Back to Top

Intervista a Felice Re sulla situazione "Polo"

Abbiamo incontrato al Rally del Taro Felice Re, del team HK Racing primo team italiano a mettere su strada nei rally italiani le Volkswagen Polo R5. È stato inevitabile spostare l'argomento della conversazione sul "problema" Volkswagen (con alcune vetture andate a fuoco durante i rally), problema sulla bocca di tutti, appassionati ed addetti ai lavori. Abbiamo voluto sentire anche il suo punto di vista, da chi cioè gestisce, nei rally nostrani e non solo, le nuove vetture tedesche:  

Felice Re, è ormai evidente che ci sia, o ci sia stato, un problema alle nuove Polo R5. Cosa ci puoi dire a riguardo?

Innanzitutto, grazie per avermi dato l'occasione per replicare e dire la mia rispetto a diversi articoli apparsi sulle riviste di settore: trovo corretto che i giornalisti prima di sentenziare dichiarazioni pesanti che possono creare dei danni agli interessati, ascoltino tutte le campane ed in questo caso la nostra, in quanto in particolare è stato fatto il nome del mio team. Si parla di cose senza saperne i dettagli. Non si può insinuare per esempio che Andrea Crugnola abbia corso l'Adriatico con la Skoda perché, altrimenti, la Polo si sarebbe rotta e confermare tale insinuazione perché Crugnola correrà il Sardegna sempre con la Skoda. All'inizio dell'anno abbiamo firmato un contratto dove risultava chiaro che Andrea avrebbe usato la Polo nei rally su asfalto e la Skoda nei rally con fondo sterrato. Per gestire un team ci vogliono tanti soldi e quest'anno abbiamo fatto la scelta di fare il nostro investimento non schierando le Polo sulla terra per non rovinarle. Tutto qui

Noi vogliamo che non vengano procurati falsi allarmi; alcuni nostri clienti ci stanno chiamando preoccupati: è normale, se c'è una bomba tutti scappano ed io non voglio passare per uno che noleggia delle auto che possono bruciare. Poi nel motorsport può succedere di tutto e su tutti i tipi di vetture: motorsport is dangerous, ricordiamocelo. 

Entriamo però in merito alla questione che ha interessato alcune vetture Polo R5

Le Volkswagen sono macchine fantastiche, non parlo come rappresentante Volkswagen e non ho nessun accordo per difendere la loro immagine, ma io ci lavoro e ci lavoro proprio bene. La vettura non ha problemi ma si stanno valutando attentamente gli ultimi fatti dove cinque vetture hanno preso fuoco ed è stato rilevato che tutte usavano lo stesso tipo di benzina. Si è intervenuti allora, come già fatto su Skoda, con una doppia valvola di sfogo. È come con una bottiglia dove c'è dell'acqua gassata e se la agiti tanto avrai tanto gas da far sfogare.

Si è detto che la macchina si rompe, riferendosi all'idroguida, anche se nessuno sa cosa sia successo. Due scatole guida si possono anche rompere, l'azienda italiana molto rinomata ne ha prodotte più di 800 senza problemi. Può essere una coincidenza, ma comunque stiamo verificando

Ringrazio tantissimo la mia squadra, perché ci ha lavorato mettendoci tanta esperienza e abbiamo proposto la soluzione non perché siamo i più bravi ma perché abbiamo guardato le altre vetture come erano fatte. E ci hanno ringraziato. 

Si è parlato di blocco delle consegne delle Polo R5, per avere il tempo di controllare le vetture

Non è un blocco ma un normale ritardo nelle consegne. Una, al massimo due settimane per poter verificare le tre-quattro modifiche fatte sulle vetture, ma da lì a dire che Volkswagen fa una vettura dove possono bruciare delle persone ce ne passa. Sono affermazioni molto gravi, perché procurano allarme.

E' altrettanto falso dire che tutti i serbatoi dovranno essere sostituiti: il problema non è il serbatoio, bensì la valvola di sicurezza e da questo punto di vista ci siamo già prodigati per la sicurezza dei nostri piloti.

La troppa ironia che gira intorno alla mia squadra deve finire: io non sono più disposto ad aspettare che tutta la gente debba sempre trovare un pretesto per attaccarmi. Volkswagen è un team che quando si muove, lo fa pesantemente: mi hanno veramente impressionato. Io ho lavorato con Ford e Citroen e ti posso garantire che Volkswagen è un colosso importantissimo, che sicuramente non accetta di fare questo tipo di figura. Poi è chiaro che tutti possono essere attaccati: non nascondiamo che la Skoda e la Fiesta all'inizio hanno avuto lo stesso problema. Quando tu crei una vettura nuova la fai testare da piloti professionisti, ma spesso i problemi emergono quanto la usa il gentleman, perché non usa bene il cambio, la frizione o non spegne subito il bang. 

Non è stato bello neanche per noi, vedere i nostri amici, perché in Volkswagen si è tutti amici, perdere ingenti somme, ma attenzione perché Volkswagen non è passiva sotto questo punto di vista. Noi abbiamo collaborato con loro, questa settimana abbiamo fatto delle modifiche e ci continueremo a lavorare. Succederà ancora? Ci lavoreremo ancora di più per risolvere la situazione, affinché tutti i nostri clienti che corrono con le Volkswagen possano divertirsi.

Quello che mi dà fastidio è che non viene mai messo in risalto che siamo una squadra che ha vinto l'ultima gara di campionato svizzero, siamo primi nel campionato francese e che Andrea è stato finora molto sfortunato, ma lui è un grandissimo pilota e lo dimostrerà da qui a fine anno. Noi faremo di tutto per metterlo in condizioni di vincere.

Siamo una famiglia con tanta passione e gradirei che chi scrive cattiverie nei nostri confronti, prima di farlo ci contattasse. 

 Immagini da Aci Sport

MRC SPORT - Dolomiti Rally
08 Rally Italia Sardegna - Gli orari delle prove s...