abbiamo saputo limitare i danni e alla fine il risultato ci ha gratificati". 42esimo in classifica assoluta è arrivato Alessandro Rossetto su Renault Clio Rs con Manuel Lazzer sul sedile di destra, nonché settimi di gruppo N e settimi di classe N3. "La gara era molto insidiosa – ha spiegato – abbiamo bucato già alla prima prova e purtroppo siamo stati accompagnati da problemi al sistema elettrico per tutta la gara. Il risultato della Val d'Orcia ci esclude dal finale del Raceday. Adesso valuteremo se continuare comunque con le rimanenti due tappe del campionato per fare esperienza. Intanto mi senti di ringraziare la MRC Sport ed il suo presidente, Giacomo De Luca."  

PROJECT TEAM - Rally della Val d'Orcia, buona la p...
FRANCIACORTA HISTORIC - La 12.edizione in programm...