logo rallylink 200

Sentite al riordino finale

andolfi finFabio Andolfi: è un risultato che mi soddisfa molto perché questa gara è una più difficile che abbia mai fatto. Questo risultato lo dedico a Pucci Grossi

 


fenoli finManuel Fenoli: bilancio positivo, gara molto difficile anche per le condizioni del tempo. Siamo contenti di essere arrivati qui in fondo ed è stata una grande esperienza.

 

 

temp giov_finSimone Tempestini: non è stato certo facile ma è stata una bella gara: non pensavo di andare così tranquillo e poter vincere anche se era quello che volevo fare anche per amministrare il vantaggio in campionato. Era una gara impegnativa e molto particolare, anche dal punto di vista mentale. Un errore di Veiby all’inizio mi ha reso le cose più facili ma poi Koci è andato davvero bene. Non ero sempre sicuro di cosa fosse giusto fare, ma sono andato come me la sentivo dall’inizio alla fine, forzando solo qualche volta.
Giovanni Bernacchini: non poteva andare meglio, abbiamo vinto una gara molto difficile e complicata. Oggi c’erano dubbi sul meteo ma fortuna non ha mai piovuto. Io pensavo prima della gara che anche un piazzamento nei primi tre sarebbe stato ottimo, abbiamo portato a casa una gara difficile, il primo giorno fra le vigne, il secondo nella zona militare, il terzo sulle colline, praticamente tre rally in uno.

damiano finDamiano De Tommaso: fino all’ultimo siamo ancora riusciti a sbagliare le gomme, abbiamo messo le pioggia ma quando siamo arrivati era da asciutto. Bene così comunque, con gli inconvenienti patiti e le nostre sbavature abbiamo cercato di acquisire comunque sempre più esperienza. Bene così e speriamo nella prossima.

rocca finPaolo Rocca: è stata una serie di alti e bassi: è stato difficile per le condizioni meteo e non siamo riusciti mai ad azzeccare la scelta giusta proprio per le condizioni mutevoli del tempo. Gara difficilissima, tanti bivii, bisognava sempre avere gli occhi sul quaderno.

Claudio Bortoletto: positivo, due macchine all’arrivo, è stato importante. Vuol dire avere imparato molto, in queste condizioni averlo finito è stato importante. Ottime prestazione velocistiche anche se qualche episodio non ci ha permesso si stare sugli stessi tempi della Opel, ma quando tutto andava bene non eravamo poi così distanti. Molto soddisfatto, serve per la crescita, per portarli ad alto livello, come penso stiamo facendo.

gelsominoAlex Gelsomino: Ieri ed oggi sono state due buone giornate. Ieri abbiamo vinto le ultime due prove, compresa la lunga. Oggi siamo andati un po' cauti sulla prima, all'inizio ci sembrava viscida ed abbiamo fatto un mezzo testacoda, che ci ha compromesso il resto della prova. Dopo abbiamo fatto le altre prove, l'ultima era molto bella, mi piace. Abbiamo cercato di vincerla ma Armstrong ci ha battuto di 2", però pazienza. E' stato un fine settimana in parte rovinato dalla toccata nella prima prova di venerdì che ci ha messo fuori gara. Dopo non potevamo fare altro che continuare a fare strada immagazzinando quanta più esperienza possibile. Ora torno in America per disputare una gara del campionato americano, poi a settembre andrò in vacanza!

sangermaniPier Sangermani: Venerdì siamo partiti abbastanza bene. Sabato abbiamo continuato su un buon ritmo , riuscendo a metà pomeriggio a risalire al quinto posto di classe. Poi purtroppo sulla prova prima della Panzerplatte siamo usciti. Non abbiamo fatto danni alla macchina ma abbiamo perso parecchio tempo, il pilota che partiva dietro ci ha passati. Poi sulla Panzerplatte abbiamo picchiato per cercare di recuperare, e siamo ripartiti stamattina con il superrally. I meccanici stanotte sono stati bravissimi a sistemare la macchina, abbiamo staccato la ruota anteriore destra e storto la posteriore. Purtroppo non c'è stato il tempo di completare tutte le riparazioni, quindi oggi abbiamo disputato l'ultima tappa con la macchina che andava a zig-zag non potendo spingere più di tanto, perché sinceramente era anche pericoloso andare dritti. Bilancio direi non tano positivo, speravo di arrivare nei primi cinque di classe invece credo siamo settimi.