logo rallylink 200

220 I PROTAGONISTI DEL 13° REVIVAL RALLY CLUB VALPANTENA

SENNA, MOZZI LA SFIDA STELLARE PER LA VITTORIA. TANTI GLI OUTSIDER.

27 Porsche 911, 27 Lancia, 40 Opel, 26 Fiat Abarth. Lucky-Rudy l'equipaggio vip.
Online l'elenco iscritti del 13° Revival Rally Club Valpantena su www.rallyclubvalpantena.it Saranno 220 gli equipaggi, con tutti i modelli leggendari della storia dei rally fino al 1990, come previsto dal regolamento della regolarità sport.

A partire con il numero 1 la Ferrari 308 GTB di Lucky-Rudy, equipaggio di spicco di questa edizione, prima dello spettacolare gruppo di 15 BMW M3 che concorreranno al BMW M3 The Sound's Trophy. In questo gruppo, rispetto a quanto comunicato in precedenza, anche Pezzo-Rossi (Scaligera Rallye).

I numeri sono da capogiro, con 27 Porsche 911, 27 Lancia di tutti i modelli, dalla imperiale Stratos fino alla brutale S4 passando per la spettacolare 037 con un esemplare ex Attilio Bettega che tornerà in Italia guidato dall'attuale proprietario tedesco. E poi ancora 40 Opel, il marchio più rappresentato, 26 Fiat Abarth, 12 Autobianchi A112 Abarth e alcune chicche molto rare in Italia, tra tutte una BMW 635 CSI portata in gara dall'equipaggio tedesco Wehner-Kramer.

Saranno 14 gli equipaggi stranieri, 9 provenienti dalla Germania, e poi da Austria, Regno Unito, Repubblica Ceca, Spagna, Stati Uniti e Svizzera. Grazie a questa partecipazione cresce l'affetto europeo verso il Revival Valpantena, che quest'anno ha siglato anche un gemellaggio importante con il Group B Rallyelegenden di Saalfelden (Austria), manifestazione che riunisce altrettante auto leggendarie da tutta Europa.

33 sono le città italiane rappresentate dai concorrenti, 9 gli Stati (non solo europei), 62 scuderie e 23 case costruttrici con ben 74 modelli di auto differenti. Il pilota più giovane Massimo Alberti (n.130), classe 1996, mentre il più esperto Roberto Volpi (n. 239) classe 1938. Tra i navigatori la più giovane sarà Francesca Zanchi, figlia d'arte (n. 186) classe 1997, mentre Fiorenza Ballini la più esperta, ma non diremo la data di nascita per cavalleria.

89 gli equipaggi completamente veronesi, che competeranno per il “Trofeo Buri”, dedicato all'amico Maurizio Todeschini, socio fondatore del Rally Club Valpantena, scomparso quasi un anno fa, mentre per la vittoria assoluta obbligatorio citare Senna-Zaffani (al ritorno con la BMW 2002 Tii) e Mozzi-Biacca (Opel Kadett GTE), che cercheranno di ripetere la battaglia dello scorso anno. Sono comunque tanti gli equipaggi che potrebbero dire la loro nella generale, con alcuni outsider che torneranno in gara dopo diversi mesi di assenza per non perdere lo spettacolo del Valpantena.

Notizia curiosa il fatto che ben 37 equipaggi sono “familiari”, ovvero sull'elenco iscritti compaiono due cognomi uguali, quindi fratelli, padre e figlio o parenti stretti. Un messaggio che parte dal Valpantena a dimostrazione di come questo sport unisce anche la passione in famiglia. Tra questi torna al Valpantena anche Luca Cattilino con la Opel Kadett ex Bettega, per la prima volta navigato dal figlio Filippo.

Per chiudere una nota rosa. Saranno 41 gli equipaggi con almeno una rappresentanza femminile, ma solo quattro saranno completamente femminili e competeranno alla speciale classifica: Soave-Ferrari (Fiat Ritmo 125 TC), Gelmini-Todeschini (A112 Abarth 70HP), Zamperini-Dalla Chiara (A112 Abarth 70 HP) e Dusi-Stizzoli (Fiat Ritmo 130 TC) che partono con il favore del pronostico.