Back to Top

Giovedì 20 settembre

verificheIniziano oggi a fare capolino al Rally Adriatico, le vetture impegnate nell'importante sfida marchigiana con le operazioni di verifica. Questo il programma:

18:30 - 22:30 Verifiche Sportive  presso parco assistenza di Jesi
19:00 - 23:00 Verifiche Tecniche presso parco assistenza di Jesi

Le verifiche sono normate con Circolare Informativa n.2 dopo sono esposti gli orari dei singoli turni di verifica. Potete consultarla anche cliccando direttamente qui

Elenco Iscritti

2017 iscrittiC'è poco da fare: gara su terra e quasi fine stagione e i 47 iscritti alla gara CIR dell'Adriatico non sorprendono, bissando i numeri dello scorso anno (erano 50 gli iscritti alla gara CIR); così come i 5 iscritti alla gara di Campionato Regionale che su terra non ha mai riscosso grande successo. E stiamo parlando di un rally con gli sterrati fra i più d'Italia. Scritto della quantità, parliamo ora invece della qualità, che come sempre è molto alta:

Gli iscritti al CIR assoluto: ci sono quelli che contano per la classifica: Paolo Andreucci, Umberto Scandola, Simone Campedelli, Andrea Crugnola e Antonio Rusce che vuole esserci anche su terra.
Non iscritti al CIR ma in grado di dare fastidio a molti (per il CIR nessuno è trasparente e quindi tutti portano via punti preziosi) i due giovani finlandesi che già conosciamo: Emil Lindholm (Hyundai) e Eerik Pietarinen (Peugeot).
Passiamo al CIR Junior, dove sono presenti tutti gli iscritti, ad eccezzione di Rachele Somaschini che corre, puntando al Femminile, con una Citroen DS3 R3T. Per lo Junior quindi ci saranno:  Damiano De Tommaso, Andrea Mazzocchi, Tommaso Ciuffi, Davide Nicelli, Jacopo Trevisani, Stefano Strabello, Lorenzo Coppe e Alessandro Nerobutto

Per il CIR 2 ruote motrici Ivan Ferrarotti e Riccardo Canzian decidono che visto che devono scartare, una gara su terra sia l'occasione buona e disertano la gara marchigiana perchè comunque, non essendo in tre in classe (manca anche Emanuele Rosso) il loro punteggio sarebbe stato dimezzato. Ci saranno comunque Damiano De Tommaso, Davide Nicelli e Alessandro Nerobutto.

Nel Femminile "battaglia rosa" fra Corinne Federighi e Rachele Somaschini

Concludiamo con gli iscritti al CIRT (il campionato italiano rally terra) che sono ben dieci : Nicolò Marchioro, Daniele Ceccoli, Giacomo Costenaro, Mauro Trentin, Federico Della Casa, Alessandro Taddei, Gigi Ricci, Francesco Tali, Tullio Versace e Davide Cagni.

Questi sono naturalmente solo alcuni fra gli iscritti e vi rimandiamo all'elenco completo per scorrerli tutti (c'è anche Maurizio Morato con la Ford Fiesta R5)

Potete consultare cliccando qui, l'intero elenco iscritti del 25° Rally Adriatico

Il programma della gara aggiornato

2018 programma

Giovedì 20 settembre

18:30 - 22:30 Verifiche Sportive  presso parco assistenza di Jesi
19:00 - 23:00 Verifiche Tecniche presso parco assistenza di Jesi

Venerdì 21 settembre

07:30 - 11:30 Shakedown Loc. Colognola - Cingoli

13:31 Partenza da Cingoli - Viale Valentini

13:42 sps.1 "Città di Cingoli"di km. 2,60

14:17 - 15:02 Riordino di 45 minuti a Jesi
15:02 - 15:32 Parco assistenza di 30 minuti a Jesi

16:15 ps.2 "Avenale 1" di 5,18 km
16:46 ps.3 "Saltregna 1" di 5,47 km

17:12 - 18:02 Riordino di 50 minuti a Cingoli

18:13 ps.4 "Avenale 2" di 5,18 km
18:44 ps.5 "Saltregna 2" di 5,47 km

19:10 Entrata nel riordino notturno a Cingoli, Viale Valentini

Sabato 22 settembre

8:01 Uscita riordino notturno di Cingoli

8:28 - 8:58 Parco Assistenza  di 30 minuti a Jesi

9:24 ps.6 "Cupramontana 1" di 6,04 km
10:14 ps.7 "Castel Sant'Angelo 1" di 10,60 km
10:57 ps.8 "Dei Laghi 1" di 11,93 km

11:42 - 12:02 Riordino di 20 minuti a Jesi
12:02 - 12:32 Parco Assistenza di 30 minuti

12:58 ps.9 "Cupramontana 2" di 6,04 km
13:48 ps.10 "Castel Sant'Angelo 2" di 10,60 km
14:31 ps.11 "Dei Laghi 2" di 11,93 km

15:16 - 15:36 Riordino di 30 minuti a Jesi
15:36 - 16:06 Parco Assistenza di 30 minuti a Jesi

16:32 ps.12 "Cupramontana 3" di 6,04 km
17:22 ps.13 "Castel Sant'Angelo 3" di 10,60 km
18:05 ps.14 "Dei Laghi 3" di 11,93 km

18:34 - 18:54 Riordino a Cingoli di 20 minuti

19:00 Arrivo a Cingoli in Viale Valentini

Venerdì i concorrenti della gara CIR percorreranno 23,90 km di prove speciali, mentre sabato i km di prove saranno 85,71, per un totale complessivo di 109,61 km di prove speciali.

La gara valida per il campionato regionale, disputerà la prova spettacolo ed il primo giro di prove il venerdì e gli ultimi due giri di prove speciali il sabato (non transiterà sul primo giro della gara CIR)

Anna Andreussi c’è !!

Anna Andreussi 1Se Paolo Andreucci si è presentato al Rally di Roma Capitale – e ha condotto la classifica CIR quasi fino al termine del rally – neppure una settimana dopo il serio incidente occorsogli nei test prima dell’evento romano, Anna Andreussi è rimasta in convalescenza per diverse settimane a causa dei postumi dell’incidente ma ora le visite di controllo hanno dato l’ok alla sua partecipazione al rally marchigiano, a soli due mesi di distanza dall’incidente.  Quindi giusto il tempo di ringraziare David Castiglioni che l’ha sostituita al Rally di Roma Capitale e Anna ritorna nuovamente nel suo ufficio ideale, l’abitacolo della Peugeot 208 T16, al fianco del compagno di vita e di carriera sportiva Paolo Andreucci.

“Sono contenta di essere riuscita, grazie allo staff medico che mi ha seguita in questi mesi, a raggiungere l'obbiettivo che mi ero prefissata fin da subito: correre le ultime due gare del campionato. Abbiamo fatto ogni passo insieme io e Paolo, l'ultimo step per decidere di partecipare all'Adriatico è stato il test di ieri... Salire in macchina mi ha ridato tutto quello che avevo sperato nei mesi scorsi, ovvero che nulla è cambiato! La voglia di correre è di poter essere al 100% al fianco di Paolo c’è stata fin dall’inizio, subito dopo l’incidente. Sono molto contenta ma anche concentrata e determinata poiché dovrò dare più del massimo, ma era proprio quello che volevo. L’Adriatico non sarà una gara semplice, quest’anno ancor più per noi che veniamo da questo venerdì 13. Ma so che ce la possiamo fare, ce la dobbiamo fare, perché in queste ultime due gare ci giochiamo molto in ottica di campionato”.

La situazione nel Campionato Italiano Rally

Campionato Italiano Rally Assoluto
andreucci castiglioni shakedown 1Se fosse una gara ciclistica potremo dire che Paolo Andreucci (Peugeot) è in fuga fin dall’inizio del Campionato ed al suo inseguimento è rimasto un gruppo di tre corridori, formato da Umberto Scandola (Skoda) , Simone Campedelli (Ford) e Andrea Crugnola (Ford). Il toscano guida infatti la classifica con 22 punti di vantaggio sul veronese Umberto Scandola, 23 sul cesenate Simone Campedelli e 24 su varesino Andrea Crugnola. Per i calcoli siamo “agevolati” dal fatto che ognuno dei quattro piloti ha già effettuato lo scarto ammesso dal regolamento, anzi, tutti hanno in carnet ben due ritiri. Paolo Andreucci ha quattro vittorie (a stralcio quella del Targa ottenuto “dietro” Andrea Nucita), Simone Campedelli 1 vittoria (a stralcio quella del San Marino, alle spalle di Daniele Ceccoli) e 1 Giacomo Scattolon (a stralcio fra i big dell’europeo e alle spalle di Giandomenico Basso).

Ognuna delle due gare rimanenti, Adriatico e Due Valli, può assegnare 22,5 punti al vincitore, se non superato in classifica da un concorrente non iscritto al CIR. Potenzialmente quindi 45 punti ancora a disposizione che possono confermare o sconvolgere la classifica di Campionato.

Si possono concludere matematicamente “i giochi” per il titolo 2018 già all’Adriatico ? Si, se Paolo Andreucci e Anna Andreussi (confermata al via della gara marchigiana) vinceranno il rally o comunque risultassero primi fra gli equipaggi iscritti al C.I.R.

Campionato Italiano Rally Due Ruote Motrici

ferrarotti agnese shakedown 4Più complicata la situazione classifica del CIR 2 RM, che si disputa su sette gare (solo il prossimo Due Valli sarà a coefficiente 1,5) ma con ben due scarti e soprattutto con classifica di classe ben distinte: c’è infatti una classifica per la classe R2 ed una per la classe R3 (ci sarebbe anche la classe RGT ma i suoi attori sono ormai fuori dai giochi per il successo finale).

Attualmente al comando Ivan Ferrarotti (Renault R3) con 55 punti ma non ha ancora scartato nulla, al secondo posto appaiati con 45 punti conquistati Riccardo Canzian (Renault R3) e Damiano De Tommaso (Peugeot R2). Mentre Canzian ha uno scarto, De Tommaso li ha già fatti due: si può quindi pensare ci siano dei favoriti alla vittoria finale, ma di titolo già assegnato all’Adriatico non se ne parla, a meno di clamorose sorprese.

Campionato Italiano Rally Junior

detommaso ferrara gara6 2Dopo quattro appuntamenti, il CIR Junior vede al comando Damiano De Tommaso con 50 punti, davanti ad Andrea Mazzocchi (38 punti) e Tommaso Ciuffi (27 punti). Quest’ultimo è l’unico ad aver già effettuato lo scarto. Tutti su Peugeot 208 R2b

Da tenere d’occhio il piazzamento di Damiano De Tommaso: una sua vittoria, indipendentemente dal piazzamento dei suoi avversari, gli consegnerebbe il titolo con una gara d’anticipo.

Campionato Italiano Costruttori

campedelli canton day one 2Lotta al vertice fra Ford (84 punti) e Skoda (81), con Peugeot terza (67 punti) nel CIR Costruttori, mentre nel titolo Costruttori Due Ruote Motrici, il vantaggio di Peugeot è molto più concreto di quello che dica il punteggio (158 punti per Peugeot e 143 per Renault)

 

Campionato Italiano  R.1

cogni zanni sabato4 2Con tre vittorie assolute su quattro gare, comanda Giorgio Cogni – Suzuki (55 punti) davanti a Stefano Martinelli - Suzuki (49) e Alberto Paris - Twingo (42). Due gli scarti permessi dal regolamento: attualmente Cogni e Paris ne hanno uno a testa, Martinelli nessuno.

Trofeo Peugeot Competition Top

mazzocchi gallotti ss1È Andrea Mazzocchi (44 punti conquistati) al comando dell’importante Trofeo della casa francese che, ricordiamo, apre le porte per una stagione ufficiale nel team Junior 2019, al vincitore del Trofeo 2018. Al secondo posto Tommaso Ciuffi (38 punti) e al terzo Davide Nicelli con 24 punti

Suzuki Rally Trophy

cogni zanni gara6 2 1Dopo il Rally di Roma, al comando del Trofeo Giorgio Cogni (90 punti), davanti a Stefano Martinelli (67 punti conquistati) e Fabio Poggio (63 punti)

 

 

Campionato Italiano Rally Terra

marchioro marchetti gara4 2Molto combattuto il CIRT 2018, con Nicolò Marchioro in testa alla classifica con 30,5 punti conquistati ma con il sammarinese Daniele Ceccoli distante solamente mezzo punto (30,0 punti). Al terzo posto Giacomo Costenaro (26,25) tutti su Skoda Fabia R5. L’Adriatico è l’ultima gara con coefficiente 1,5 e al termine del Campionato mancano ancora Nido del’Aquila e Tuscan Rewind entrambi a coefficiente 1,0.

Validità

logo cirIl 25° Rally Adriatico, che si corre su fondo sterrato, è la settima e penultima prova del Campionato Italiano Rally per il quale, per la classifica assoluta, ha una valenza maggiorata di 1,5 volte (il punteggio ottenuto viene moltiplicato per 1,5) ed è la quarta prova, sulle sei in programma, del Campionato Italiano Rally Terra.  Anche in quest’ultimo caso, il rally marchigiano beneficerà del coefficiente maggiorativo di 1,5.

Al 25° Rally Adriatico presenti anche gli altri due importanti campionati all’interno del C.I.R.: il Campionato Italiano Rally Due Ruote Motrici giunge al sesto dei sette appuntamenti previsti ma, attenzione, qui all’Adriatico non avrà coefficiente maggiorativo, previsto solo per l’ultima gara, il Rally Due Valli. Quinto dei sei rounds previsti, il Rally Adriatico sarà valido anche per il Campionato Italiano Rally Junior, dove non sono previste gare a maggior coefficiente.

Per il Campionato Italiano Costruttori e Costruttori 2 ruote motrici, ci sarà invece il coefficiente maggiorativo di 1,5.

Penultimo appuntamento anche per il Campionato Italiano R1, dove tutte le gare sono prive di maggior coefficiente.

Al seguito della gara, come sempre nei rally titolati per il massimo campionato, anche la gara valida per il campionato regionale.

Importanti appuntamenti per i Trofei: ci saranno Il Trofeo Peugeot Competition Top 208 ed il Suzuki Rally Trophy, mentre per rivedere i Trofei Renault dovremo aspettare l’ultimo appuntamento di Verona.

Rally Adriatico 2018

logo adriaticoL’estate va terminando ma il Campionato Italiano Rally entra nel suo periodo più caldo, con gli ultimi due round, decisivi in quanto il coefficiente maggiorativo di 1,5 applicato ad entrambi, premierà molto chi farà bene ma penalizzerà oltremodo il più sfortunato.

Ma partiamo con ordine e dedichiamoci al penultimo appuntamento di campionato, il 25° Rally Adriatico, che andrà in scena sugli sterrati marchigiani intorno a Jesi e Cingoli, dal 20 al 22 settembre 2018. Prepariamoci ad un rally combattuto, animato anche dai protagonisti del Campionato Italiano Rally Terra che, come visto a San Marino, potrebbero “portare via” punti preziosi ai loro colleghi del C.I.R.

Ancora qualche giorno di pazienza per l’itinerario preciso perché, come usanza della PRSgroup, il percorso verrà svelato solamente all’ultimo momento.