Back to Top

Pirelli nel rally e nel fuoristrada 2020: passato, presente e futuro

lukyanuk

Milano, 30 dicembre 2020 - Mentre Pirelli si prepara ad essere fornitore unico per il Campionato del Mondo di rally del prossimo anno, molto è successo in quella che è stata una stagione 2020 davvero memorabile: per tanti motivi.

Il passato

Pirelli è stata presente in più di 580 rally mondiali fino ad ora, ottenendo 181 vittorie, 25 titoli e più di 2000 vittorie di prove in totale.

Il presente:

* Paesi in cui Pirelli è stata presente nei rally nel 2020: 40

* Eventi vinti: 85

* Prove speciali vinte: 275

* Pneumatici forniti negli ultimi cinque anni: più di 509.000

* Titoli europei vinti: ERC1 assoluto (con Alexey Lukyanuk), ERC2 (con Tibor Erdi su Mitsubishi), ERC3 (con Ken Torn su Ford), ERC1 Junior (con Oliver Solberg su Skoda e Volkswagen) ed ERC3 Junior (ancora con Torn).

* Titoli di cronoscalata vinti: uno in Italia, con Simone Faggioli.

* Titoli storici rally vinti: tre, in Ungheria, Italia e Spagna.

* Prove WRC vinte (nelle categorie WRC2 e WRC3): 56

* Rally WRC vinti (nelle categorie WRC2 e WRC3): quattro

* Personale Pirelli coinvolto nel rally: 250

* Sviluppo chilometri percorsi per pneumatici rally dei clienti: 4000 in 20 giorni di test su ghiaia, asfalto e ghiaccio - test di 1500 prototipi di pneumatici su sei diverse marche di auto.

Il futuro:

Pirelli ha anche trascorso il 2020 a prepararsi per il suo ritorno nel WRC nel 2021, avendo fornito la "top class" in esclusiva nel 2010. Nonostante Covid-19, l'azienda italiana è rimasta saldamente nel programma, realizzando un programma completo di test in laboratorio e su strada, utilizzando una Citroen C3 WRC guidata da Andreas Mikkelsen durante sei sessioni separate. Sono stati completati circa 1400 chilometri di test su strada (l'equivalente di circa cinque eventi WRC) utilizzando 17 diversi prototipi di pneumatici. Sono stati prodotti più di 1000 pneumatici e 200 testati, dalla Sardegna alla Finlandia. Pirelli sta investendo nel futuro anche sostenendo il nuovo programma FIA Rally Star, per identificare la prossima generazione di campioni.

Terenzio Testoni, responsabile attività rally Pirelli:

"È stata sicuramente una stagione in due tempi che ricorderemo per sempre, allontanandoci a gennaio prima di una lunga pausa da marzo fino all'estate a causa del Covid-19, con tutte le complicazioni aggiunte che la pandemia ha portato. Una cosa che non si è fermata è stato il nostro lavoro per preparare la prossima evoluzione degli pneumatici per il Campionato del mondo di rally e l'impegno del nostro personale a fornire i migliori pneumatici possibili in tutto il mondo, indipendentemente da quanto fossero difficili le circostanze. I risultati possono essere visti nei numeri sopra. Congratulazioni a tutti i nostri campioni: piloti - co-piloti e team - mentre guardiamo al prossimo capitolo, con un focus che spazia dai migliori piloti del Campionato del Mondo Rally ai giovani talenti più promettenti del futuro ". 

[comunicato tradotto dall'inglese]

Accettando accederai a un servizio fornito da una terza parte esterna a http://www.rallylink.it/cms20/