logo rallylink 200

 

The features of this report are all by Claudio Carusi

Descrizione prove speciali 4. giorno di gara

Prova Speciale n.14 "Col de l'Orme - St. Laurent" di km 12,07:
Più famosa tra i ciclisti che non tra i rallysti, questa prova è inedita. Inizia esposta a nord nel sottobosco con rischio di brina, con alternanza di tornanti e curve veloci su una carreggiata stretta verso i colli de l'Ablé (1149 m) e Braus (1002 m). Dopo la vetta, la discesa verso Saint-Laurent ha anch'essa un buon ritmo, con una lunga serie di tornanti spettacolari. Questa prova, così come il passaggio successivo che sarà valido come "Power Stage", verrà trasmessa in diretta su WRC+. La Power Stage verrà trasmessa anche, a partire dalle ore 12, su Premium Calcio HD.

Prova Speciale n.15 "La Bollene Vesuvie - Peira Cava" di km 21,36:
Il mitico “Turini” in una delle sue varianti inedite! La salita da La Bollène-Vésubie – con la partenza data per la prima volta prima del paese – alla vetta (1607 m) non presenta grossi problemi vista la sua esposizione. Le difficoltà sono nelle vicinanze del colle e nella discesa sinuosa e veloce nel sottobosco verso Peira-Cava, laddove la neve ed il ghiaccio sono parte integrante del paesaggio in questa stagione.

Ordine di partenza 4.giorno di gara

lista partentiDiramato l'ordine di partenza dell'ultimo giorno di gara che, come da regolamento, vedrà i piloti P1, quelli delle WRC per intenderci, pertire in ordine inverso di classifica maturata fino ad oggi. L'elenco potete visionarlo cliccando direttamente qui

Il primo a partire sarà Heyden Paddon alle 7:15 di stamane, per entrare nel parco assistenza di 45 minuti, non effettuato ieri sera per poter dar modo di allestire il parco proveniente dallo spostamento di Gap. I P1 sono rimasti in 8 e partiranno intervallati da tre minuti l'uno dall'altro. I concorrenti che partiranno per l'ultima tappa sono i primi 60, per chi non si è classificato in questo numero, verrà assegnato un tempo imposto in modo da consentirgli di terminare comunque virtualmente la gara. Sempre per regolamento a Montecarlo non c'è rientro in gara per l'ultimo giorno.

Il primo italiano a partire sarà Felice Re (Citroen DS3 WRC) 36 minuti dopo Paddon, seguito a ruota da Fabio Andolfi (+37 minuti), Damiano De Tommaso (+39 minuti), Manuel Villa (+42 minuti), Luca Rossetti (+43 minuti), Marco Blanc (+52 minuti), Simone Tempestini (+58 minuti), Enrico Brazzoli (+1 ora e 1 minuto), Gianluca Calì (+1 ora e 3 minuti).

Programma dell'ultimo giorno di gara - Domenica

programmaalle 7:12 finalmente le vetture vedranno il parco assistenza di Monaco, per “soggiornarvi” i meritati 45 minuti, non eseguiti la sera precedente a conclusione del terzo giorno di gara; gli equipaggi affronteranno poi le ultime tre prove speciali, fra qui il mitico Turini (ps.13):
9:08 ps.14 COL DE L'ORME - ST LAURENT 1 di 12,07 km
10:57 ps.15 LA BOLLENE VESUBIE - PEIRA CAVA di 21,36 km
12:08 ps.16 COL DE L'ORME - ST LAURENT 1 di 12,07 km (Power Stage)
alle 13:26 breve sosta al parco assistenza, quel tanto necessario a dare una bella lavata alla vettura prima della passerella finale sull’agognato podio conclusivo, previsto a partire dalle 13:39 (entrata in parco chiuso finale) e dalle 15:00 (premiazioni)
Conferenza finale alle 16:30 e, per chi se lo può permettere e si è ricordato lo smoking, alle 20:30 cena di gala allo Sporting Hotel di Monte-Carlo.

Le dichiarazioni di fine giornata

Sebastien Ogier: sarebbe bello ottenere il quarto successo a Montecarlo ed il terzo consecutivo, la considero la gara più mitica e quella più importante da vincere della stagione. Anche se abbiamo un buon vantaggio bisogna comunque arrivare e domani ci sono ancora tre prove che non dovrebbero essere molto insidiose rispetto a quanto abbiamo visto fino ad ora, dobbiamo comunque mantenere la concentrazione

Andreas Mikkelsen: oggi abbiamo avuto una strategia di gomme diversa, Siamo riusciti a fare bene anche se all'inizio non sembrava. Mi dispiace per il ritiro di Jari-Matti Latvala. Sono contento del risultato fino ad ora, nell'ultima prova Thierry Neuville si è avvicinato molto, questo dovrebbe rendere le cose interessanti per domani

Thierry Neuville: stiamo lavorando molto. Il feeling con l'auto nuova all'inizio non era ottimale ma sta migliorando. Inoltre questo pomeriggio abbiamo fatto una buona scelta di gomme che mi ha dato l'opportunità di avvicinarmi un poco ad Andreas, vedremo domani. L'importante per noi a questo punto è portare un podio alla squadra

2 TEMPESTINISimone Tempestini: è stata una giornata lunga e difficile però alla fine i chilometri li abbiamo fatti tutti. Abbiamo commesso due piccoli errori che ci sono costati molto tempo. In un tornante stretto c’era del ghiaccio e siamo appena usciti fuori ma siccome si scivolava siamo dovuti andare giù fra gli alberi e per uscire da lì ci abbiamo messo otto minuti e per fortuna che c’era il pubblico. Diciamo però che alla fine della giornata non posso essere felice, però mi sono reso conto che in certe condizioni bisogna lavorare ancora abbastanza, mentre in altre abbiamo un buon ritmo.

Luca Rossetti: siamo parti forte stamattina bene, poi abbiamo fatto non proprio un azzardo di gomme ma la scelta più aggressiva che potevamo fare ma questo mi ha messo in difficoltà sulla seconda prova. Poi nella ripetizione della lunga c’era troppo sporco ed era facile forare perché le wrc tagliavano dappertutto e se non tagliavi passavi sul fango. Io ho deciso di non tagliare e forse ho fatto bene perché subito dopo ho visto Vaillant fermo a cambiare una ruota fuori. Poi Burri è andate forte sulle altre prove. Su Sisteron abbiamo usato i chiodi, anche se c’erano solo 4 km di neve, tenendo la stessa strategia di oggi. Comunque siamo lì, ce la giochiamo prova per prova anche perché il regolamento premia sia la classifica che le singole prove speciali.

2 BRAZZOLIEnrico Brazzoli: direi una giornata fantastica, siamo riusciti a recuperare dall'ottantaquattresima posizione alla quarantanovesima, abbiamo fatto anche qualche bel tempo, siamo molto soddisfatti. Prove difficilissime però siamo arrivati qui a montecarlo, importantissimo. Domani ripartiamo, quindi una gioia immensa

Fabio Andolfi: Sulle prime due prove abbiamo avuto un po' di sfortuna; sulla prima ho pizzicato un cordolo in un interno ed ho forato, sulla seconda invece ci si è spenta la macchina a causa di un sensore del motore e non partiva più, abbiamo perso oltre un minuto e mezzo. In seguito siamo riusciti a fare segnare qualche bel tempo e siamo contenti. Mi dispiace per la foratura e di avere perso tutti questi minuti, altrimenti saremmo stati lì con gli altri

Damiano De Tommaso: Bene si, ma in realtà oggi abbiamo perso parecchio tempo: abbiamo iniziato con un buon ritmo ma siamo dovuti restare 25 chilometri dietro una Skoda perdendo del tempo, poi sulle due prove da 17 km ci siamo sempre girati, avendo le stampo dietro: ho perso 30 secondi la prima volta e altri 30 secondi la seconda. Sul Sisteron abbiamo azzardato insieme una scelta rischiosa mettendo le stampo e forse siamo stati gli unici con due ruote motrici ad averlo fatto, ma siamo riusciti a scollinare con le stampo !! Sono comunque contento del ritmo che abbiamo preso oggi anche se è stato veramente molto difficile.

2 VILLAManuel Villa: era partita molto bene tra cui un tempo che mi incornicerò sulla prima prova dove c’era la neve: peccato poi sul Sisteron dove mi hanno dato delle informazioni parzialmente esatte e quindi la scelta di gomme è risultata azzardata. Peccato perché avevamo fatto un bel recupero come classifica assoluta e ci siamo presi invece una valangata di minuti; poi per cercare di recuperare, passata la neve ci ho dato dentro e ho scaldato troppo i freni. Peccato proprio perché per come era iniziata la giornata stava venendo fuori una bella gara. Vediamo comunque domani di darci una bella zampata.

Marco Blanc. Sono molto contento, una giornata positiva in attesa della tappa conclusiva

Gianluca Calì: A parte un atto scellerato di qualcuno che mi ha messo un pugno di chiodi per farmi uscire sulla prova 12, il resto tutto bene. Tutto fantastico, tutto bellissimo, sono felicissimo.

La Technical Zone di Monaco

Dopo la prova del Sisteron i concorrenti stanno affrontando il lungo trasferimento verso Monaco (180 km) per arrivare "verso" le 19:48 nella zona tecnica di Monaco che fungerà da parco chiuso. L'orario è "circa" in quanto è concesso l'anticipo libero. 
Il parco assistenza sarà in fase allestimento fino a tarda serata, con i team che stanno giungendo ora da Gap: il lungo parco di fine giornata (45 minuti) non sarà per questo motivo stasera ma domattina.
Appuntamento a più tardi con le impressioni dei piloti raccolti appunto in zona tecnica

Renault Clio R3T European Trophy dopo il Day 3

logo cli r3tAppassionante la situazione nel Trofeo Renault con i leader che, nella classifica finale di campionato, si alternano ad ogni prova. Sulla ps.3 Vaillant precede di pochi secondi Luca Rossetti mentre il leder provvisorio, lo svizzero Burri, perde una trentina di secondi. Ora nella classifica di fine giornata lo svizzero conduce con un minuto su Rossetti e tre minuti sul francese Vaillant. Alla luce di questo, la classifica di campionato, che prevede per il vincitore sei gare da ufficiale Renault nel campionato del mondo 2016, vede Luca Rossetti con 1 punto di vantaggio su Burri e 26 punti su Vaillant. L'impressione è che l'ambito premio si aggiudicherà più sui vincitori di prova speciale - premiati dai punti bonus - che sulla classifica generale del rally.

Prova speciale n.13 : il Sisteron !!

numeri 13Queste le condizioni della prova tre ore orsono: temperatura 8 gradi, primi 18 km asciutti con pochissimi punti umidi al km. 4 e al km.9; quindi 3 km di umido, 2 km di bagnato, 3 km di ghiaccio con neve e rotaie di asfalto, 1 km umido e gli ultimi 10 km asciutti. Come sempre quest'anno la definizione esatta della prova è "di tutto un pò" Partenza prova ora 15:48
Ecco la descrizione fotografica in sequenza di quanto scritto sopra, dalla partenza all'arrivo
Le VW partono con due soft e due supersoft

13 1  13 2  13 3  13 4 

Sebastien Ogier: 23.30.4 Sarebbe stato bello che la lotta con Meeke continuasse fino alla fine, ora per me si tratta solo di arrivare al traguardo
Andreas Mikkelsen: 23.13.0 Molto difficile. Ho provato a spingere sull'asfalto, ma sul ghiaccio sono stato cauto, spero non troppo
Mads Ostberg: 23.27.3 Era insidioso, come sempre con le slick sul ghiaccio. Sull'asfalto ci si può divertire, sul ghiaccio bisogna stare attenti, si può guadagnare molto ma anche perdere parecchio . Oggi abbiamo migliorato molto
Thierry Neuville: 22.55.4 Mi sono divertito a guidare, l'auto ha funzionato a meraviglia. Vogliamo mantenere la posizione per il team e continuare ad imparare l'auto
Dani Sordo: 23.00.6 La prima prova del rally dove mi diverto. Una buona prestazione
Ott Tanak: 23.40.8 La prova era molto asciutta, continuiamo ad immagazzinare esperienza
Stephane Lefebvre: 23.16.9 Ho provato a tirare, abbiamo fatto un buon tempo
Bryan Bouffier arriva a fine prova con la vettura danneggiata ma a giudicare la ruota quasi staccata sarà difficile poter continuare: 2in una lunga destra sono andato largo, poi siamo finiti in un fosso, ora proveremo a vedere se riusciamo a riparare"
Hayden Paddon: 23.21.3 La prima prova dove mi sono divertito questo weekend. Ottime indicazioni di Piero (Liatti) che qui ha vinto in passato
Elfyn Evans: Questa prova è davvero fantastica, mi sono divertito. Sono stato molto attento sul ghiaccio, mi costerà un po' di tempo ma non posso permettermi di correre rischi

Ancora una doppietta per i colori italiani nel WRC3: l'accoppiata Fabio - Damiano non sbaglia sulla difficile prova di Sisteron, con Andolfi davanti di 25 secondi su De Tommaso: immutate le loro posizioni nel dopo prova, rispettivamente terzi e quarti.
Simone Tempestini: Questa prova mi piace molto, le condizioni erano molto strane. Forse siamo stati troppo cauti sul ghiaccio, ma nell'insieme siamo soddisfatti
Enrico Brazzoli: Un'ottima giornata. Un piacere fare queste prove, molto difficili, neve e ghiaccio, sono contento

Aggiornamenti ps.11 e ps.12

News iconE' ora di fare un resoconto delle due prove speciali che non abbiamo seguito per il trasferimento a Monaco:

Notizia fresca dopo la ps.12: l'inglese Kris Meeke, protagonista di questi tre giorni di gara,  si ritira definitivamente dopo la Tyre Zone per un problema al cambio
Sulla ps.11 Jari-Matti Latvala, dopo un'uscita di strada, danneggia la sospensione anteriore sinistra e dopo fine prova, visto il tempo perso delle riparazioni e quindi a rischio fuori tempo massimo, si ritira definitivamente.

Ma vediamo le dichiarazioni dei piloti alla fine delle due prove speciali:

Prova Speciale n.11
Sebastien Ogier: Condizioni differenti dal passaggio precedente, sono stato forse troppo cauto, ma nel complesso non male
Jari-Matti Latvala, dopo un'uscita di strada, ha sostituito a fine prova il braccetto della sospensione ant. sx 
Andrea Mikkelsen: la mia scelta di gomme non era ottimale per questa prova
Mads Ostberg: c'erano alcuni pezzi molto belli, tra alti e bassi ci stiamo progredendo
Kris Meeke: è difficile leggere la strada, cioè molto "ghiaccio nero". E' difficile ma siamo ancora in lotta
Thiery Neuville: stiamo provando qualcosa di diverso con le gomme, qui le abbiamo incrociate. Abbiamo perso, come ci aspettavamo, un minuto
Dani Sordo: non penso che così vada meglio, proviamo un diverso setup con le gomme
Ott Tanak: meglio del previsto, siamo andati parecchio di traverso e ci siamo divertiti
Stephane Lefebvre: molto meglio il secondo passaggio, ho spinto di più e la sensazione era migliore
Hayden Paddon: le condizioni sono molto migliori rispetto al primo passaggio
Elfyn Evans: abbastanza difficile, non ho preso rischi e mi sono divertito. La vettura è davvero piacevole da guidare.
Nel WRC2, comandato da Elfyn Evans con la nuova Ford Fiesta R5, Simone Tempestini si classifica sesto su questa prova
Il WRC3 vede una doppietta assoluta degli italiani con Fabio Andolfi che tiene Damiano De Tommaso a 13"6 e Jordan Berfa a 1'21". Buon quinto posto per Enrico Brazzoli.
Luca Rossetti con il terzo tempo fra le Clio R3T del Trofeo, consolida la sua seconda piazza assoluta dietro Burri.

Prova Speciale n.12
Sebastien Ogier: Un pò meglio in alcuni pezzi ma sempre molto complicata. Dove la neve si scioglie è complicato con le gomme slick. Mi aspetto più ghiaccio in cime al colle sulla prossima prova. Non siamo in posizione di dover prendere rischi ma dobbiamo comunque essere veloci
Jari-Matti Latvala non entra in prova e si ritira per i danni subiti nella prova precedente
Kris Meeke uscito di strada dopo 8 km di prova, dove sbaglia anche Andreas Mikkelsen
Andreas Mikkelsen: ora la discesa era molto insidiosa, con poltiglia che per certi versi è peggio della neve
Mads Ostberg: è meglio fare dei tempi al Monte. Il feeling è migliorato dopo l'assistenza
Kris Meeke: scende dalla macchina per controllare l'anteriore sinistra e riparte dal fine prova
Thierry Neuville: la scelta di gomme non era così male, non ho spinto troppo ma abbiamo fatto una buona prova. Con le gomme giuste la vegtura è abbastanza veloce
Dani Sordo: avevavamo le gomme giuste per questa prova, l'equilibrio della macchina migliora continuamente
Ott Tanak: ho spinto molto, maximum attack
Stephane Lefebvre: è la mia prima volta con una WRC al Monte-Carlo, qui mi sono girato ed ho perso venti secondi
Hayden Paddon: abbiamo sbagliato la scelta di gomme per il giro di gomme, ma era giusta per questa prova. Tutte informazioni che verranno buone per il prossimo anno.
Elfyn Evans: non ho preso rischi, si poteva far meglio ma ho molto da perdere

La classifica assoluta dopo la ps.12, dopo il ritiro di Meeke, vede 1.Ogier 2.Mikkelsen a 2'17"1  3.Neuville a 2'47"2  4.Ostberg a 4'29"0  5.Lefebvre a 7'42"9  6.Bouffier a 7.47"1  7.Tanak a 10'31"9  8.Sordo a 11'14"3  9.Evans a 15'54"1  10. Kremer a 17'51"1

In WRC2 al comando Elfyn Evens con 1'57" su Kremer, Simone Tempestini perde otto minuti "siamo rimasti bloccati". Si ritira Tiziano Gecchele, guasto meccanico.
In WRC3 sempre il norvegese Veiby al comando con la DS3 R3T, quarto tempo di prova per Enrico Brazzoli, quinto Fabio Andolfi e sesto De Tommaso. In classifica generale terzo Fabio Andolfi e quarto De Tommaso (a 21" da Fabio) e settimo Enrico Brazzoli.
Fra le Renault Clio R3T si fa complicata la situazione per Luca Rossetti, che su questa prova arriva solamente quarto. La classifica generale vede ora al comando Burri, Rossetti a 1'26"6 e Curtois a 3'03"3. Nella classifica di Trofeo Burri e Luca Rossetti sono appaiati a 253 punti, contro i 217 di Vaillant. Tutto ancora in gioco quindi

Ed ora ... tutti a Monaco

punto esclamativoIl mondiale e soprattutto il Monte-Carlo comportano tutte altre logistiche rispetto alla gare nazionali. Dopo la conclusione dalla seconda prova di oggi ed il conseguente parco assistenza, la cittadina di Gap saluta i suoi velocissimi ospiti e l'intero circo si sposta ora a Monaco, distante quasi quattro ore, per accamparsi al porto del Principato di Monaco. Lo faremo anche noi e, inusualmente, abbandoneremo il ponte comandi, per risentirci per l'ultima speciale della giornata, la ps.13, con il mitico Sisteron, ed i commenti di fine giornata di tutti i nostri intrepidi (è il caso di dirlo). A più tardi

La prova speciale n.10

ps 10Partito Ogier alle 9:52 Sebastien Ogier per affrontare questa prova, più innevata che asciutta (come da foto a fianco).
La scelta di pneumatici di Mikkelsen era finalizzata per questa prova dove con il set di chiodate sta viaggiando più veloce di tutti, stando agli intermedi.
Sebastien Ogier: 12.45.2 Molto difficile con le nostre gomme, la discesa era molto scivolosa ed era facile fare un errore
Jari-Matti Latvala: 12.49.3 Condizioni molto difficile, forse come non ne ho mai viste prima. I tornanti erano così lucidi che pattinavamo molto
Andreas Mikkelsen: 12.01.3 Ovviamente qui avevamo la scelta migliore. Ho anche tirato molto sulla discesa. non so però se la scelta fosse giusta sull'insieme del giro e se ho ripreso tutto il tempo perso nella speciale precedente
Mads Ostberg: 13.12.8 Una prova paurosa. Abbiamo dovuto andare cauti, ma in certi posti era davvero terrificante, ho dovuto rallentare
Kris Meeke arriva con la vettura danneggiata: 12.55.3 Ci siamo intraversati ed abbiamo toccato, perdendo poi un po' di fiducia. Prova incredibilmente difficile
Thierry Neuville: 12.55.5 Molto insidiosa. Ho fatto del mio meglio. Andreas ha fatto una scelta intelligente, non mi aspettavo che avrebbe funzionato.
Dani Sordo: 13.18.0 Ho un problema al cambio ad inizio prova, ho dovuto usare il modo manuale [c'è una leva supplementare con connessione diretta]. Sul finire andava meglio 
Ott Tanak: Non c'è aderenza, non possiamo fare niente. Queste sono le condizioni attualmente. Non possiamo fare altro che cercare di sopravvivere e fare esperienza
Stephane Lefebvre: Era incredibile. Mi sono girato prima del colle, molto difficile, credo di avere perso circa 20"
Bryan Bouffier Non è facile guidare in queste condizioni. Ci siamo bloccati in un tornante, per fortuna c'erano gli spettatori che ci hanno tirato fuori.
Hayden Paddon: Molti spaventi. Abbiamo provato ad andare con i chiodi davanti e le soft dietro ma non ha funzionato, ci siamo girati 4-5 volte e ci siamo innevati
Elfyn Evans: Ho guidato pulito, andando veloce dove pensavo di poterlo fare (sesto tempo assoluto fra le wrc e ricordiamo che Evans guida la Fiesta R5 plus)
Armin Kremer si è girato ed ha perso del tempo perchè la vettura si è spenta. Perde quasi un minuto da Evans e gli riconsegna la leadership di WRC2, dove l'inglese sembra finora fare quello che vuole.
Suarez sesto tempo assoluto con la Peugeot 208 T16. Contatto pesante in prova fra Suarez che tampona Giordano, non riuscendo a fermersi per il ghiaccio, e lo butta in un fosso dove per fortuna gli spettatori lo aiutano a rimettersi in strada. Dolori alla schiena per il navigatore e Giordano infuriato a fine prova con Suarez.
Fabio Andolfi perde quasi tre minuti dai migliori di WRC3, "Era molto scivoloso nella discesa, l'ultimo km." Gli si è spenta la vettura in prova ed ha perso diversi secondi.

Anche Damiano De Tommaso ha perso due minuti. Ci siamo girati, in una sinistra lenta, ed ho perso 20". Le condizioni sono molto difficili, con due chiodati all'anteriore e due stampo al posteriore
Enrico Brazzoli supera in prova Michel Fabre: Una prova fantastica, scelta ottimale di gomme, un buon tempo
Simone Tempestini quinto tempo di WRC2, anche se naturalmente con la penalità per il rientro in gara, il suo distacco in classifica generale è pesante (nono di wrc2 ad oltre 30 minuti da Evans)
Michael Burri con una scelta di gomme più adatte a questa prova, precede nel Trofeo Renault di oltre due minuti Luca Rossetti e Benoit Vaillant. 
In classifica generale del Trofeo, ora Burri comanda con 35 secondi Rossetti e 40 secondi su Vaillant
Nella classiifca totlale a punti ora Rossetti a 254 punti, Burri 250 punti e Vaillant 226. Sarà una gara al cardiopalma fino a domenica pomeriggio.

La prova speciale n.9 di 51,55 km

numeri 09Sebastien Ogier è sulla linea di partenza in attesa dello start, previsto per le 8:04. Tutto pronto quindi per la prova molto probabilmente decisiva dell' 84.Rallye di Montecarlo. Grazie a WRC Live Radio (la potete ascoltare dal sito wrc in lingua inglese / spagnola) avremo i commenti di fine prova che riporteremo, in questo post. L'anno scorso Robert Kubica la percorse in poco più di 30 minuti (30'41"9). Quest'anno purtroppo Kubica non potrà correrla per l'uscita di strada avvenuta ieri nel tratto forse più insidioso della giornata che ha fatto più "vittime" (Kubica, Paddon, Camilli con Evans che si è salvato toccando la vettura del polacco e facendola precipitare definitivamente nella scarpata sottostante, rendendone il recupero molto difficoltoso: i danni riportati dall'urto sono stati troppo importanti per riparare la vettura in tempo. Incidente invece cruento per Lorenzo Bertelli e Simone Scattolin che hanno urtato cotro un muro rompendo i supporti del motore.

Ogier e Latvala sono partiti 4 supersoft e due chiodate, Andreas Mikkelsen invece è partito con 4 chiodate e 2 supersoft, soluzione quest'ultima che non sta pagando nel tratto iniziale della ps lunga, dove il norvegese paga già diversi secondi ai compagni di squadra (le chiodate sulla ps.9 sono incrociate)

Dopo 8 minuti di prova, Ogier ha 4 secondi su Meeke, 6 secondi su Sordo, 8 secondi su Latvala, 20 secondi su Ostberg e 26 su Mikkelsen. 
A metà prova Ogier incrementa il suo vantaggio portandolo a 8"5 su Meeke, 10"5 su Sordo e 16"5 su l'altra Hyundai di Neuville, Hyundai che sembra stamane decisamente più competitiva.

Sebastien Ogier: 30.47.8 Non sapevo cosa stesse succedendo rispetto agli altri. Prova molto scivolosa, molto più ghiaccio del previsto.
Maurin segnalato fermo in prova. Sembra problemi anche per Dani Sordo anche se il gps lo da in prova ok (ha cambiato una ruota, la posteriore sinistra. Chi lo vede passare ora ci dice che ha il ponte piegato)
Jari-Matti Latvala 31.19.1 Prova difficile. La velocità di Seb è impressionante, io non ho preso rischi. Ho perso parecchio, ma questo è il Monte-Carlo
Andreas Mikkelsen: 32.01.3 Penso che la prova si sia asciugata parecchio, speravo le condizioni fossero peggiori. Abbiamo provato a fare qualcosa di diverso, speriamo nella prossima speciale
Mads Ostberg: 32.01.7 Terribile, in questa prova non ha funzionato niente, difficilissimo. Dobbiamo lavorare all'interno dell'auto, non sono soddisfatto...
Kris Meeke 30.58.4 Tanta sporco in strada, anche molta neve. Ho fatto quello che potevo data la mia posizione sulla strada. Se voglio partire per primo a Montecarlo devo essere campione del mondo
Thierry Neuville: 31.24.8 Tutto bene, molto insidiosa specie nel finale. Le condizioni sono cambiate dopo il passaggio dei ricognitori. La macchina va meglio, solo qualche incertezza dei freni nel finale, non ho preso rischi
Ott Tanak: 32.34.1 Prova molto insidiosa, in molti punti c'era ghiaccio che non avevamo nelle note
Stephan Lefebvre: 32.38.3 Ho perso qualcosa per passare Sordo. In certi punti è stato difficile sul ghiaccio
Dani Sordo: 37.15.3 Ho fatto un testacoda e toccato al posteriore, non fortissimo ma ho rotto un cerchio, proverò a fare delle riparazioni in trasferimento
Quentin Gilbert segnalato fermo in prova a cambiare un pneumatico forato
Bryan Bouffier: 32.22.1 Tutto bene, alcuni punti erano più ghiacciati di quanto pensassimo
Hayden Paddon: 32.13.0 Abbiamo guidato con attenzione, per fare esperienza
Problemi per Evans che transita con una ruota posteriore danneggiata; deve fermarsi a sostituire la gomma e per 6 secondi lascia la leadership di WRC2 a Kremer, il quale in un testacoda sbatte il posteriore e sta controllando la sua vettura.

Dopo questa prova l'assoluta vede Sebastier Ogier al comando, con 20"1 su Meeke e 1'39"4 su Latvala. Quarta la Hyundai di Neuville a 2.24.8, poi Mikkelsen, Ostberg, Lefebvre, Bouffier, Tanak e Sordo in decima posizione.
In WRC2 la Skoda di Kremer, precede di 5"8 la Fiesta di Evans e di 25"1 il francese Bonato su Citroen, navigato da un certo Denis Giraudet (il navigatore con maggior numero di presenza nel mondiale che ha navigato Bugalski, Auriol, Kankkunen...)
fermo in prova anche Suarez che esce di strada ma grazie al pubblico rientra
Fabio Andolfi: 39.09.2 paga 1'45" a Veiby: Al 20 km deve fermarsi a cambiare un pnaumatico forato. 
Damiano De Tommaso sfiora la vittoria della prova in WRC3 in 37.27.0 Non so quanti km ho fatto dietro Athanassoulas, credo forse 25...  (il greco si scusa con Damiano a fine prova)
Simone Tempestini (ha superato 5 vetture in prova): Una prova dura, noi dobbiamo solo fare esperienza, non aveva senso tirare. Prova molto più scivolosa del previsto
Enrico Brazzoli: 40.15.9 Una buona prova, ma sono stato tenuto dietro da un altro concorrente per tanti km
Attardato Delecour da un'uscita di strada che arriva comunque a fine prova: Stavo spingendo, e facendo un buon tempo, avevo passato già 3 auto. Sono finito in un fosso a 40 km/h, ed ho perso 2', con gli spettatori che mi hanno rimesso in strada. Ho rotto il servosterzo.
Benissimo Luca Rossetti che recupera 28 secondi a Vaillant e anche un importantissimo punto, nel Trofeo Ranault