logo rallylink 200

 

The features of this report are all by Claudio Carusi

Condizioni prove speciali Day 3

Parlando con i ricognitori che già di buon'ora stanotte si sono alzati per transitare sulle prove negli orari consentiti (nel mondiali i ricognitori sono riconosciuti ufficialmente e nello specifico qui a Monte-Carlo sono pressochè indispensabili) sappiamo che:

Prova speciale n.9, la lunga: a tre ore dalla partenza temperatura da meno 4 a meno 9 gradi; i primi 8 km sono asciutti, i successivi 14 asciutti ma con qualche placca di verglas,quindi 2 km umidi, 12 km asciutti, qualche curva con verglas e qualche curva innevata intorno al 37 chilometro; troviamo poi 1 km umido, altri 5 asciutti, altri tre umidi, 1 km con brina e gli ultimi 2 km finali. (con il chilometraggio di questa prova abbiamo praticamente quasi compiuto una gara CIR 2016). Le immagini sottostanti sono della di questa prova.

Prova Speciale n.10: temepratura alle 7:40 dai -3 ai -5 gradi: i primi 6 km umidi, quindi 6 km di neve ed i 5 km finali asfalto asciutto. Le condizioni ideali per non capirci niente ....

 Le Volkswagen stamane sono partite con 4 supersoft e due chiodate (tranne Mikkelsen che è partito con 4 chiodate e 2 supersoft)

day3 1 day3 2 day3 3 

Descrizione prove speciali 3.giorno di gara

detommaso 2Prova Speciale n.9 "Lardier et Valenca - Faye" di km. 51,55: Basta guardare la storia di questa prova per capire che qui succede sempre qualcosa. Una speciale temuta dagli equipaggi, con i suoi 51 km che la rendono molto dura fisicamente, senza parlare della doppia esposizione nord/sud che impone di essere vigilanti. Vinta nel 2015 da Robert Kubica / Maciej Szczepaniak in 30'41”9, la prova è caratterizzata da una salita veloce su strada larga fino al bivio all'ingresso del villaggio di Lardier-et-Valença, seguita da una lungo tratto guidato tra i campi fino al bivio D420/D120 si Vitrolles. Sinuosa, con tre colli da scalare (Espréaux – 1160m, La Croix – 838 m e Faye – 930m) ma anche veloce a tratti, è una strada relativamente guidata dove la scelta di gomme, in questa stagione, sarà ancora fondamentale.

Prova Speciale n.10 "St.Leger les Melezes - La Batie Neuve" di km. 17.13: Una speciale inedita. La salita fino al colle è molto guidata malgrado un tratto stretto, sinuoso ed inframezzato di tornanti all'uscita di Ancelle, che in inverno è una stazione sciistica che riapre eccezionalmente una delle sue piste per permettere il passaggio dei piloti. La successiva discesa, stretta e tortuosa nella foresta di Sapet, dovrebbe offrire sorprese su una strada sconnessa che in inverno non viene mai pulita. Sul finale la carreggiata si allarga fino a la Batie-Neuve, mentre il finale è arricchito da alcuni tornanti e l'attraversamento di una zona residenziale.

Prova Speciale n.13 "Sisteron - Thoard" di km. 36,60 La speciale “rischiatutto” per eccellenza, dal ritmo molto alto nella salita ma molto più lento nella discesa, diventata mitica nel corso degli anni grazie soprattutto al Col de Fontbelle (1340 m), riaperto alla circolazione appositamente per il passaggio del Rally. Spesso innevato e ghiacciato, Fontbelle è il giudice ultimo di questa speciale, che di fatto si gioca su 4 dei suoi 36 km, con ogni anno lo stesso rompicapo: la scelta delle gomme. Malgrado i numerosi scenari possibili ed immaginabili alla partenza, il risultato è sempre sorprendente, anche questa è la magia del Monte-Carlo.

Ordine di partenza Day 3

lista partentiCome da regolamento WRC, per i piloti P1, quelli dei WRC, non cambia l'ordine di partenza anche per il terzo giorno di gara. Solo domani, ultimo giorno, partiranno in ordine di classifica rovesciato. Quindi stamane alle 7:13 è uscito dal parco chiuso Sebastien Ogier, seguito a due minuti da Latvala, Mikkelse, Ostberg, Meeke ....   Non partiranno in quanto ritirati definitivamente per i danni rportati nelle uscite di strada di ieri, Lorenzo Bertelli, Robert Kubica, Eric Camilli. Con il rally2 ripartono Hayden Paddon (Hyundai) e Simone tempestini (Ford). In totale 81 equipaggi, di cui solo 60 potranno disputare la tappa conclusiva di domenica.

Il primo italiano a partire oggi sarà Fabio Andolfi (Peugeot 208 R2) che scatterà 31 minuti dopo Ogier, quindi Damiano De Tommaso (+33 minuti), Enrico Brazzoli (+37 minuti), Simone Tempestini (+40 minuti), Luca Rossetti (+51 minuti), Manuel Villa (+54 minuti), Felice Re (+55 minuti), Tiziano Gecchele (+59 minuti), Marco Blanc (1 ora e 9 minuti), Gianluca Calì (a 1 ora e 19 minuti) e Carlo Covi (1h e 29 minuti dopo Ogier).

Classifica Renault CLio R3T European Trophy dopo Day 2

logo cli r3tCon beneficio d'inventario, questa la classifica dopo il day del trofeo:
1.Vaillant 253 punti, 2.Rossetti 249 punti  3.Burri 216 punti
Luca Rossetti è attualmente secondo in classifica generale a Monte-Ccarlo distaccato di 46 secondi. Per vincere il Trofeo non è necessario recuperarli ma vincere più speciali possibili recuperando quei 4 punti che lo separano da una stagione da ufficiale Renault.

Programma di sabato - terzo giorno di gara

programmaSi inizia la giornata caratterizzata dalle prove lunghe alle 7:13 con il breve parco assistenza di 15 minuti quindi primo giro di prove speciali:
8:04 ps.9 LARDIER ET VALENCA - FAYE 1 di 51,55 km
9:52 ps.10 ST LEGER LES MELEZES-LA BATIE NEUVE 1 di 17,13 km
breve riordino di 15’ alle 10:42 ed entrata nell’ultimo parco assistenza a Gap alle 10:57 per trenta minuti
12:03 ps.11 LARDIER ET VALENCA - FAYE 1 di 51,55 km
13:51 ps.12 ST LEGER LES MELEZES-LA BATIE NEUVE 1 di 17,13 km
15:48 ps.13 SISTERON – THOARD di 36,60 km

Conclusione della giornata con 180 km di trasferimento ed entrata al parco chiuso di Monte-Carlo alle 19:48, con anticipo libero.

Dichiarazioni all'ultimo parco assistenza

evans 1Un parco di fine giornata veramente stracolmo di spettatori, incuranti del freddo ma entusiasti delle vettura da gara e dai piloti tutti loro beniamini: questa è Gap e si capisce perchè sia stata confermata anche come centro del rally 2017.

Fabio Andolfi: Molto difficile oggi ma peccato per l’errore sulla prima prova della giornata dove abbiamo perso un minuto e mezzo. Le condizioni sono davvero difficili e oggi pomeriggio in alcune curve si è sciolto il ghiaccio ma usciva fango. Sono contendo di aver chiuso la tappa recuperando posizioni

Damiano De Tommaso: una giornata regolare senza errori, ma stamane siamo stati fin troppo cauti, con una scelta di gomme termiche con i chiodini. Ci stava però, come prima esperienza al Monte-Carlo, però forse per me siamo andati troppo piano. Nel pomeriggio abbiamo montato le stampo morbide e mi sono subito trovato meglio, aumentando il ritmo. Vedremo di alzare il passo anche domani, ricordandoci però che il Montecarlo è sempre il Montecarlo e bisogna stare attentissimi.

Enrico Brazzoli: bilancio positivo senz’altro, siamo stanchi per le difficili condizioni che abbiamo incontrato ma siamo molto soddisfatti; stiamo recuperando quello perso ieri con la foratura e sta venendo fuori anche qualche tempo discreto. Ci stiamo divertendo e stiamo prendendo in mano la macchina, che è un siluro.

Manuel Villa: nel secondo giro abbiamo mantenuto la scelta di pneumatici supersoft Pirelli facendo attenzione nei punti ghiacciati. Ci siamo difesi, veramente non mi sono mai trovato in queste situazioni, ed è il bello del Montecarlo. Quel tratto dove sono usciti Camilli, Kubica e Paddon è tremendo. C’è da dire che gli spettatori stanno esagerando a gettare neve in mezzo alla strada. E’ bello vedere la gente contenta di avere il rally in casa, ti offrono da bere, ti offrono da mangiare. Altro spirito. Questo è il rally di Montecarlo

Luca Rossetti: si, meglio questo secondo giro con la scelta delle gomme giuste, ma ho perso troppo tempo. Ho guidato bene, non ho fatto errori ma non riesco a recupere il tempo perso stamani. 

Ole Christian Veiby: Devo dire che sta andando davvero bene. Nessun problema, stiamo gestendo ed accumulando esperienza. Sembra che siamo veloci, quindi una buona sensazione.

François Delecour: Questa è la mia ventunesima partecipazione qui: ho chiuso sei volte sul podio, e dato che non ho voluto pagare i 5.000 Euro richiesti dalla FIA mi vedo costretto a partire molto indietro. Quanto questo sia penalizzante si vede ad esempio dal fatto che al secondo giro anche i big trovano la strada sporca ed i distacchi tra di loro si sono notevolmente ridotti. Nonostante abbia questo problema da ieri sono riusciti a fare dei buoni tempi. Con la Super2000 perdo tempo soprattutto sul ghiaccio rispetto alle vetture turbo che vanno guidate in un altro modo, mentre ad esempio in condizioni di neve fresca come nella seconda prova di ieri il problema si avverte di meno.

Marco Blanc: Giornata più piena di ieri, ma bella, divertente. Ci siamo divertiti, con il passo giusto per essere all'arrivo. Sono contento.

Tiziano Gecchele: Stamattina mi sono trovato bene. Oggi pomeriggio molto peggio in quanto le strade erano sporche, e non avendo fatto le ricognizioni sono andato in crisi totale.

Gianluca Calì: Oggi è andata meglio di ieri, ma ancora non sono al 100%. Sono fiducioso che domani potremo fare meglio. Il ghiaccio è stata una piacevole sorpresa, mi sono preso un paio di spaventi ma poi è passata ed abbiamo gestito tutto al meglio.

Carlo Covi: Oggi abbiamo fatto del nostro meglio: siamo partiti con le gomme da stampo quando gli altri avevano fatto una scelta diversa e più azzeccata. Abbiamo fatto un po' come allo stadio del ghiaccio... pattinavamo, non riuscivamo a fare un tempo, anzi abbiamo rischiato molto. Alla fine abbiamo trovato un po' la quadra, montando quattro gomme termiche del Monte-Carlo di due anni fa. Domani dovremo incominciare a mettere delle gomme giuste, abbiamo preso un po' in mano la macchina. L'importante è che ci stiamo divertendo.

Secondo giro di prove Day 2

Prova Speciale n.6

lappi 1Alle 15:01 partirà il secondo giro di prove con la ps.6
I principali team optano per scelte o soft o supersoft di pneumatici. I chiodi, dopo il primo giro di prove, lasciati definitivamente al parco assistenza.

Dopo la ps.5, nel Trofeo Renault R3T , al comando c'è Burri con 243 punti, poi Rossetti con 232 e Vaillant 225. Ogni variazione in classifica vale molto perchè essere primo ed essere secondo in classifica a Montecarlo vale triplo quindi ben 21 punti.

8.07.5 il tempo di Ogier sul primo passaggio.
Sebastien Ogier: 8.05.3 La prova è simile a stamattina, un po' più di umidità e ghiaccio che si scioglie in alcuni punti.
Jari-Matti Latvala: 8:13.0 Siamo andati un po' larghi nel tratto guidato ed abbiamo leggermente toccato; non sono riuscito a sfruttare le gomme al meglio con le mescole incrociate
Andreas Mikkelsen: 8.13.0 Prova abbastanza insidiosa, sono andato cauto nel tratto ghiacciato ed ho spinto nel resto della prova
Mads Ostberg: 8:20.7 Le sensazioni sono buone, abbiamo indurito leggermente l'auto
Kris Meeke: 8:08.9 Sono contento. Al secondo passaggio è normale che le condizioni siano un po' peggiorate, sono stato attento nel pezzo dove è uscito Kubica
Thierry Neuville: 8.18.6 L'auto è migliorata molto, ma invece delle gomme soft forse sarebbero state meglio le supersoft
Ott Tanak segnalato fermo in prova
Dani Sordo: 8.18.5 Ho fatto grandi modifiche, la macchina è un po' migliorata, ma forse parte del problema dipende dalle gomme

Lorenzo Bertelli non giunge a fine prova, segnalato fermo al km.9 Lo stesso Bertelli conferma di aver sbattuto contro un muro ma stanno bene
Uscita di strada anche per Eric Camilli.
In WRC3 terzo tempo per Andolfi a 12.2 da Veiby, quinto De Tommaso a 19.8, settimo Brazzoli a 56.5
Nel Trofeo Renault secondo tempo per Luca Rossetti a 4.8 da Vaillant

Prova Speciale n.7

Ogier: sono stato più attento che nella prova precedente
Latvala: Prova non semplice, ma penso che siamo andati bene. Rispetto a stamattina ho più fiducia nei tratti ghiacciati
Mikkelsen: Mi sono girato, ho perso il posteriore in un tratto scivoloso, poi ho dovuto fare manovra ed ho perso parecchio tempo. Stava andando bene, dopo il testacoda ho provato a riprendere il ritmo.
Ostberg: Condizioni abbastanza difficili, insidiose. Siamo riusciti a finire, non sto spingendo
Meeke: Continuo ad andare seguendo il mio istinto, non posso fare altro PASSATO IN TESTA AL RALLY
Neuville: Scelta di gomme sbagliata,
Sordo: Con queste gomme non ho assolutamente grip
Tanak: Ci siamo presi uno spavento nella prova precedente. Ora siamo senza l'alettone posteriore, è difficile guidare in queste condizioni
Bouffier: Ho fatto un dritto in un punto stretto ed innevato. Ho toccato un albero ed ho dovuto fare retromarcia. Per fortuna non ho fatto grossi danni

Fabio Andolfi su questa prova fa meglio di Ole Christian Veiby di 2"3
Damiano De Tommaso continua a viaggiare bene su i suoi tempi, a 21 seconda da Fabio Andolfi
Enrico Brazzoli settimo tempo in WRC3
Luca Rossetti vince la prove fra le Renault R3T davanti a Vaillant che però lo precede in clasifica generale di 46 secondi

Prova Speciale n.8

Sebastien Ogier: Una bella lotta con Kris che sta andando forte, sono contento della mia giornata. Credo di avere avuto qui una foratura lenta al posteriore sinistro, La strada da qui a Monaco è ancora lunga
Jari Matti Latvala: Non lotto per la vittoria, so quanto Seb sia forte qui. Se avrò fiducia proverò a spingere, altrimenti cercherò di non prendere rischi. Devo alzare il mio livello prima di riuscire ad essere veloce come gli altri
Andreas Mikkelsen: Sto cercando di ritrovare il ritmo, condizioni difficili, abbiamo una gomma dura. Comunque abbiamo concluso la giornata. Per andare forte in queste condizioni ci vuole fiducia, ne ho persa un po' dopo il mio testacoda
Mads Ostberg: Una giornata buona. abbiamo lavorato molto per migliorare. Non abbiamo avuto problemi, si tratta di affinare il tutto
Kris Meeke perde 10 sec e consegna la testa di fine giornata ad Ogier per 9,5 sec: Seb ha qualcosa in più su questa prova, è casa sua. Comunque è bello essere ancora in lotta, la gara è ancora lunga. Abbiamo passato la prova nella quale facemmo un errore l'anno scorso
Thierry Neuville: Nel pomeriggio abbiamo fatto una scelta sbagliata di gomme. Siamo andati tranquilli in quanto ci manca trazione
Dani Sordo: Dobbiamo provare a cambiare qualcosa. Scelta di gomme errata
Ott Tanak: La mancanza dello spoiler posteriore rende la guida difficile. Nella prova 6 abbiamo perso il posteriore in un punto veloce e ci siamo capottati, siamo fortunati ad essere ancora qui
Bryan Bouffier: Nella prova prima abbiamo fatto un dritto.
Stephane Lefebvre: Nella prova precedente abbiamo rotto una barra, in questa siamo usciti in un campo

Fabio Andolfi: Una giornata molto difficile; nella prima prova ho toccato, poi ho pensato a portare la macchina a casa
Ole Christian Veiby: Una giornata fantastica, siamo contenti del nostro passo. Siamo qui per fare esperienza ed è la cosa più importante
Damiano De Tommaso: Ho perso molto tempo nei tratti con neve e ghiaccio, 10-20", ma questo è il Rally Monte-Carlo
Enrico Brazzoli: Una giornata fantastica, prove molto difficili ma bellissime.

Le dichiarazione dei piloti al parco assistenza

1 lorenzoLorenzo Bertelli: sulla prima ho fatto fatica a trovare il ritmo; ho un problema alle sospensioni, la macchina rimbalza in modo pazzesco, non era molto divertente guidare così. Ora cambieremo ammortizzatori. 
Luca Rossetti: abbiamo fatto una scelta molto conservativa di gomme non ha pagato. Però lo sappiamo solo ora. Non avendole provate lo abbiamo fatto ora:  vorrei fare tutti i test oggi per essere pronto domani nella tappa lunga. Montecarlo è Monetcarlo e l’esperienza conto moltissimo e la preparazione ancora di più. Quindi questo è il risultato.
1 andolfiFabio Andolfi: sulla prima priva della giornata abbiamo leggermente toccato, e forato. Abbiamo perso un minuto e mezzo: le altre prove molto difficili come prove, con curve cieche dove tirano dentro la neve e bisogna stare accorti al 1000%
Damiano De Tommaso: è difficilissimo, non riesco a prende confidenza con le gomme: qualche pezzo era da chiodate qualche pezzo no. Non so quale fosse la scelta giusta: non sai mai se rischiare o meno perché non sai cosa trovi dietro la curva
Enrico Brazzoli: ho trovato ghiaccio vivo sulla prima, sono partito con le termiche, direi bene e sono molto soddisfatto, il feeling con la vettura aumenta. La gara è lunga peccato per ieri che abbiamo forato dopo 2 km di prova e abbiamo perso sei minuti. Montecarlo è questo, andiamo avanti e sono molto soddisfatto di quello che ho fatto oggi, per me è divertimento e crescita.
1 villaManuel Villa: la prima benino, la seconda male perché ho dormito nella parte ghiacciata, l’ultima che non riuscivo a digerire nelle ricognizioni, ho provato a darci dentro un po’ di più ed è venuto il tempo. Era la prima volta che usavo queste gomme sul ghiaccio, ma il lavoro dei ricognitori (Alex Fiorio e Daniele Michi) è stato eccezionale, soprattutto in questa prova che mi hanno segnalato anche la neve buttata dagli spettatori
Elfyn Evans: Purtroppo sono uscito leggermente nel punto dove fermo Robert. La macchina va benissimo, sono parte della squadra che ha sviluppato questa vetture e qi si vedono veramente i risultati. Mi trovo benissimo e sono veramente contento della vettura
Esapekka Lappi: tutto bene, prove molto sporche, tanto fango e neve portai in strada dai wrc; però  non avevo neve fango segnate sulle note ma ne ho trovata tanta sulla strada
Teemu Suuninen: tutto bene, sto facendo molto esperienza sulle strade e condizioni del Montecarlo
Max Vatanen: sono condizioni molto insidiose, asciutto neve e ghiaccio. Ci siamo divertiti però è difficile

Primo giro di prove speciale di venerdì Day 2

IMG 6251

 

Prova Speciale n.5

Sebastien Ogier: 9.23.6 Non male, dopo la toccata nella prova precedente l'auto ora non era perfetta. Vedremo cosa fare in funzione delle condizioni del pomeriggio
Jari-Matti Latvala: 9.26.9 Condizioni molto diverse da ieri, sull'asciutta c'è un ottimo grip. Sono contento, nella prova precedente ho perso tempo in quanto temevo il ghiaccio
Andreas Mikkelsen: Sono contento del mio copilota e dei miei ricognitori. Sto cercando di tenere un buon passo, non lontano dal limite. Sto anche riducendo il gap dai primi rispetto all'anno scorso, è incoraggiante
Mads Ostberg: stiamo migliorando, mi ci vuole un po' di tempo specialmente in un Rally come questo che è molto difficile
Kris Meeke consegna il comanda della gara ad Ogier che ora comanda con 1,5 sec. "Avevo un buon ritmo, sono soddisfatto"
Thierry Neuville: Siamo molto morbidi di assetto, sto provando a fare del mio meglio, a volte le mie note sono troppo "caute" con le correzioni dei ricognitori, non è facile nemmeno per loro. Non siamo dove vorremmo essere
Dani Sordo: Dobbiamo provare a fare qualcosa, stiamo guidando come se fossimo nelle ricognizioni...
Ott Tanak : Nessun problema, abbiamo gomme diverse dai primi e ci aspettavamo di fare fatica sull'asfalto asciutto, sullo sporco va un po' meglio
Stephane Lefebvre: Non male, nella prova precedente mi sono girato perdendo circa 5", qui ho spinto di più
Bryan Bouffier: Proviamo a fare del nostro meglio ma facciamo fatica, è la prima volta con il nuovo copilota...
Lorenzo Bertelli: Penso di avere un problema agli ammortizzatori, la vettura saltella e la cosa peggiora prova dopo prova. Vedremo cosa fare, così non mi diverto
Simone Tempestini è purtroppo fermo in prova (ha toccato a due curve da fine prova)
In WRC3 Fabio Andolfi arriva a 13"6 dal battistrada Veiby, la sua vettura riporta i segni della toccata sulla prova 3
Damiano De Tommaso: Prova molto difficile, molto insidiosa, più scivolosa della precedente. Abbiamo qualche piccolo problema ma nel complesso bene
Qualche concorrente si lamenta di problemi per la neve messa in mezzo al tracciato dagli spettatori.
I due ragazzi dell'Aci Team Italia sono sempre terzi e quarti in classifica WRC3
Enrico Brazzoli: Tutto bene, le prove sono molto scivolose ma le gomme vanno bene. La gara è ancora lunga, ci divertiamo e siamo contenti di essere qui

Prova Speciale n.4

Sebastien Ogier: 13.56.6 a 111 km/h di media  Ho fatto un piccolo errore, ho toccato sul ponte al posteriore destro, pensavo di avere una foratura lenta
Jari Matti Latvala: 14.12.9 Tutto bene, forse sono andato troppo cauto nei tratti ghiacciati, Seb è andato fortissimo
Andreas Mikkelsen: 14.08.0 molto insidiosa, condizioni molto diverse. ho cercato di tenere un buon ritmo, fin qui tutto bene, mi sto divertendo
Mads Ostberg: 14.12.2 Per noi tutto bene, abbiamo cercato di andare più forte possibile. Tipica prova da Monte-Carlo
Kris Meeke: 13:55.9 Ghiaccio intermittente, a volte è difficile valutare l'aderenza, i  nostri ricognitori stanno facendo un lavoro fantastico
Thierry Neuville: 14.07.0 Dobbiamo ancora lavorare un po', sta andando meglio ma non siamo ancora a posto, dobbiamo cambiare qualcosa sulle sospensioni, altezze e durezze
Dani Sordo: 14:18.6 Non c'è un buon feeling tra auto e pilota. L'auto si muove troppo
Ott Tanak: 14.19.4 Come prima: sull'asciutto è difficile per noi trovare il grip, sull'umido e ghiaccio andiamo meglio. Auto perfetta
Lorenzo Bertelli: Siamo usciti nella neve, abbiamo perso un po' di tempo, siamo rimasti bloccati. 
Simone Tempestini perde un minuto dai primi di WRC2
In WRC2 Elfyn Evans vince anche questa prova e passa al comando
Fabio Andolfi staccato su questa prova di soli 4"0 dal norvegese Veiby (che corre con una vettura R3T)
Damiano De Tommaso quinto tempo di WRC3 e Enrico Brazzoli settimo tempo
Dopo questa prova in WRC3, Fabio Andolfi è terzo a 1'11" da Veiby e De Tommaso è quarto a due minuti e 19 secondi
Anche sulla ps.4 Luca Rossetti paga 31.6 al francese Vaillant

Prova speciale n.3

Alle 10:21 Ogier inaugura i passaggi sulla ps.3, prima delle tre prove che compongono il giro.

Scelta di gomme orientata alle super soft con anche la scorta uguale (VW,Meeke, Hyundai, Camilli, Bouffier); Lefebvre 4 supersoft e 2 chiodate e Ostberg 5 soft.

Sebastien Ogier: C'era un km di ghiaccio, con queste gomme siamo stati molto attenti, cercherò di trovare il mio ritmo progressivamente. (108 km/h di media) 8.07.5
Jari-Matti Latvala 8.09.6 Sono soddisfatto, il mio obiettivo è un posto nei primi 5 e sto lavorando per questo
Andrea Mikkelsen: 8.12.6 Nessun problema. una prova tranquilla, cerchiamo di trovare il ritmo. Qui sarebbe stato meglio avere le soft
Mads Ostberg: 8:21.0 Stiamo migliorando, non siamo però ancora abbastanza veloci. Devo abituarmi alle nuove note ed al nuovo copilota.
Kris Meeke: 8:08.4 C'è un tratto davvero insidioso di 1 km di ghiaccio, il resto era asciutto. Nel resto del giro di prove dovremo stare attenti alle placche di ghiaccio. Il lavoro dei ricognitori è preziosissimo, le condizioni sono cambiate molto da quando abbiamo fatto le ricognizioni
Thierry Neuville: 8.17.5 Difficile, l'auto si muove molto
Dani Sordo: Non so cosa fare, sono alla ricerca del feeling con l'auto, si muove molto... nelle condizioni variabili è difficile trovare il giusto compromesso...

Robert Kubica e Hayden Paddon sono fermi in prova
Robert Kubica equipaggio ok (uscita di strada); la vettura è ferma purtroppo contro un albero, lo stesso preso da Paddon. Toccata invece per Hayden Paddon che è scivolato sul ghiaccio  e ha piegato la sospensione posteriore sinistra. E' fermo in prova
Lorenzo Bertelli arriva a fine prova in 8.56.0

Dopo la ps.3 la classifica assoluta è ancora comandata dalla Citroen di Kris Meeke, che conserva 6"0 sulla Volkswagen di Ogier e 24"2 su Mikkelsen. Quindi Latvala e Neuville, con il belga che sta esprimendosi comunque bene con la nuova vettura Hyundai, al debutto nel WRC. I due giovani francesi Lefebvre con la Citroen e Camilli con la Ford sono rispettivamente in ottava e nova posizione assoluta.
Settimo tempo di prova (WRC2) per Simone Tempestini che è staccato di due minuti e ventuno dalla vetta.
Fabio Andolfi perde un minuto e mezzo a causa di una foratura seguita ad una scivolata e conseguente toccata.
Damiano De Tommaso terzo tempo finora di WRC3 a 25"3 da Veiby
Enrico Brazzoli sesto tempo di WRC3
Felice Re chiude la prova a 1'42" dai migliori
Manuel Villa termina la sua terza prova in 1.27.3
Prova non perfetta per Luca Rossetti che perde 37" dai Vaillant e perde anche i punti bonus della prova

Il Renault Clio R3T European Trophy dopo Day 1

logo cli r3tC'è un trofeo importante all'interno di questo Montecarlo: è il Renault Clio R3T European Trophy che aggiudica proprio qui a Montecarlo il suo premio, e che premio, finale: 6 gare mondiali 2016 con la Clio R3T assistita dal team ufficiale Renault: il programma cioè che è stato di Andrea Crugnola nel 2015.

Vale la pena quindi di fare un foglio Excel e di seguire prova per prova questo Trofeo, dato che uno dei protagonisti è Luca Rossetti.
La classifica funziona così: i sette finalisti (Rossetti, Cima, Vaillant, Burri, Filippi, Curtois e Sorin) si portano dietro la classifica maturata nelle gare 2015 dei trofei nazionali, quindi a fine anno la classifica era:
1.Rossetti 180 punti assieme a Cima; 3.Vaillant con 162, 4.Burri con 159, 5.Filippi con 120, Cortois con 117 punti e Sorin con 115 punti
Qui a Montecarlo la classifica finale vale triplo, quindi il classico sistema di punteggi 25-18-15-12-10-8-6-4-2-1 va moltiplicato per tre. Finito ? Certamente no, bisogna aggiungerci 16 power stage, nel senso che ogni speciale aggiudica 3-2-1 punti.

AND 5526Qual è la classifica dopo Day 1 a questo punto? Semplice (perchè usiamo Excel...):
1. Vaillant 240p. 2.Rossetti 238p. 3.Cima 216p. 4.Burri 206p.

La descrizione delle prove di oggi

documentoUna breve descrizione delle prove che verranno afrontate oggi, secondo giorno di gara:

Prova Speciale n.3: "Corps - La Salle en Beaumont 1" di 14,65 km
Prova disputata in senso inverso (ed accorciata di 1,2 km) rispetto al 2015, quando in entrambi i passaggi avevano primeggiato Sébastien Loeb e Daniel Elena. Dopo una salita senza particolari difficoltà fino al Col de l'Holme (1207 m) sono possibili complicazioni tra Villelonge e La Salle-en-Beaumont, dove in questo periodo fanno spesso capolino il ghiaccio e/o la neve.

Prova Speciale n.4 "Aspres Les Corps - Chauffayer 1" di 25,78 km
Prova identica a quella dello scorso anno e vinta per due volte da Robert Kubica / Maciej Szczepaniak (con un secondo passaggio in 14'36.1 a 106 km/h di media). Salita con alcune placche di ghiaccio fino al Col des Festreaux (1106 m), poi discesa ben esposta fino a Saint-Firmin. Dopo la traversata del villaggio (stretta), la strada diventa veloce e larga fino al bivio D985A/D16. La carreggiata a seguire è stretta e scivolosa, attraverso molti paesini. Si risale poi fino a Blachus, prima della discesa finale che si allarga poco prima dell'arrivo.

Prova Speciale n.5 "Les Costes - Chaillol 1" di 17,82 km
Speciale accorciata di una decina di km rispetto all'edizione 2015. con l'arrivo posto nella stazione sciistica di Chaillol invece che a Saint-Julien-En-Champsaur. La principale caratteristica è di essere costantemente sopra i 1000 m di quota, con un picco a 1542 m. Partenza molto veloce fino al bivio D23/D123, dove la strada diventa più stretta e sconnessa. Da Infournas in poi, le condizioni del fondo possono peggiorare con brina, ghiaccio e neve (a seconda dei rigori dell'inverno) fino a Chaillol.