logo rallylink 200

A MARIO PASSANANTE E CATERINA VAGLIANI LA COPPA DEI LUPI 2016

SORA, 10 gennaio 2016 – Mario Passanante ha conquistato la quinta edizione della Coppa dei Lupi , gara di apertura del CIREAS. Il top driver navigato dalla spumeggiante Caterina Vagliani , a bordo di una performante Autobianchi A 112 del 1970, alla sua prima partecipazione alla gara sorana , con prestazioni di prove cronometrate eccezionali ha vinto con grande merito l’edizione 2016 valida per il Campionato Italiano di terza zona Regolarità Auto Storiche , organizzata dalla Scuderia del Tempo Perso . Seconda posizione per Armando Fontana e Danilo Piga su A 112 Abarth del 1975 , terza piazza per Giovanni Scarabelli e Giovanni Adorni , anche loro su Autobianchi A 112 Abarth del 1975. All’equipaggio Franco Spagnoli e Giuseppe Parisi su Fiat 508 Sport Ghia del 1932 il Trofeo Bonaventura. Sesta posizione per il campione italiano 2015 , il piacentino Maurizio AIOLFI , vincitore delle ultime tre edizioni. Settantuno gli equipaggi che lo scorso sabato alle ore 14.30 hanno preso il via da Piazza Santa Restituta di Sora e dove sono rientrati alle 23.20 dopo aver percorso 292 chilometri sulle strade del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise e affrontato ben cinquanta prove cronometrate. Tanti i valichi superati con innevamento solo sui lati della sede stradale. Non sono mancati momenti di difficoltà nella parte finale della gara a causa della fittissima nebbia sul valico di Forca d’Acero e per la presenza di animali sulle carreggiate. Alla gara hanno partecipato ben dodici Top Driver, e una lunga serie di classificati A B C e D. Molti anche gli equipaggi locali che si sono fatti onore nelle classifiche di raggruppamento. Nella cerimonia di premiazione nelle sale di rappresentanza dell’Olimpus, , presente anche il sindaco Ernesto Tersigni che ha portato i saluti della Città , grande entusiasmo e pareri concordi di tutti i partecipanti “ha vinto anche il vento di scirocco che ci ha privato del bianco … alla Coppa dei Lupi non sempre si può trovare la neve ma sicuramente tanto agonismo e tanto divertimento, una competizione sempre tirata, sempre in gara con trasferimenti veloci . Una gara che è divenuta simbolo di grande organizzazione e ospitalità.