Back to Top

Parco in allestimento

Sempre a Jesi come negli ultimi anni il parco assistenza del Rally Adratico, sede anche delle verifiche di domattina. Ancora abbastanza "vuoto" andrà riempiendosi sempre più in vista dall'avvicinarsi del "Drivers, start your engines" in programma per domattina, allo shakedown, e domani sera, per la partenza - presentazione.

giov paracing  giov ceccoli 
giov 208 giov battilani
giov motorsport giov skoda

Le nuove Hyundai di S.A. Motorsport

S.A. Motorsport, come dire, Umberto Scandola e la sua nuova avventura nel "terra", quel fondo che tanto aveva richiesto Umberto lo scorso anno e che quest'anno si è andato a cercare a tutti i costi. Ecco le due nuove Hyundai del team, che hanno sostituito le due Skoda a cui eravamo abituati. All'Adriatico ci corrono Umberto Scandola e Luca Hoelbling. In diretta dal parco assistenza di Jesi in allestimento.

giov due hyundai giov hoelbling
giov scandola  

Con la Circolare n.1 si regolamentano le verifiche e lo shakedown

circolareComunicati, con la Circolare informativa n.1, i turni di verifica e dello shakedown di venerdì. I concorrenti vengono suddivisi in due turni, per le verifiche dalle 8:30 alle 10:30 e dalle 10:31 alle 12:00, le tecniche come sempre sfalsate di 30 minuti rispetto alle verifiche e due turni anche per lo shakedown: il primo dalle 13:30 alle 15:30 e a seguire fino alle 17:00 il secondo gruppo.

Il primo gruppo comprende i concorrenti dal n.1 al n.21 (tutti gli iscritti CIRT su vetture R5 oltre a Crugnola e a Gryazin), i 5 conduttori iscritti al neonato Trofeo Gruppo N ed i 7 equipaggi iscritti al Campionato Italiano Rally Junior. Nel secondo gruppo tutti gli altri

Andrea Crugnola correrà l'Adriatico con la Skoda Fabia

crugnola ometto shakedown 1Come annunciato da lui stesso sulla sua pagina Facebook, Andrea Crugnola correrà l'Adriatico con la Skoda Fabia R5 e non con la Volkswagen Polo R5 con la quale risulta iscritto. E' naturalmente possibile farlo fino alle verifiche tecniche, restando all'interno della stessa classe. Decisione "naturale" visto che qualche giorno dopo sarà impegnato nella terza prova del C.I.R. in Sicilia proprio con la Volkswagen Polo.

Sarà Rudy Briani il navigatore di Paolo Andreucci

AndreucciIl Rally Adratico 2019 segna il ritorno alle gare per Paolo Andreucci, assenza durata "ben" due mesi, giusto il tempo di due gare CIR. Paolo affronta la prima gare del CIRT con la sua "fida" Peugeot 208 T16 (essendo uomo immagine Peugeot la sceltà è stata quasi obbligata) e si presenta con un nuovo - per lui - navigatore. Anna lo aveva già detto che "difficilmente" la rivedremo in gara, ma se il richiamo della corsa è fortissimo nell'animo di Paolo non è poi tanto di meno in quello di Anna, ma staremo a vedere. Intanto questo il comunicato ufficiale di "Paolo&Anna":

"Iscritto al Campionato Italiano Rally Terra, Andreucci si presenta al via con tante novità, la prima, che non passerà inosservata per la livrea, la collaborazione con il main sponsor Peletto Racing Team. Al volante della Peugeot 208T16 gommata Pirelli, gestita da MM Motorsport con la scuderia Maranello Corse, sarà affiancato alle note dal 42enne Rudy Briani, navigatore di grande esperienza, molto attivo nelle gare in fuoristrada. Per Andreucci una nuova collaborazione, FIAMM Energy Technology azienda multinazionale attiva nella produzione e distribuzione di accumulatori per avviamento e per uso industriale, sarà infatti “a fianco” del campione Toscano con la propria rete di officine FIAMM Network. Continua anche per quest’anno la partnership con la Sparco SPA, la società leader che da sempre segue i rally e supporta Paolo Andreucci ed Anna Andreussi.

“Torno a divertirmi al volante, abbiamo scelto di farlo nel campionato italiano rally terra e naturalmente non poteva mancare la Peugeot 208T16, che lo scorso anno ci ha permesso di vincere il tricolore per l’undicesima volta. Con l’Adriatico abbiamo un conto in sospeso, lo scorso anno non è finito nel migliore dei modi e per questa prima gara, proveremo a far meglio.”

 

Il Campionato Italiano Rally Junior

pollara castiglioni shakedownDopo il debutto di Sanremo, il CIR Junior, quest'anno nell'inedita formula di monomarca Ford Fiesta R2 gestite sui campi gara dalla struttura di Motorsport Italia, giunge all'Adriatico al suo secondo appuntamento, l'unico fuori dal CIR ed il primo su fondo sterrato. Presenti tutti e sette gli equipaggi iscritti al campionato, attualmente capitanata dal siciliano Marco Pollara (15 punti), seguito da Giorgio Bernardi (12 punti), Mattia Vita (10), Andrea Mazzocchi (8) e Giuseppe Testa (6). Ancora a secco di punti per le disavventura sanremesi Pasquale Pucella e Luca Bottarelli.

Queste le statistiche della prima gara:

b2ap3 large junior ps ok

b2ap3 large junior leader

Che elenco iscritti !!

iscritti48 iscritti al rally moderno (esattamente come l’anno scorso quanto il rally era valido anche per il C.I.R.) e 13 allo storico (è la sua prima edizione). E soprattutto tanta tanta qualità

Cominciamo dagli iscritti al Campionato Italiano Rally Terra: saranno presenti ben 21 dei 22 piloti iscritti: manca degli iscritti al campionato solamente Francesco Fanari.

Saranno quindi a disputarsi i punti del Campionato Paolo Andreucci, che proprio oggi ha confermato la sua presenza con la fida Peugeot 208 T16, Umberto Scandola, Gigi Ricci, Luca Hoelbling con le Hyundai, Andrea Dalmazzini e Massimo Squarcialupi (Ford Fiesta), Nicolò Marchioro, Daniele Ceccoli, Giacomo Costenaro, Tullio Versace, Stephane Consani, Massimo Tonso, Luciano Cobbe con le Skoda Fabia R5. Questo solo per citare i piloti CIRT iscritti con le vetture di classe R5.

Fuori dal campionato, per prepararsi per i futuri impegni nei vari campionati, troviamo nomi importanti come Andrea Crugnola (Volkswagen Polo), il russo Nikolay Gryazin (Skoda Fabia) con Andrea Succi e Piero Canobbio che con le loro Skoda Fabia chiudono il numeroso plotone delle R5 (ben 17 vetture).

Piacevole sorpresa anche l’equipaggio "mondiale" formato da Enrico Oldrati e da Manuel Fenoli, al via con la Peugeot 208 r2.

E passiamo al Campionato Italiano Rally Junior che a Cingoli disputerà il suo secondo appuntamento, l’unico extra CIR e ci saranno tutti e sette i protagonisti: Marco Pollara, Giorgio Bernardi, Mattia Vita, Andrea Mazzocchi, Giuseppe Testa, Luca Bottarelli e Pasquale Pucella.

Potete consultare cliccando qui l’elenco iscritti del rally moderno e del rally storico

1° Rally Storico del Medio Adriatico

logo medio adriaticoQuest'anno, in coda al Rally Adriatico valido per il C.I.R.T. ci sarà anche un rally per autostoriche, denominato "Rally Storico del Medio Adriatico" valevole per il neonato Trofeo Terra Rally Storici.

Il programma della manifestazione, rispetto al programma C.I.R.T., vedrà i concorrenti percorrere, in coda alla gara CIRT, solamente i primi due giri di prove speciali (quindi dalla ps.1 alla ps.8) per poi puntare direttamnente all'arrivo di Cingoli dove l'arrivo è previsto alle 16:00 (circa perchè dipende dal numero di iscritti della gara CIRT).

Pagina 4 di 5