Back to Top

IRCUP 2020 - Calendario rivisto ma resta super il montepremi

Il campionato si svolgerà su tre appuntamenti con un montepremi che resta superiore ai 200mila euro. Ai premi in denaro si aggiungono pneumatici Pirelli e carburante Panta gratuiti per ogni categoria. Cambiano i coefficienti dei rally, resta l'innovativa classifica "teams".

'International Rally Cup - Pirelli 2020 ha dato forma concreta al progetto di ripartenza. Con grande coraggio e tenacia gli organizzatori non hanno mai smesso di credere nella possibilità di poter disputare la Serie in questo difficile 2020 e ora non solo ripartono, ma saranno i primi a farlo.


Il 40° Rally del Casentino sarà la prima gara rallystica in Italia dopo l'emergenza Covid-19, un carico di responsabilità, ma anche una punta di orgoglio per tutta la squadra IRC.

Nonostante la necessità di rinunciare a due gare, un grande sforzo è stato fatto per salvaguardare il montepremi che resta superiore ai 200mila euro tra premi finali in denaro e premi a gara. Spiccano i 30mila euro per il vincitore assoluto, ma anche - novità nel panorama rallystico - i 5mila euro al miglior team tra noleggiatori e preparatori.

I rally: Casentino, Bassano e Appennino Reggiano

Il format rivisto dell'IRC - Pirelli 2020 prevede tre gare, tutte nella formula "Internazionale": il Rally del Casentino (3-4 luglio) , il Rally di Bassano (25-26 settembre) e infine il Rally dell'Appenino Reggiano (12-13 dicembre). Restano immutati il sistema di attribuzione dei punteggi per ogni gara e la power stage, ovvero l'assegnazione di punti "bonus" al vincitore di una delle prove speciali scelta dall'organizzazione prima dell'evento, ma cambiano i coefficienti che faranno da moltiplicatore ai punti conquistati e che andranno a salire: coefficiente 1 per il "Casentino", 1,5 per il "Bassano", 2 per "l'Appennino Reggiano".

I premi in denaro ammontano a 185mila euro

Nonostante la diminuzione delle gare l'organizzazione ha cercato di salvaguardare il montepremi di inizio stagione: se il vincitore si poterà a casa 30mila euro, dai 20mila del secondo ai 5mila del quinto classificato i premi restano addirittura invariati rispetto a quelli annunciati a inizio stagione.

L'attenzione dell'IRC - Pirelli verso i giovani e le classi propedeutiche si traduce in un montepremi invariato anche per le classi N3 e N2. I concorrenti iscritti in N3 si giocheranno il premio di 10mila euro assegnato al campione a cui vanno aggiunti i 5mila per il vice e i 3mila per il terzo; nella N2 il più veloce si porterà a casa 8mila euro, 4mila al secondo e 2mila al terzo.

Nessuna variazione neppure per il raggruppamento S1600, R3C, R3T, A7 e Racing Start Plus. I primi tre vinceranno 10mila, 6mila e 4mila euro. 10mila e 5mila euro andranno invece ai primi due del raggruppamento S2000, R4, N4, e A8. Infine l'ambito e combattuto trofeo Peugetot 208 R2B garantirà al vincitore 12mila euro e premierà i primi quattro di classe.

L'IRC - Pirelli 2020 conferma anche l'attenzione verso i noleggiatori e i preparatori delle auto che manterranno la classifica dedicata annunciata a inizio stagione: il miglior team si aggiudicherà 5mila euro e 3mila il secondo.

Mantenuti anche i premi a gara con pneumatici Pirelli e carburante Panta per i vincitori delle Power Stage e delle classi. In totale i premi in agevolazioni per i concorrenti sfiorano i 20mila euro 

RALLY DI ROMACAPITALE - Anche senza il Lido di Ost...
WRC - Toyota conferma il test con la Yaris 2020
 

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to https://www.rallylink.it/cms16/