Back to Top

Programma dettagliato del 26° Rally Adriatico

programma 2019Venerdì 3 maggio

8:30 - 12:00 Verifiche Sportive (Parco Assistenza - Jesi)
9:00 - 12:30 Verifiche Tecniche (Parco Assistenza - Jesi)
13:30 - 17:00 Shakedown (Loc. Colognola)
19:01 Partenza (Cingoli, P.za Vittorio Emanuele II)
19:10 Riordino notturno IN (Cingoli, V.le Valentini)

Sabato 4 maggio

8:01 Riordino notturno OUT
8:28 - 8:43 Parco Assistenza (Jesi)

9:17 ps.1 "Colognola 1" di 5,40 km
9:58 ps.2 "Avenale 1" di 5,18 km
10:20 ps.3 "Castel Sant'Angelo 1" di 10,60 km
11:07 ps.4 "Dei Laghi 1" di 11,93 km

11:52 - 12:12 Riordino a Jesi
12:12 - 12:42 Parco Assistenza

13:16 ps.5 "Colognola 2" di 5,40 km
13:57 ps.6 "Avenale 2" di 5,18 km
14:19 ps.7 "Castel Sant'Angelo 2" di 10,60 km
15:06 ps.8 "Dei Laghi 2" di 11,93 km

15:51 - 16:11 Riordino a Jesi
16:11 - 16:41 Parco Assistenza

17:25 ps.9 "Avenale 3" di 5,18 km
17:47 ps.10 "Castel Sant'Angelo 3" di 10,60 km
18:34 ps.11 "Dei Laghi 3" di 11,93 km

19:04 - 19:24 Riordino V.le Valentini a Cingoli

19:30 Arrivo a Cingoli, P.,za Vittorio Emanuele II

Totale km di prova speciali: 93,93

Gli iscritti al Campionato Italiano Rally Terra

andreucci andreussi sabato 4Ci sono due possibilità per iscriversi e prendere punteggio per il Campionato Italiano Rally Terra, e sono le chiusure delle iscrizioni delle prime due gare in programma. Adriatico e Rally d’Italia. Questi gli iscritti che prenderanno punti fin dal Rally Adriatico:

Campionato Italiano Rally Terra:
Andreucci Paolo
Baldinini Filippo
Battilani Fabio
Barone Jr.
Cagni Davide
Ceccoli Daniele
Cobbe Luciano
Codato Mattia
Consani Stephane
Costenaro Giacomo
Dalmazzini Andrea
Fanari Francesco
Gallu Andrea
Hoebling Luca
Liceri Michele
Marchioro Nicolò
Maspoli Luca
Ricci Luigi
Scandola Umberto
Squarcialupi Massimo
Tonso Massimiliano
Versace Tullio Luigi

Trofeo Gruppo N 4 ruote motrici
Bardini James
Bedini Piergiorgio
Codato Mattia
Guerra Stefano
Ioriatti Armando

Il Campionato Italiano Rally Terra 2019

trentin demarco sabato 2Calendario “ambizioso” quest’anno per il C.I.R.T., con 5 appuntamenti senza alcuno scarto a fine campionato: si parte appunto con il Rally Adriatico e, a metà giugno, ci si trasferisce in Sardegna per affrontare il Rally d’Italia Sardegna, l’appuntamento italiano del mondiale. Non è la prima volta che il Terra si avvicina al mondiale, ma quest’anno gli iscritti C.I.R.T. che vi parteciperanno lo faranno iscriversi proprio alla gara mondiale e non più gareggiando in coda come una gara diversa. Per il Campionato sarà valida solamente la prima tappa che terminerà il venerdì sera: se poi i concorrenti decideranno di continuare con le altre due tappe del sabato e della domenica, lo faranno unicamente per soddisfazione personale ma non cambierà nulla per il Campionato terra, già terminato il venerdì.

A metà luglio l’appuntamento sarà a S.Marino, il cui rally 2019 ha seguito il destino del’Adriatico e non sarà quindi valido anche per il C.I.R.. Pausa di due mesi si disputa il”Nido dell’Aquila” per terminare a fine novembre con il Tuscan Rewind, appuntamento che coinciderà anche con la tappa  finale del C.I.R.

Il Rally d’Italia e il Tuscan Rewind avranno coefficiente di punteggio maggiorato a 1,5. Come già scritto, non è previsto alcuno scarto dei peggiori risultati ma saranno validi quindi tutti i punteggi conquistati durante la stagione.

Con il medesimo calendario e coefficienti, è istituito quest’anno il “Trofeo Gruppo N 4 ruote motrici”, a iscrizione obbligatoria: questo Trofeo sarà in regime di monogomma (Yokohama) e potrà contare su un montepremi finale di 15.000 € da suddividersi fra i primi quattro classificati.

Ci saranno come sempre le Coppe ACI-SPORT, dove non è obbligatorio iscriversi, che seguiranno le stesse norme di punteggio del C.I.R.T. Le coppe istituite sono:

Super 2000 / R4; Classe R5; Classi R3; Classi R2; Classi R1; Under 25 Memorial Pucci Grossi; Over 55; Gruppo N / Prod S 2 ruote motrici; Prod S 4 ruote motrici

26° Rally Adriatico

logo adriaticoNon c’è la validità quest’anno per il massimo campionato italiano, il C.I.R., ma il Rally Adriatico non perde certo il suo smalto di rally con sterrati bellissimi, veloci e difficili dove chi è davanti è sempre un campione. Gli fa eco un Campionato Italiano Rally Terra dove anche quest’anno ci hanno creduto, con la presenza di Umberto Scandola e quasi sicuramente di Paolo Andreucci, oltre a tutti gli altri campioni del Terra che hanno dimostrato, negli ultimi “incontri” con i colleghi del C.I.R., di non esserne sicuramente da meno.

Cerimonia di partenza il venerdì sera e gara tutto il sabato, con la presenza anche del rally per autostoriche.

Pagina 5 di 5