logo rallylink 200

A "Pedro" ed Emanuele Baldaccini il Rally Elba Storico

L'equipaggio della Isola Vicentina, con la Lancia Rally 037 s'aggiudicano l'ottavo round del  Tricolore Auto Storiche e la classifica del, 4. Raggruppamento, precedendo al traguardo Montini e Belfiore, primi del 2. Raggruppamento con la Porsche 911 Rsr Gruppo 4. Superti e Dell'Acqua vincono il terzo Raggruppamento, su Porsche 911 SC. Parisi e D'Angelo primi del 1. Raggruppamento con la Porsche 911 S.

Capoliveri (LI), 17 settembre 2016 - Tre giorni di gara, centotrentasette chilometri cronometrati, che si risolvono negli ultimi tre chilometri, della nona e conclusiva prova speciale. La ventottesima edizione del Rallye Elba Storico è stata gara intensa, emozionante, combattuta anche contro condizioni meteorologiche avverse. Ma i rally sono questi, l'Elba non è mai banale.

"Pedro" è stato in testa dall'inizio alla fine, ergo ha vinto facile. Non è la realtà. Il bresciano è andato forte nelle prime due prove speciali notturne, vincendole, poi non si è risparmiato di certo nelle restanti della prima tappa, flagellate da pioggia e nebbia in quantità, anche se alternate a sprazzi di sereno. In questa variabilità meteorologia, il bresciano navigato dal toscano Emanuele Baldaccini, ha sofferto, sbagliato le gomme, pagato 40" di ritardo ad un C.O, ma alla fine ha vinto altre due prove speciali, la quinta e la nona, tagliando il traguardo di Capoliveri vincendo. "E' sempre bello vincere all'Elba, è la seconda volta che mi riesce e questa volta è stata dura. Gli avversari sono andati forte e noi abbiamo sofferto per l'errore commesso nella prima tappa, che ci è costata la penalità. Alla fine siamo riusciti a mantenere il vantaggio e vincere gara e titolo europeo"

L'equipaggio della Isola Vicentina vince per la seconda volta il Rallye Elba Storico, aggiudicandosi il titolo continentale della 4. Categoria per la quarta volta in carriera. Pedro e Baldaccini compiono anche un significativo passo avanti nelle classifiche del Campionato Italiano Rally Auto Storiche, serie Tricolore che avrà conclusione al prossimo Rally Due Valli. Secondi del 4. Raggruppamento sono i veronesi Patuzzo e Martini, a bordo della Toyota Celica St 185, primi di classe, e terzi gli adriesi Luise e Ferro su Fiat Ritmo 130 Tc Gruppo A

Alle spalle dei vincitori, sono sorprendentemente saliti al secondo posto assoluto il bresciano Nicholas Montini e il navigatore valtellinese Romano Belfiore, vincitori del 2. Raggruppamento con la Porsche 911 Rsr Gruppo 4 Piacenza Corse, dopo i ritiri di Guagliardo e Granata, stoppati da un'uscita di strada: "Il ritmo era molto alto e stavano andando forte" afferma il navigatore Granata "L'auto si è scomposta in una curva lenta a destra, affrontata velocemente, forse troppo e siamo volati fuori prendendo diversi colpi, per fortuna l'Hans ci ha evitato traumi".

Guagliardo in quel momento occupava la terza piazza assoluta, alternandosi a Riolo al vertice delle classifiche di prova. Anche il pilota cerdese, dalla seconda piazza assoluta, stava attaccando a fondo la leadership di Pedro, arrivando ad insidiarlo a soli 2"8. Partito forte sull'ultima piesse Cavo e Bagnaia, i rilievi intermedi lo davano in vantaggio di un secondo sul bresciano, Riolo ha poi dovuto rallentare per la rottura in prova di un semiasse anteriore della Subaru Legacy, e ritirarsi per la rottura della frizione nel trasferimento successivo.

Sono quindi Nicholas Montini e Romano Belfiore a piazzarsi al secondo posto assoluto, aggiudicandosi alla grande il 2. Raggruppamento con la Porsche 911 Rsr Piacenza Corse: "Dopo l'inizio in notturna, dove ero in difficoltà, siamo riusciti andare bene sul bagnato come non credevamo, spiace per il ritiro di Da Zanche è incredibile anche il risultato a podio assoluto che dedico alla mia ragazza ed a mio padre"



Alle spalle di Montini, sono terzi Comas e Roche, con qualche difficoltà soprattutto sugli asfalti bagnati affrontati a bordo della Lancia Stratos Hf, e quarti Salvini e Tagliaferri, in rimonta nel finale ma ulteriormente rallentati dalla rottura della molla di ritorno del pedale della frizione, della Porsche 911 Rsr Piacenza Corse. Mentre sfortunati sono Da Zanche e De Luis, fermati da un problema al motore della loro Porsche 911 Rsr, costringendo i portacolori della Piacenza Corse a ritirarsi quando erano in lotta per il vertice di Raggruppamento.

Quinti assoluti e gran vincitori del 3. Raggruppamento sono i lombardi Marco Superti e Marco dell'Acqua, che con la Porsche 911 SC Brescia Rally hanno controllato gli austriaci Wagner e Zauner sempre con la coupè di Stoccarda ed i biellesi Rimoldi e Frasson, anche loro su Porsche 911 della quale stanno riprendendo confidenza. Rallentati dalla rottura del tergicristallo e del corpo farfallato della Porsche 911 SC, non hanno brillato come al solito Ferrara e Bobbio nell'ultimo rally della loro formidabile carriera. Sfortunati autori di una uscita di strada nel corso della prima tappa, Calzolari e Scalabrini, hanno dovuto abbandonare la competizione che li vedeva al comando del raggruppamento; anche Mannino e Giannone si sono dovuti ritirare dalla competizione.



Primo Raggruppamento all'insegna dell'equipaggio torinese Nello Parisi e Giuseppe D'Angelo che, con la Porsche 911 S nei colori Rododendri, ha dominato la classifica in entrambe le tappe, vincendo la gara e fregiandosi dell'ennesimo titolo Europeo di Categoria. Massimo Giuliani e Claudia Sora, hanno blindato il secondo posto di raggruppamento e l'affermazione nella classe 1300, con la Lancia Fulvia HF.



Aggiudicandosi entrambe le gare disputate al Rallye Elba Storico, Cochis e Manganone si aggiudicano la settima edizione del trofeo A112 Abarth. Decisamente sfortunta la trasferta elabana per l'ex leader della serie Armellino, uscito di strada in gara uno, rotto il cambio nella seconda gara.



Classifica assoluta: 1. ''Pedro'' - Baldaccini ( Lancia Rally 037) in 1h39'55"7; 2. Montini - Belfiore (Porsche 911 RS) a 1'46; 3. Comas - Roche (Lancia Stratos Hf) a 2'59"9; 4. Salvini Tagliaferri (Porsche Carrera RS) a 3'03"8; 5. Superti - Dell'Acqua (Porsche 911 SC) a 4'43"4; 6. Jensen - Pedersen (Porsche Carrera RS) a 4'44"3; 7. Wagner - Zauner (Porsche 911 SC) a 5'15"4; 8. Patuzzo - Martini (Toyota Celica 2000 Gt Four) a 9'10"2; 9. Rimoldi - Frasson (Porsche 911 SC) a 10'25"4; 10. Werner - Fischer (Audi Quattro) a 11'29"5.



Calendario 2016: 12 marzo Rally delle Vallate Aretine; 9 aprile Sanremo Rally Storico; 7 maggio Rally Targa Florio; 28 maggio Rally Campagnolo; 25 giugno Rally Lana Storico; 24 luglio Rally Circuito di Cremona; 27 agosto Rally Alpi Orientali; 17 settembre Rally Elba Storico; 15 ottobre Rally Due Valli Historic



Vincitori 2016: 12 marzo Rally delle Vallate Aretine: Assoluta e 2. Raggruppamento Mimmo Guagliardo 4. Raggruppamento Denis Colombini; 3. Raggruppamento Luca Ambrosoli; 1. Raggruppamento Massimo Giuliani; 9 aprile Sanremo Rally Storico: Assoluta e 4 Raggruppamento "Pedro"; 3. Raggruppamento Maurizio Rossi; 2. Raggruppamento Lucio Da Zanche; 1. Raggruppamento Antonio Parisi; 8 maggio Rally Targa Florio: Assoluta e 3 Raggruppamento Erik Comas; 4. Raggruppamento Lucky; 2. Raggruppamento Lucio Da Zanche; 1. Raggruppamento Pierluigi Fullone; 28 maggio Rally Campagnolo: Assoluta e 2. Raggruppamento Lucio Da Zanche; 4. Raggruppamento Davide Negri; 3. Raggruppamento Nereo Sbalchiero; 1. Raggruppamento Nello Parisi; 25 giugno Rally Lana Storico: Assoluta e 2. Raggruppamento Lucio Da Zanche; 4. Raggruppamento Simone Giombini; 3. Raggruppamento Maurizio Rossi; 1. Raggruppamento Luigi Capsoni; 24 luglio Rally Circuito di Cremona: Assoluta e 2. Raggruppamento Elia Bossalini: 4. Raggruppamento "Lucky"; 3. Marco Superti; 1. Raggruppamento Gianluca Grossi.