Back to Top

Il Consiglio mondiale apporta qualche modifica al regolamento sportivo 2021 del WRC

04_toyota_ogier

Il World Motor Sport Council si è riunito mercoledì 16 dicembre a Ginevra per il quarto e ultimo incontro del 2020. L'incontro è stato ospitato a Ginevra dal presidente della FIA Jean Todt con il vicepresidente della FIA per lo sport Graham Stoker e WMSC membri che si uniscono a larga maggioranza tramite videoconferenza da località in tutto il mondo. 

Fra le altre decisioni, alcune hanno riguardante delle modifiche al regolamento sportivo del Campionato del Mondo Rally 2021, in particolare sui punti di campionato attribuiti dalla Power Stage:

Le modifiche al Regolamento Sportivo FIA WRC includono l'assegnazione di punti Power Stage aggiuntivi ai Costruttori, che saranno segnati dai due piloti migliori nominati da un team e finendo tra i primi cinque della prova finale, con l'obiettivo di aggiungere un'ulteriore interesse alla battaglia dei costruttori.

A seguito dell'implementazione di Pirelli come nuovo fornitore unico nel 2021, sono stati assegnati nove giorni di test aggiuntivi a ciascun costruttore WRC per adattarsi ai nuovi pneumatici da utilizzare durante la stagione 2021.

Sono state adottate numerose modifiche per chiarire i requisiti per la classe WRC2. Le squadre partecipanti alla categoria ora devono registrarsi entro e non oltre la data di chiusura del quinto round della stagione 2021. Per segnare punti, una squadra deve iscrivere due vetture in un massimo di sette rally, incluso un minimo di un round fuori dall'Europa.

I piloti e le squadre WRC2 dovranno candidarsi per segnare punti quando disputano un rally e, di conseguenza, i piloti registrati possono partecipare a rally aggiuntivi come Priorità 2 senza segnare punti. Per quanto riguarda il punteggio, conterà il numero più alto di punti da sei dei sette rally nominati.

Grazie al successo dei punti Power Stage per il WRC, lo stesso formato sarà ora esteso alle categorie WRC2 e WRC3.

Nella WRC3, con l'obiettivo di ripristinare i regolamenti pre-COVID, il numero di rally validi per il campionato è stato ripristinato da cinque a sette, con i migliori cinque round a contare per i punti del campionato. Sono stati inoltre aggiunti requisiti specifici per limitare l'ingresso in classe agli aspiranti conducenti che sviluppano le proprie capacità.

Per garantire il valore del campionato WRC, per l'assegnazione dei titoli dovranno svolgersi almeno la metà degli eventi in programma nel calendario iniziale. Nei campionati di supporto, la FIA avrà la possibilità di regolare il numero minimo di partecipazioni e il numero di eventi presi in considerazione, qualora il numero di eventi qualificanti fosse inferiore a quello programmato inizialmente.

Il numero di round di conteggio per il campionato Junior WRC è stato riportato a cinque dai quattro stabiliti nei regolamenti di quest'anno a causa della pandemia COVID-19.

Accettando accederai a un servizio fornito da una terza parte esterna a http://www.rallylink.it/cms20/