logo rallylink 200

Situazione di Campionato

Vediamo la situazione di campionato dopo lo svolgimento di due degli otto eventi CIR, il Ciocco ed il Sanremo, e quindi dopo la disputa di quattro “gare”:

andreucci ritrattoCampionato Italiano Rally Assoluta Conduttori
Al comando Paolo Andreucci (Peugeot) vincitore di tre delle quattro “gare” disputate, con 27,5 punti, al secondo posto Giandomenico Basso (Ford BRC) con 20,5 e terzo Alessandro Perico (Peugeot) con 19,0 punti; Umberto Scandola (Skoda) segue con 16,5.
Campionato Italiano Rally Costruttori
Peugeot è in cima alla classifica con 30,5 punti, poi Skoda 16,5 e Ford 15,0. Ricordiamo che la Ford di Giandomenico Basso, alimentata a GPL e “costruita” da BRC non porta punti costruttori alla Ford che, per il CIR, è un costruttore diverso e BRC non ha fatto l’iscrizione obbligatoria per il titolo Costruttori.
Campionato Italiano Rally 2 ruote motrici
Ivan Ferrarotti ha posto la sua Clio aspirata (R3C) davanti a tutti con 27,0 punti; Luca Panzani con la Clio in versione turbo è secondo con 23,0 punti mentre Giuseppe testa con la Peugeot 208 in versione R2B è terzo con 15,0 punti
Campionato Italiano Rally Junior
Quest’anno si preannuncia uno Junior molto combattuto: per intanto guida la classifica il siciliano Marco Pollara con 21,5 punti, davanti a Giuseppe Testa con 18,5 punti e a Nicola Manfredi con 16,0 punti. Tutti su Peugeot 208 R2B.
Campionato Italiano Costruttori 2 ruote motrici
Si prende punti solo se la vettura arriva nelle prime dieci posizioni assolute della gara, quindi punteggi “bassi” per questo campionato: guida Renault con 16 punti, davanti a Peugeot con 6 punti.
Campionato Italiano Rally R1
Jacopo Lucarelli con 56,0 punti al comando della classifica, davanti a Stefano Martinelli (34 punti) e Gianluca Saresera / Veit Konig (26,0 punti). Tutti su Suzuki Swift
Coppa ACI Sport Gruppo N
Comanda la classifica Marco Lombardi (Clio RS N3) con 15 punti, davanti ad Antonio Annovi, anche lui su Clio N3, con 13,5 punti e Alberto Sassi con la Mitsu Evo IX con 12,5 punti.
Coppa ACI Sport Classe R2B
Marco Pollara comanda anche questa classifica con 20,5 punti, poi Giuseppe Testa con 18,5 e Giorgio Bernardi con 15,0; tutti su Peugeot 208 R2B
Coppa ACI Sport Classe R3
Ivan Ferrarotti (Clio aspirata) al comando con 27,0 punti quindi le Clio turbo di Luca Panzani e Kevin Gilardoni, rispettivamente con 22,5 e 12,5 punti
Coppa ACI Sport Femminile
Sempre a punti e al comando della classifica “rosa”, Beatrice Calvi (Peugeot 208 R2B) con 14,25 punti davanti alla campionessa in carica Corinne Federighi (Renault Clio R3C) con 10,0 e la new entry Lisa Meggiarin (Suzuki Swift) con 5,5 punti
Coppa ACI Sport 2 ruote motrici Junior
Coppa dedicata agli Under25 iscritti al 2 ruote motrici: Kevin Gilardoni (Clio R3T) e Giuseppe Testa (208 R2b) al comando a pari merito con 21,0 punti davanti a Giorgio Bernardi (208 R2b) e Gianandrea Pisani (Abarth 500) con 13,5 punti

perico ritrattoTrofeo Italiano Rally Asfalto conduttori assoluta
Nella classifica destinata ai conduttori “non ufficiali” e per le sole gara su asfalto, comanda Alessandro Perico (Peugeot 208 T16) a punteggio pieno (30 punti), poi Rudy Michelini (Citroen Ds3 R5) con 14,0 punti e Gabriele Ciavarella (Ds3 R5)  a pari merito con Simone Campedelli a 11,0 punti.
Le Coppa ACI Sport del Trofeo Italiano Rally Asfalto per il Gruppo N, classe R2b, classi R3 e Femminile sono, fino a questo momento, identiche a quelle presenti nel CIR, dato che si sono disputate, fino a questo momento solo gare su asfalto.

Validità della 100. Targa Florio

logo cir 16La Targa Florio è la terza prova del Campionato Italiano Rally 2016 e per tutte le validità comprese in questo Campionato, quindi:
CIR assoluta Conduttori, CIR Costruttori, CIR 2 ruote motrici, CIR Junior, CIR Costruttori 2 ruote motrici; passiamo alle Coppe ACI Sport: Gruppo N, Classe R2B, Classe R3, Femminile, 2 ruote motrici Junior e Scuderie. Terza prova anche per il Trofeo Italiano Rally Asfalto
Tutte le classifiche CIR sopraccitate saranno maggiorate dal coeff. 1,5 attribuito al Targa come gara al Sud; questo coefficiente sarà attribuito anche al Due Valli, in qualità di ultima gara di Campionato.
Troveremo anche il trofeo Renault Clio R3T Top, che chiude qui al Targa il Girone “A” ed il Trofeo Twingo R1, che apre al Targa la sua serie di quattro gare; al Targa dovrebbe essere due le nuove vetture iscritte.
Terza prova infine anche per il Suzuki Rally Trophy

Abbiamo scritto "terza"  prova ma in realtà, sia per il CIR che per i trofei Renault e Suzuki, si tratta a tutti gli effetti della "sesta" prova, in quanto quest'anno ogni evento CIR è composta da due gare distinte: gara 1 e gara 2. Ci dovrà prima o poi entrare in testa che la somma dei tempi fra la prima e seconda tappa serve unicamente a comporre il podio finale per la premiazione di rito e non porta alcun punteggio ai vari campionati e trofei.

Il programma della gara aggiornato alla Circolare Informativa n.1

programma 2016Ormai non è più un segreto: gli iscritti alla Targa Florio fra rally cir, regionale e storico, hanno superato quota 270. E' un numero, per i rally moderni, veramente eccezionale però naturalmente presuppone un'organizzazione attenta ai minimi particolari, sia nello gestire gli spazi al parco assistenza sia per gestire i tempi, evitando che la testa si morda la coda. Oggi sono stati modificati gli orari per la prima "tappa" (gara 1 CIR) sia del venerdì sera che del sabato, allungando un riordino e anticipando gli altri orari. Domenica è rimasto tutto identico al materiale già pubblicato nei giorni scorsi. Originariamente l'ordine di passaggio sulle prove era CIR - REGIONALE - STORICO. Nel momento in cui scriviamo non sono stati modificati ancora gli orari dello storico: resta da aspettare se modificheranno anche quelli o se si deciderà un ordine diverso di transito.

Per intanto pubblichiamo il programma aggiornato del rally CIR. Il regionale avrà gli stessi orari teorici ma transiterà in coda: questo per le sole giornata di venerdì e sabato, in quanto la gara regionale terminerà sabato alle 20:02

Giovedì 5 maggio
17:00 - 22:00 Verifiche sportive iscritti CIR (Hotel Acacia - Campofelice)
17:15 - 23:00 Verifiche tecniche presso Targa Florio Village (il parco assistenza di Campofelice)

Venerdì 6 maggio
7:30-11:00 Verifiche sportive (Targa Florio Village)
7:30 -11:30 Verifiche tecniche (Targa Florio Village)
8:30-10:00 SHAKEDOWN - Contrada Calzata - CIR e prioritari
10:20-20:00 SHAKEDOWN - Contrada Calzata - per tutti
20:00 PARTENZA - Palermo P.za Massimo
21:30-21:45 PARCO ASSISTENZA "A" - Targa Florio Village - 15 minuti

22:54 Ps.1 - "Città di Collesano" di 1,80 km
23:24 INGRESSO RIORDINO NOTTURNO - Targa Florio Village

Sabato 7 maggio
9:00 USCITA RIORDINO NOTTURNO - Targa Florio Village
9:00-9:15 PARCO ASSISTENZA "B" - Targa Florio Village - 15 minuti

9:44 Ps.2 "Lascari 1" di 9,20 km
10:08 Ps.3 "Gratteri 1" di 13,70 km
11:22 Ps.4 "Pollina 1" di 13,90 km
12:57-14:57 RIORDINO Targa Florio Village - 2 ore
14:57-15:27 PARCO ASSISTENZA "C" - Targa Florio Village - 30 minuti

15:56 Ps.5 "Lascari 2" di 9,20 km
16:15 Ps.6 "Gratteri 2" di 13,70 km
17:07 Ps.7 "Pollina 2" di 13,90 km
18:12-18:32 RIORDINO Targa Florio Village - 20 minuti
18:32-19:02 PARCO ASSISTENZA "D" - Targa Florio Village - 30 minuti

19:32 Ps.8 - "Città di Collesano" di 1,80 km
19:58 PARCO ASSISTENZA "E" - Targa Florio Village - 45 minuti
20:45 PARCO CHIUSO E ARRIVO GARA 1 CIR
La gara regionale termina la corsa a Campofelice alle 20:02

Domenica 8 maggio
6:00 USCITA PARCO CHIUSO Targa Florio Village
6:00-6:15 PARCO ASSISTENZA "F" - Targa Florio Village - 15 minuti

6:37 Ps.100 - "Targa 100" di 6,40 km
7:19 Ps.9 "Campofelice di Roccella 1" di 14,40 km
7:48 Ps.10 "Piano Battaglia 1" di 13,80 km
9:28-9:48 RIORDINO Targa Florio Village - 20 minuti
9:48-10:18 PARCO ASSISTENZA "G" - Targa Florio Village - 30 minuti

10:35 Ps.11 "Campofelice di Roccella 2" di 14,40 km
11:04 Ps.12 "Piano Battaglia 2" di 13,80 km
13:02 Ps.13 "Campofelice di Roccella 2" di 14,40 km

13:39-13:59 RIORDINO Targa Florio Village - 20 minuti
13:59-14:09 PARCO ASSISTENZA "H" - Targa Florio Village - 10 minuti
14:30 ARRIVO Rally e Gara 2 CIR - Cefalù - P.za Duomo

I motori alla 100. Targa Florio

csm Floriopoli Alfa 33 3 05a9e5432eLa Targa Florio è una corsa automobilistica, anzi, “è” la corsa automobilistica su strada, la più antica, non cerchiamo altre definizioni, perché le stanno tutte strette. La Targa Florio non è certo un rally. Si, certo, la nostra cronaca dettagliata si occuperà del terzo appuntamento del Campionato Italiano Rally 2016 e dal prossimo post si parlerà solo ed unicamente di rally. Ma il rally, ricordiamocelo, è solo ospite alla Targa Florio. Un ospite gradito, perché ne ha salvato la tradizione, altrimenti impossibile da tramandare, ma la Targa Florio è sì passione per i motori, ma nel massimo rispetto del cavaliere umano che li domina. Se siete tra i fortunati che assisteranno alla centesima Targa Florio, un salto fatelo domenica alle tribune di Cerda. E dopo aver incitato i vostri beniamini del cir e dello storico che percorrono di buon’ora quel tratto di strada, chiudete i telefonini, smettete di seguire la nostra diretta e ammirate, beati voi, i bolidi da sogno che sfileranno su quella strada: Ferrari, Porsche, Alfa Romeo...e quella strada quelle vetture la conoscono, perché ci sono già venute e hanno vinto la Targa Florio …. E quei piloti al volante che sembrano Jacky Ickx, Arturo Merzario, Vic Elford …. Sono proprio loro !!

100° Targa Florio

logo targa 100Domenica 6 maggio 1906 – Venerdì 6 maggio 2016. 110 anni. Nel 1906 nasce la Rolls Royce, Giosuè Carducci vince il Premio Nobel per la letteratura, viene fondato il Football Club Torino, nascono Roberto Rossellini e Dino Buzzati. E Vincenzo Florio, in occasione della prima “Targa Florio” la corsa automobilistica da lui fortemente voluta, pronuncia la frase “Continuate la mia opera perché l’ho creata per sfidare il tempo.”

Non erano parole d’emozione gettate al vento, fra i profumi agri e dolci che solo una terra come la Sicilia sa produrre, non era il territorio che guarda il mare da lontano, le Madonie, a suggestionarlo, ma la certezza che le onde di passione che trasudavano i motori delle auto pronte a percorrere per la prima volta quelle strade sarebbero entrate dentro a quelle persone incuriosite da quei mostri infernali a pochi metri da loro, quelle “automobili da corsa con il  cofano adorno di grossi tubi simili a serpenti dall'alito esplosivo...” come solo tre anni più tardi Filippo Tommaso Marinetti le definì. Così nasceva la “Targa Florio”, la corsa leggendaria, che per onorare le volontà del suo creatore si fermò solamente per rispettare il dolore della guerra.

Per comprendere cos’è la Targa Florio devi essere stato nei paesi attraversati dalla corsa, devi aver chiuso gli occhi ed esserti immaginato lì, a bordo strada, proprio nel punto in cui oggi esclami: “no, di qua non possono essere passati!”, devi aver trovato la collocazione delle scene di corsa rappresentate nei quadri dei più noti artisti siciliani. Devi amarla la Targa Florio per capirla fino in fondo, ne devi percepire la soddisfazione per le piazze stracolme di persone in festa, ne devi condividere il risentimento quando viene snobbata. Devi un po’ invidiarla, perché “lei” a “cento” ci è arrivata e ti invita alla sua festa, conscia che non sarà l’ultima; guardati dentro, la Targa ti ha rapito il cuore!