logo rallylink 200

L’Alpi Occidentali Rally Cup assapora le bollicine del “Moscato”



Penultimo appuntamento del Challenge rallistico dell’Italia Nord Occidentale che sabato sera, 2 luglio, scatterà dal paese natale di Cesare Pavese. Alla gara sono iscritti ben venti protagonisti dell’Alpi Occidentali Rally Cup, fra i quali i primi nove della classifica assoluta, guidata dall’astigiano Mario Viotti, marcato stretto da “Lello Power”. Ma non ci sono solo ambizioni di successo nel Challenge: Massimo Marasso, Marco Strata e Patrick Gagliasso puntano alla vittoria assoluta in gara,

mentre Monica Caramellino sarà protagonista della classifica “rosa”



SANTO STEFANO BELBO (CN) – Si sa, il Moscato Rally è una gara calda. Un po’ perché si disputa in uno dei momenti meteorologicamente più assolati della stagione, per di più nella piana della Valle Belbo, un po’ perché la passione di protagonisti e spettatori è alle stelle sulle prove speciali che si snodano fra Santo Stefano Belbo e Cortemilia.



Se tutto ciò non bastasse ci si mette pure l’Alpi Occidentali Rally Cup, con la sua carica di adrenalina a portare ulteriore passione in una gara che ha raccolto ben 108 iscritti, venti dei quali sono a caccia del ricco montepremi del Challenge del Nord-Ovest. Il primo iscritto a scendere dalla pedana di Santo Stefano Belbo sarà Massimo Marasso, con la Fiesta R5 che torna in gara dopo le assenze di Torino e Valli Ossolane. L’enologo di Neive non punterà solamente ad un successo nell’Alpi Occidentali Rally Cup, ma anche nella classifica assoluta, essendo il Moscato la sua gara di casa. Il primo “cliente” con cui dovrà vedersela sarà Marco Strata, reduce da una sfortunata partecipazione al Valli Ossolane, ma che ha fatto centro al Coppa d’Oro ed è particolarmente determinato a fare bene nelle strade che si dipanano sulle colline care a Cesare Pavese con la sua Mitsubishi Lancer Evo X di Classe R4. Senza dimenticare Patrick Gagliasso, che pur dovendo ancora prendere in mano completamente la sua Ford Fiesta R5 si è già dimostrato particolarmente competitivo nelle gare si qui disputate. Nel Gruppo R da segnalare la presenza di Carlo Camere , che rientra per difendere la sua leadership in Classe R3 con la Renault New Clio, mentre si fa sempre più accesa la sfida in Classe R2B con la Citroën C2 di Gianluca Tavelli all’inseguimento della Twingo di Paolo Comendulli, senza tralasciare la grintosa pink lady canavesana Monica Caramellino alla ricerca del primo risultato utile nel Challenge dopo i ritiri di Asti e Torino.



In Classe A7 scatta con il numero 40 Cosimo De Tommaso, che si gode la leadership di categoria con la Clio Williams, ma è sempre a caccia di quelle posizioni di preminenza nella classifica assoluta. In cui è attualmente quarto assoluto. Poker di iscritti in Classe N3, tutti si Clio RS che vedrà scattare per primo Alberto Gianoglio ansioso di scacciare la delusione del Valli Ossolane nel quale ha percorso pochissima strada. Immediatamente dietro di lui affronterà le speciali Renzo Bertola che vanta due buoni risultati al Tartufo ed al Coppa d’Oro seguiti da una delusione al Città di Torino. Quindi Sergio Patetta, leader della Classe N3 anche grazie alla partecipazione a tutte le precedenti quattro gare, ed il genovese Giovanni Ferrando, che deve recuperare un paio di assenze. In Classe A6 l’astigiano Vincenzo Torchio deve assolutamente smuovere la sua classifica con la sua Citroën Saxo, precedendo in prova “Lello Power”, su una vettura gemella, galvanizzato dal fatto di aver quasi conquistato la vetta della classifica assoluta dell’Alpi Occidentali Rally Cup. Chiudono la striscia dei protagonisti del Challenge del Nord-ovest presenti a Santo Stefano Belbo Maurizio Vialfré, con la Mini Racing Start e le due vetture di Classe A5 del pinerolese Roberto Gobbin (Panda Kit) e dell’astigiano Mario Viotti (Peugeot 106 Rallye) che pur essendo l’ultimo dei trofeisti a scendere in prova, guida la classifica assoluta dell’Alpi Occidentali Rally Cup.



Alla vigilia del Moscato Rally, quarta delle sei prove dell’Alpi Occidentali Rally Cup, la situazione in classifica è più fluida che mai. Grazie alle ottime prestazioni messe in mostra al Valli Ossolane l’esperto Mario Viotti è balzato al comando del Challenge, inseguito però a soli sei punti da “Lello Power”. I due primattori hanno scavalcato Andrea Castagna, meno brillante del solito in Val d’Ossola, ma che è pur sempre staccato di soli otto punti dalla vetta dell’Alpi Occidentali Rally Cup. Appena fuori dal podio si sono attestati Cosimo De Tommaso e Nicolaj Ciofolo, entrambi positivi nell’ultima gara, con il pilota della Peugeot 106 N2 che paga lo scotto dell’assenza al Tartufo, ma sta recuperando terreno a suoni di risultati eclatanti. Due punti dietro De Tommaso-Ciofolo troviamo Sergio Patetta e Paolo Comendulli, tutti piloti che hanno già raccolto oltre 200 punti nella classifica dell’Alpi Occidentali Rally Cup e precedono Gianluca Bizzini che il muro dei 200 può superarlo proprio in occasione del Moscato. A sottolineare quanto sia accesa la competizione fra i protagonisti dell’Alpi Occidentali Rally Cup sta il fatto che i primi nove della classifica assoluta saranno al via da Santo Stefano Belbo e saranno presenti ben 20 dei 24 iscritti al Challenge rallistico del Nord Ovest



Diciotto degli iscritti del Moscato Rally all’Alpi Occidentali Rally Cup partecipano alla gara montando pneumatici Michelin, competendo all’interno del Challenge del Nord Ovest ad una coppa dedicata che distribuisce un ulteriore montepremi di 12mila €, che di fatto raddoppia il valore messo sul tavolo dagli organizzatori dell’Alpi Occidentali Rally Cup.







***

Al 1° Alpi Occidentali Rally Cup sono ammessi tutti i conduttori con Licenza ACI Sport in corso di validità e sono ammesse tutte le vetture previste dalla Norma Generale Settore Rally. Le classifiche saranno redatte in base all’ordine di arrivo dei soli iscritti al Trofeo Alpi Occidentali nella graduatoria finale del rally (classifica avulsa). Sarà inoltre assegnato un bonus di partecipazione crescente, rally dopo rally (due punti alla prima gara, quattro alla seconda, etc.). L’iscrizione può essere formalizzata prima della prima gara cui il conduttore intende partecipare o compilando l’apposito modulo sul sito www.trofeoalpioccidentali.it. La tassa di iscrizione al Trofeo Alpi Occidentali è pari a 250,00 € più IVA. Il montepremi totale di 24.000,00 € sarà suddiviso fra i primi cinque classificati al Trofeo Alpi Occidentali e il Premio Speciale “Michelin”; al vincitore della speciale classifica Due Ruote Motrici in premio la partecipazione gratuita alla Ronde Gomitolo di Lana (Biella) del 6 novembre. Saranno inoltre premiati i vincitori dei dieci Raggruppamenti in cui è suddiviso il Trofeo Alpi Occidentali, il primo classificato della graduatoria femminile ed il migliore degli Under 25. I premi sono cumulabili. Per informazioni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.



Calendario

28° Rally Tartufo (Asti)                                            2-3 aprile

42° Rally Coppa d’Oro (Alessandria)                      23-24 aprile

31° Rally Città di Torino                                          7-8 maggio

52° Rally Valli Ossolane                                           18-19 giugno

15° Moscato Rally (Santo Stefano Belbo, CN)        2-3 luglio

43° Rally Team ‘971 (Chieri, TO)                           17-18 settembre