logo rallylink 200

Motor Show, Grappolo e Prealpi; Winners Rally Team si fa in dieci.

TORINO (TO) - A poche settimane dalla chiusura ufficiale della stagione in corso, continuano incessanti gli impegni di Winners Rally Team; la scuderia piemontese, reduce dal Monza Rally Show, prepara per il prossimo fine settimana una triplice trasferta. In quel di Bologna, in occasione del Motor Show, sarà il toscano Giovanni Galleni a rappresentarne i colori portando in pista la Ford Fiesta R5 di Bernini Rally. In Piemonte, più precisamente in provincia di Asti, saranno cinque le vetture iscritte da Winners Rally Team presenti ai nastri di partenza della prima edizione del "Rallyday del Grappolo"; a dare spettacolo sulle splendide ed impegnative speciali astigiane ci saranno Matteo Giordano e Manuela Siragusa - Renault Clio R3C, Damiano De Tommaso e Paolo Rocca - al debutto tra le fila del sodalizio dell'alloro su un'altra Clio R3C, Alberto Gianoglio e Vilma Grosso (Peugeot 106 A6), Alfredo Formosa e Simona Gazzo (Renault Clio N3) oltre a Richard Babando che porterà in gara una Peugeot 106 N1 condividendone l'abitacolo con Ilario Pellegrino. In Veneto, in provincia di Treviso, torna una delle manifestazioni più seguite e vissute dagli appassionati del rallysmo su terra, il Prealpi Master Show, che festeggia i diciotto anni di storia con un infinito elenco iscritti all'interno del quale spiccano quattro equipaggi di Winners Rally Team; ad aprire le danze ci sarà il fresco Campione del Mondo del WRC3 Simone Tempestini che affronterà la gara di casa alla guida di una Citroen DS3 R5 avvalendosi alle note del navigatore rumeno Marc Banca. Completano il gruppo il trevigiano Tullio Versace su Ford Fiesta R5, ed i lombardi Roberto Antonucci e Giuseppe "Dust" Barbati (Mitsubishi Lancer Evo VI e Peugeot 208 R2B) navigati rispettivamente da Paolo Cargnelutti, Herbert Antonucci ed il copilota sardo Francesco Cozzula. In questa edizione viene mantenuta pressoché invariata la prova speciale, eccezion fatta per un tratto di circa un chilometro che viene abbandonato.