logo rallylink 200

TORNA LA MILLE MIGLIA

Domani, giovedì 19 maggio, passerella a Peschiera del Garda dalle 14:30
L’Automobile Club Verona allestirà un’area vip per assistere al passaggio in Piazzale Bettelloni.
Oltre 500 splendide vetture tra i Tributi Ferrari e Mercedes e i concorrenti alla Mille Miglia.


Tutto pronto a Peschiera del Garda per l’atteso passaggio della Mille Miglia 2016. L’Automobile Club Verona, in co-organizzazione con il Comune di Peschiera e il Consorzio Lago di Garda, ha organizzato il passaggio dalla città lacustre, prima tappa in terra veronese per i concorrenti della Freccia Rossa. Nella Piazza del Municipio verrà replicato l’allestimento e l’hospitality solitamente realizzati per il passaggio da Verona, quest’anno non previsto dagli organizzatori della Mille Miglia a causa di una rivisitazione del percorso.
A Peschiera sarà quindi possibile assistere allo spettacolo all’interno di una tensostruttura affacciata proprio sulla pedana di passaggio. Grazie alla collaborazione dell’Automobile Club cittadino con gli organizzatori della Mille Miglia, a Peschiera è stato previsto un controllo a timbro dove tutti i partecipanti dovranno transitare da regolamento. Questa operazione è stata realizzata per permettere a tutti i fortunati ospiti dell’area vip di assistere alla manifestazione.
Lo spettacolo non mancherà di certo con gli oltre 460 concorrenti della Mille Miglia, preceduti dal consueto tributo Ferrari e Mercedes, che arriveranno nella cittadina lacustre a partire dalle 14:30. Nella esclusiva zona riservata al pubblico sarà attivo un servizio catering non stop e degli angoli allestiti a lounge bar per potersi rilassare assistendo al fascino senza tempo della Mille Miglia.
Nell’elenco iscritti non manca ovviamente la consueta carrellata di equipaggi vip che prenderanno parte a questa edizione della Mille Miglia. Con il numero 295, su una bellissima Porsche 356 del 1954 parteciperà Anna Kanakis, attrice e scrittrice portata al successo dall’interpretazione in “O’ Re” con Giancarlo Giannini e Ornella Muti. Tornerà anche in questa edizione la bellezza di Kasia Smutniak, al via assieme a Giovanni Moceri, mago regolarista, con un Lancia Ardea del 1939 (numero 135). Tra i figli d’arte spicca Albert Carreras, figlio del famoso tenore Josè Carreras, al volante di una Mercedes Benz 300 SL del 1955 con il numero 324.
Tra i piloti, ingrediente essenziale della Freccia Rossa, l’italiano Ivan Capelli, attuale Presidente dell’Automobile Club Milano ed ex pilota di F1 anche per la Ferrari. Guiderà una Mercedes Benz 300 SL “ali di gabbiano” del 1956 (numero 388). Tra i portacolori Mercedes anche l’attuale collaudatrice della Williams F1 Susie Wolff (Mercedes 300 SL del 1955) con il numero 319 e Bernd Maylander (numero 64) che abbandonerà per un weekend le safety car di F1 per guidare una stupenda Mercedes 710 SS del 1930. Immancabile l’asso belga Jacky Ickx che con il numero 252 correrà su una Porsche 550 RS Spyder del 1957. Thomas Weber, membro del CDA di Daimpler AG guiderà lo squadrone Mercedes-Benz con il numero 47 su una Mercedes Benz 710 SSK del 1928.
Non mancheranno i veronesi in gara. Oltre a Luigi Mion e Roberto Dal Bosco, che torneranno in gara con la loro Jaguar XK 120 OTS Roadster del 1953 (numero 297), e Giorgio Ciresola con Stefano Franchini su una Fiat 514 del 1931, correrà questa Mille Miglia anche Gianluca Rana, figlio di Giovanni e amministratore delegato del Pastificio Rana. Sarà navigatore su un’altra Jaguar XK 120 OTS Roadster del 1953 guidata da Stefano Brendolan.
Tra i candidati alla vittoria molti degli ex partecipanti ad Aspettando La Mille Miglia, l’evento che l’AC Verona ha organizzato la scorsa settimana. Spiccano Andrea Vesco (numero 74 su Alfa romeo 6C del 1931); Giordano Mozzi (numero 85 su Alfa Romeo 6C Gran Sport 1500 TF del 1936); Ezio Salviato (numero 48 su Bugatti T40 del 1928) lo squadrone di argentini con Juan Tonconogy (numero 33 su Bugatti T40 del 1927) e Carlos Sielecky (numero 23 su Bugatti T35A del 1926). Ma la lista prosegue con l’inossidabile Giuliano Canè (numero 37 su Bugatti T37 del 1927), Luca Patron (su OM Superba Sport del 1926) e Sergio Sisti (numero 51 su Lancia Lambda Tipo 221 Spider del 1929).
Una curiosità che rompe gli schemi della Mille Miglia. Il numero uno, quest’anno, non sarà su una vettura OM, come ha da sempre voluto la tradizione. Messo all’asta tra i concorrenti, iscritti con una vettura idonea, è stato aggiudicato allo svizzero Alan Hulsbergen, proprietario di una poderosa Bentley 3 Litre classe 1923 che ha sborsato un discreta somma per fregiarsi dell’onore di fare da capofila.

Adriano Baso, Presidente Automobile Club Verona
“Il passaggio della Mille Miglia da Peschiera del 19 maggio sarà per noi un inedito, in una nuova location dove sono sicuro che non mancheranno la partecipazione e il calore degli appassionati di tutte le generazioni. Il successo oramai consolidato delle edizioni precedenti ci ha convinti a proseguire nella tradizione allestendo il passaggio nella zona del Municipio di Peschiera. Il fascino del Lago di Garda farà da cornice allo spettacolo senza tempo della Mille Miglia. Sarà sicuramente qualcosa di imperdibile”.

Filippo Gavazzoni, Assessore al Turismo e Manifestazioni del Comune di Peschiera del Garda
“Il Sindaco Orietta Gaiulli con tutta l’amministrazione comunale è molto soddisfatta del sodalizio che si è creato con l'Automobile Club Verona che ci ha permesso di avere per il secondo anno consecutivo a Peschiera il passaggio della Mille Miglia. Per noi è un evento molto importante che ci permette di coinvolgere sia la cittadinanza che i tanti turisti presenti. La location della piazza che ospita l'evento è in centro, circondata dai bastioni e di fronte al lago, per cui anche la cornice sarà notevole. La Mille Miglia appassiona da sempre tutte le generazioni e per noi è motivo di grande vanto averla a Peschiera”.