logo rallylink 200

Anselmetti e Vigna vincono il 2° Trofeo Tollegno 1900

Due giorni di gara entusiasmanti per percorso, organizzazione e qualità del parco vetture,
hanno visto la firma della Talbot Lotus dello specialista Anselmetti che ha preceduto Del
Piano su Porsche 356 e Brovarone su Lancia Fulvia Coupè.
La Ferrari 348 di Malucelli realizza la miglior prestazione assoluta e si aggiudica
la classifica delle vetture moderne.
Tollegno (BI), 9 maggio 2016 – Sono state due intense e frenetiche quelle in cui si è svolta la
seconda edizione del Trofeo Tollegno 1900 – Revival Lana Gatto, gara di regolarità turistica
organizzata da NS Events che ha coinvolto con un percorso impegnativo e spettacolare ben tre
province oltre a quella di Biella, fulcro dell’evento. Un elenco che presentava ben centotrentuno
equipaggi iscritti, con una gamma di vetture che andava a ripercorrere ottant’anni di storia
dell’automobilismo; un’organizzazione di alto livello ed un pubblico delle grandi occasioni lungo
l’apprezzato percorso, sono stati gli ingredienti di una “due giorni” di passione, sport ed eleganza.
Senza dubbio, il parco vetture è stato oggetto di grande ammirazione il parco vetture: tre
“anteguerra” di notevole prestigio quali un’Alfa Romeo 6C 2300 del 1937, una Lancia Lambda
Torpedo del 1930 ed una Bugatti T40 del 1927 già in evidenza nel 2015 grazie al terzo posto
conquistato alla 1000 Miglia Storica. Numerose le Porsche 911 e Lancia Fulvia Coupè, accompagnate
da Lancia Stratos, Aurelia, Delta, Beta, Flavia, Fulvia e Flaminia. Immancabili le Alfa Romeo Giulia,
Montreal e Giulietta; le prestigiose Ferrari 275, Aston Martin DB4, Porsche 356, Mercedes 190 SL,
Chevrolet Corvette, fino ad arrivare alle più recenti Porsche 993 e Ferrari 348 tra le selezionate
vetture della categoria “auto moderne”. Ioltre, tra i numerosi regolaristi hanno indubbiamente
catalizzato l’attenzione del pubblico gli ex rallysti Andrea Zanussi in gara con una Fiat 131 Abarth
Gruppo 4 e l’idolo locale Piero Liatti che per due giorni ha sfilato lungo il percorso alla guida di una
più confortevole Mercedes 280 SL Cabriolet.
Dopo le operazioni di verifica, sono state centosedici le vetture partite dal Lanificio di Tollegno alle
11.01 di sabato 7 maggio per affrontare la prima tappa: centoventi chilometri di gara inframmezzati
da dodici prove di precisione passando luoghi storici del rallysmo che portano i nomi di Baltigati e
Curino per poi spingersi nel Verbano e salire sul Mottarone dal quale ammirare il panorama
mozzafiato dei Laghi d'Orta e Maggiore, dopo le soste per i riordini ospitati presso “Ragno Shop” di
Prato Sesia e da “Maggiora Park; l’epilogo con la sfilata nel centro storico di Biella e la conclusione in
grande stile con la cena di gala a Palazzo Lamarmora. La prima tappa si conclude con la Porsche 356
A Carrera di Giorgio Del Piano ed Alberto Gatto, al comando della classifica provvisoria con dieci punti
di vantaggio sulla Lancia Fulvia Coupè di Cesare e Federico Brovarone e undici sulla Talbot Sunbeam
Lotus dei futuri vincitori Filippo Anselmetti ed Ilaria Vigna.
L’indomani, domenica 8 maggio, la gara riparte per affrontare la seconda tappa col percorso che,
dopo aver solcato altri tratti di strada del Rally della Lana, ha virato verso sud portando gli equipaggi
al Golf Club di Cerrione dove, durante il riordino è stato servito il pranzo. La ronde del Lago di
Viverone è stata teatro dell’ultimo impegno coi cronometri prima del rientro a Tollegno per l’arrivo
previsto nel primo pomeriggio. Anselmetti e Vigna riescono a recuperare il gap che li separava dai
battistrada e con 207 penalità si aggiudicano la seconda edizione del Trofeo Tollegno 1900 – Revival
Lana Gatto precedendo di 27 punti Del Piano e Gatto e di 39 i Brovarone. Il driver della Talbot Lotus
realizza così un’ideale doppietta essendosi aggiudicato entrambe le gare organizzate da NS Events:
Neve e Ghiaccio Storico dello scorso febbraio e, appunto, il recente Trofeo Tollegno 1900.
A realizzare però la miglior prestazione assoluta è stato l’equipaggio formato da Andrea Malucelli e
Luca Zumella su Ferrari 348, ma essendo la vettura del 1992, come da regolamento è stata inserita
nella dedicata classifica separata, dedicata ai mezzi della nona e decima divisione.
La cerimonia delle premiazioni tenutasi presso il Lanificio di Tollegno davanti ad un numeroso
pubblico, ha chiuso la manifestazione ed un soddisfatto Nicola Salin, Presidente di NS Events, ha
ringraziato i presenti e tutti coloro i quali hanno contribuito alla riuscita della manifestazione, a
partire dalla famiglia Germanetti, e dato l’arrivederci alla terza edizione.