logo rallylink 200

AL VALPANTENA 2015 ANCHE UNA BREVE TEST STAGE SARÀ ALLESTITA A MONTORIO PRIMA DEL VIA DELLA PCT1

Sarà occasione per i concorrenti di fare un rapido controllo delle vetture prima delle prove

Organizzata con l'Associazione “L'Idea del Mamo” impegnata in ricordo dell'amico Mauro Rama

Prima del via della PCT1 “Olivè”, che aprirà ufficialmente le ostilità del 13° Revival Rally Club Valpantena, i concorrenti avranno la possibilità quest'anno di fare un rapido controllo delle loro vetture .

In corrispondenza del Controllo Timbro 1 “Mauro Rama” di Montorio Veronese sarà allestita una breve test stage dove i concorrenti potranno controllare che le strumentazioni siano in ordine prima di iniziare la battaglia dei pressostati. Per chi ha noleggiato l'auto sarà la prima occasione per prendere dimestichezza con il mezzo.

L'idea è nata grazie alla collaborazione con l'Associazione di Promozione Sociale “L'idea del Mamo”. Nata nel 2013 per ricordare Mauro Rama, appassionato d'auto già concorrente del Valpantena con la sua Renault 5 GT Turbo, questa associazione persegue lo scopo di dare continuità gli interessi e alle passioni di Mauro, impegnato su vari fronti in ambito sociale: dalla musica al teatro, dai motori all'ambiente, dalla solidarietà alla cultura e all'informazione.

Da un lato il gruppo vuole favorire momenti di aggregazione, spettacolo, e iniziative culturali, di solidarietà e di informazione di vario genere da parte di gruppi di artisti e di diverse associazioni all’interno della comunità montoriese, anche con la speranza di individuare, in un prossimo futuro magari non troppo lontano, una struttura polivalente che consenta ai diversi gruppi di potersi esprimere e approfondire le proprie passioni e interessi.

Dall'altro lo scopo è quello di collaborare e coadiuvare l’ADMOR (Associazione Donatori Midollo Osseo e Ricerca), a cui Mauro fu molto vicino specie dopo aver scoperto la sua malattia, durante le predette manifestazioni, nella propaganda, nella raccolta fondi, nel favorire le adesioni da parte dei potenziali donatori di midollo osseo.

In corrispondenza del CT1 sarà possibile conoscere da vicino l'associazione e contribuire con un'offerta libera a sostegno delle sue attività.