logo rallylink 200

Erik Comas e Jean Vesperini al comando del Sanremo Rally Storico

A bordo della Lancia Stratos HF, il pilota e il navigatore francese guidano la classifica assoluta e del 2. Raggruppamento dopo la prima giornata di gara. Alle loro spalle sono secondi i valtellinesi Lucio Da Zanche e Daniele De Luis che con la Porsche 911 Rsr Gruppo 4 Piacenza Corse sono secondi, precedendo Lucky" e Pons che con la Lancia Delta Integrale 16 v SC Isola Vicentina sono terzi e conducono il 4 Raggruppamento. Quarto assoluto e primo della classifica del campionato Europeo è il bresciano "Pedro" in coppia con Baldaccini su Lancia Delta. Il genovese Maurizio Rossi, in coppia con Riccardo Imerito, conduce il 3. Raggruppamento con la Porsche 911 Sc. Il 1. Raggruppamento è in mano ai torinesi Parisi e D'Angelo su Porsche 911 S. Domani dalle 8.40 il rally ripartirà, affronterà cinque prove speciali e si concluderà a Sanremo alle 18.38

Sanremo (IM), 8 aprile 2016 - Imprevedibile la prima tappa del Sanremo Rally Storico. La gara scatta con il bel tempo, mentre qualcuno teme che nel finale le condizioni meteo possano cambiare, addirittura volgere in pioggia e rendere il confronto incerto. Imprevedibile il Sanremo potrebbe esserlo, ma non lo è per il meteo o per altri fattori esterni evidenti. Il rally parte e Lucio Da Zanche, navigato da Daniele de Luis, va al comando della generale. L'equipaggio valtellinese è il più veloce sulla prima prova speciale, San Romolo, poi controlla sulla interlocutoria Semoiga, tiene la leadership anche nella terza, Bignone. I distacchi con i rivali in gara, "Lucky", "Pedro" e Musti, sono contenuti nell'ordine di una manciata di secondi. Anche dopo la ripetizione di San Romolo, Da zanche resta primo, anzi, incrementa il vantaggio su Lucky, di poco ma sufficiente a far credere che il lombardo e il vicentino siano in grado di arrivare a chiudere la tappa a posizioni congelate.

Imprevedibile. L'imbrunire, poi il buio della sera, uniti all'umidità presente nell'aria poco prima della picchiata di San Romolo, sono invece i fattori che sconvolgono la classifica.

Il primo chiaro segno di cambiamento arriva dalla quinta piesse: vince Comas, dopo aver risolto i problemi di "carburazione" del 4 cilindri della Stratos; il francese sale in seconda piazza, superando Lucky, Musti e Pedro, d'emblèe. Il franco - biellese, cala l'asso ... è il più veloce anche negli ultimi dieci e rotti chilometri della Bignone, guidati, insidiosi quanto basta nel sottobosco, umidi di sera.

Le gomme sono calde, l'aderenza è garantita, l'abitacolo è caldo ma l'aria fresca, pungente. Il parabrezza della Porsche 911 Rsr Gruppo 4 nei colori della Piacenza Corse reagisce nel modo più naturale, ma nel momento meno indicato per l'equipaggio che deve difendere la prima posizione con pochi secondi di vantaggio sul franco biellese: s'appanna, l'aerazione della Porsche non è sufficiente e in quei pochi chilometri del Bignone, Da Zanche perde la leadership che con tanta fatica si è costruito in una giornata di gara.

Il traguardo parziale del Sanremo Rally Storico vede al comando Comas, con 4" esigui secondi di vantaggio su Da Zanche, 7"2 su Lucky ancora debilitato da una forte e persistente bronchite.

Domani la seconda tappa potrebbe giocarsi tra questi tre piloti, ma bisogna prestare attenzione a Pedro, capace di ribaltare la situazione a suo favore con una Delta che stenta a vestirsela addosso. Occhi puntati anche su Matteo Musti, che il segnale di timido risveglio dal torpore l'ha dato con il secondo crono su Piesse 4, il pavese ha nelle corde la capacità di rimontare con la Porsche 911 Rsr Island Motorsport dal quinto posto assoluto che occupa, a 13"3 dal primo.

Sesto della graduatoria del Cir Auto Storiche è il rientrante Simone Giombini, che con Stefano Cirillo è risalito sulla sua Lancia Rally 037 dopo due anni, ritrovando i meccanismi di guida sportiva. Settimo è il milanese Peter Zanchi, navigato come venti anni prima da Dario Esposito sulla stessa Lancia Delta ex Auriol, ottavo è un Paolo Baggio rallentato da alcuni inconvenienti della meccanica della Lancia Rally 037 che divide con Giancarlo Rossini. Nono sono i piacentini Covini e Brega, anche loro sulla berlinetta torinese, a precedere la rivelazione dell'anno: il pavese Riccardo Canzian, ventenne che guida con sicurezza la Opel Kadett GTE gruppo 4, sulla quale è navigato da Domenico Verbicara e che sta controllando le prestazioni di Maurizio Rossi, assieme a Riccardo Imerito, undicesimo assoluto ma primo del 3. Raggruppamento con la Porsche 911 Sc.

Il 1. Raggruppamento è in mano ai torinesi Parisi e D'Angelo su Porsche 911 S.



Domani dalle 8.40 il rally ripartirà, affronterà cinque prove speciali e si concluderà a Sanremo alle 18.38



Classifica prima tappa: 1. Comas - Vesperini (Lancia Stratos Hf) in 47'58"; 2. Da Zanche - De Luis (Porsche 911 Rsr - Piacenza Corse) a 4"1; 3. Lucky - Pons (Lancia Delta - S C Isola Vicentina) a 7"2; 4. Pedro - Baldaccini (Lancia Delta - S C Isola Vicentina) a 12"6; 5. Musti - Granata (Porsche 911 Rs - Island Motorsport) a 13"3; 6. Giombini - Cirillo (Lancia Rally 037 - Meteco Corse) a 1'36"2; 7. Zanchi - D'Esposito (Lancia Delta 16v - Milano Autostoriche) a 2'23"5; 8. Baggio - Rossini (Lancia Rally 037 - Team Bassano) a 2'35"; 9. Covini - Brega (Lancia Rally 037 - River Team) a 2'58"; 10. Canzian - Verbicara (Opel Kadett Gt/E - Winners R T) a 3'15"2; 11.                                      Rossi - Imerito (Porsche 911 Sc) a 3'29"3



Calendario 2016: 12 marzo Rally delle Vallate Aretine; 9 aprile Sanremo Rally Storico; 7 maggio Rally Targa Florio; 28 maggio Rally Campagnolo; 25 giugno Rally Lana Storico; 17 luglio Rally Circuito di Cremona; 27 agosto Rally Alpi Orientali; 17 settembre Rally Elba Storico; 15 ottobre Rally Due Valli Historic



Albo D’Oro: 2015: 1. Raggruppamento Roberto Rimoldi; 2. Nicholas Montini; 3. Raggruppamento Erik Comas; 4. Raggruppamento Paolo Baggio. 2014 Nicholas Montini (Porsche 911 RS); 2013 Matteo Musti (Porsche 911 Sc); 2012 Lucio Da Zanche (Porsche 911Rsr); 2011 Lucio Da Zanche (Porsche 911 Rsr); 2010 Marco Savioli (Porsche 911 Rsr); 2009 Salvatore Riolo (Porsche 911 Rsr); 2008 Luisa Zumelli (Porsche 911); 2007 Andrea Polli (Lotus Elan); 2006 Gerri Macchi del Sette (Alfa Romeo SV); 2005 Maurizio Elia (Porsche 911); 2004 Gerri Macchi del Sette (Alfa Romeo 1900 Ti)