logo rallylink 200

Rallye Elba Storico 2015: la Michelin Historic Rally Cup agita le acque

Con il numero 1 sulle portiere apre la gara Nicholas Montini, un grande protagonista della Coppa indetta dal costruttore francese. Il 40% degli iscritti italiani nei primi tre raggruppamenti partecipano alla Coppa e lotteranno per una posizione di prestigio nella gara e nella Michelin Historic Rally Cup. È prevista una grande battaglia nel Terzo Raggruppamento




CAPOLIVERI (LI) – Anche al Rallye Elba Storico 2015 gli iscritti alla Michelin Historic Rally Cup rappresentano una cospicua fetta dei partecipanti alla gara. Infatti saranno 19 i concorrenti che partecipano alla Coppa su 47 possibili iscritti. “Bisogna infatti considerare che dei 79 iscritti una dozzina sono al via con vetture del Quarto Raggruppamento, non previsto dalla Michelin Historic Rally Cup ed una ventina sono stranieri che disputano solo la gara elbana” fa i conti Mario Cravero di Area Gomme, l'azienda che distribuisce i pneumatici Michelin nelle gare storiche e che si occupa della gestione della Michelin Historic Rally Cup. “Una buona quota che rappresenta il 40% dei concorrenti” conclude la parte ragionieristica Cravero.




Al Rallye Elba Storico il numero 1 lo avrà Nicholas Montini (Porsche 911 RS – Secondo Raggruppamento), da due anni mattatore della Coppa e che è anche l'uomo di punta fra i “calzati” Michelin per la vittoria assoluta. Fra i piloti che punteranno ad un risultato di prestigio nella gara isolana ci sono sicuramente il padre di Nicholas, il focoso Roberto Montini (Porsche 911 SC – Terzo Raggruppamento), Federico “Tramezzino” Ormezzano (Talbot Sunbeam Lotus – Terzo Raggruppamento) e Paolo Nodari (Porsche 911 SC – Terzo Raggruppamento). Ma non si guarderà solo alla conquista delle posizioni nobili della classifica assoluta, ma sarà battaglia in ogni Raggruppamento ed ogni categoria della Michelin Historic Rally Cup. Fra le vetture del Primo Raggruppamento il protagonista sarà il torinese “Nello” Parisi (Porsche 911 S) che cercherà di ridurre il notevole distacco dall'assente Alberto Savioli. Grande battaglia, a distanza, nel Secondo Raggruppamento con Nicholas Montini che cercherà di chiudere definitivamente la partita nei confronti del costante Adriano Salvi (Fiat 124 Abarth) mentre l'emiliano Rino Righi (Ford Escort RS), l'alessandrino Roberto Giovannelli (Porsche 911 RS) ed il biellese Ermanno Caporale (Lancia Fulvia Coupé) avranno l'opportunità di risalire la classifica. Entra nei giochi della Michelin Historic Rally Cup Riccardo Galullo (Fiat 128 Rally). Il Terzo Raggruppamento vede attualmente al comando l'assente Giancarlo Risso ed il vicentino Paolo Nordari lo insegue a breve distanza, come il locale Massimo Giudicelli (Volkswagen Golf GTI) e Francesco Ospdale (Volkswagen Golf GTI), tutti racchiusi in un pacchetto di cinque punti. Una vera inezia. Ma un successo di raggruppamento rimetterebbe in gioco per la vittoria della Michelin Historic Rally Cup anche il biellese Federico Ormezzano (finora sfortunato a causa di due ritiri in tre gare), Giovanni Recordati (Porsche 911 SC) e perché no, Roberto Montini. Anche Piergiorgio Barsanti (Opel Kadett GT/E) finora a punti solo al Conrero, cercherà di dare un volto nuovo alla sua classifica. Sicuramente sarà protagonista della gara il varesino Luca Delle Coste, velocissimo al Rally Lana e più giovane della Ritmo 75 che guida in gara. Seconda gara nella Michelin Historic Rally Cup per il torinese Massimo Fasana (Volkswagen Golf GTI) mentre Bruno Perrone (Fiat 127 CL) correrà la gara tenendo d'occhio la classifica della Categoria M1 della Michelin Historic Rally Cup. Entrano nel circus delle gare il valdostano Maurizio Forneris (Fiat 127 Sport) e Fausto Fantei (Alfasud).




Il Rallye Elba Storico è una gara di grandissimo fascino, sia per la collocazione su un'isola bellissima, sia proprio per la tipologia del percorso” ragiona ancora Mario Cravero. “È una gara difficilissima perché l'asfalto ha caratteristiche diverse anche all'interno della stessa prova. Passa dall'estremamente scivoloso al particolarmente ruvido che trita le gomme nel volgere di pochi chilometri. Se in condizioni di asciutto è già difficile fare la scelta giusta, figuriamoci in condizioni di grande incertezza meteorologica, come previsto per il prossimo fine settimana. Inoltre si cambia vallata da inizio a fine prova speciale, si passa dal livello del mare ai 1300 metri del Monte Perone. Il Rallye Elba è veramente la sublimazione delle corse su strada perché richiede agli equipaggi una capacità di gestione e di scelte strategiche non comuni. E poi ci sono speciali come la classica 'Monumento' insidiosissima e la 'Monte Perone' che non solo richiede capacità di guida, coraggio e piede pesante, ma anche intelligenza. Vincere all'Elba significa essere un campione”.




Mario Cravero passa poi a considerare l'aspetto coreografico del Rallye Elba Storico. “È incredibile la passione che si respira alla gara elbana. Basti pensare che in programma questa sera (giovedì 17 settembre) si disputerà la prova di Capoliveri. Appena 4,85 km di lunghezza, ma tutta all'interno del paese. Non solo si chiude una strada, ma l'intero paese è bloccato dalla prova speciale. E non c'è nessuno che protesti; anzi tutta la popolazione è assiepata nei punti più spettacolari a discutere le prestazioni dei singoli equipaggi ed a fare il tifo per i loro idoli. Se non è passione questa....













La classifica della Michelin Historic Rally Cup dopo il Rally Lana Storico (quarta delle sei gare)




1° Raggruppamento: 1. Alberto Savioli, 75 punti; 2. Antonio Parisi, 36; 3. Vittorio Novo, 0.

2° Raggruppamento: 1. Nicholas Montini, 75 punti; 2. Adriano Salvi, 48; 3. Mario Morando, 30; 4. Riccardo De Bellis, Rino Righi,18; 6. Claudio Arena e Roberto Giovannelli, 15; 8. Roberto Nale, 12; 9. Fabrizio Pardi e Stefano Maestri, 10; 11. Ermanno Caporale, 8; 12. Bruno Graglia, 6; 13. Gigi Capsoni, Giampaolo Basso, Agostino Iccolti, Luca Prina Mello e Gino Vincenzi, 0.

3° Raggruppamento: 1. Giancarlo Risso, punti 40; 2. Paolo Nodari, 37; 3. Massimo Giudicelli, 36; 4. Francesco Ospedale, 35 punti; 5. Federico Ormezzano, 25; 6. Giovanni Recordati, 21; 7. Roberto Montini, Piergiorgio Barsanti, Marc Laboisse e Luigi Alberti, 18; 11. Tiziano Nerobutto e Mauro Mabritto, 15; 12. Bruno Perrone e Silvio Revelli, 12; 14. Luca Delle Coste, 8; 15. Massimo Fasana, 4; 16. Alessandro Meneghetti, 1; 17. Sergio Mano, Pietro Tirone, Fulvio Astesana, Vinicio Bertocco, Alessandro Fontana, Nicola Benetton, Walter Lyveroulaz, Stefano Canova e Riccardo Arrigo, 0.




Classe M1: 1. Bruno Perrone, 50 punti; 2. Nicola Benetton, 0 punti.

Classe M2: 1. Massimo Giudicelli, 61 punti; 2. Francesco Ospedale, 43. 3. Tiziano Nerobutto e Luca Delle Coste, 25; 5. Fabrizio Pardi, 18; 6. Massimo Fasana, 12; 7. Ermanno Caporale, 10; 8. Luigi Capsoni, Vinicio Bertocco, e Gino Vincenzi, 0.

Classe M3: 1. Adriano Salvi, 68 punti; 2. Piergiorgio Barsanti, Rino Righi, 25 punti; 4. Claudio Arena e Bruno Graglia 18; 6. Roberto Nale e Alessandro Meneghetti, 15; 8. Luca Prina Mello, 0.

Classe M4: 1 Federico Ormezzano, 25 punti; 2. Sergio Mano e Fulvio Astesana, 0.

Classe M5: Nicholas Montini, 75 punti: 2. Mario Morando, 33; 3. Riccardo De Bellis e Roberto Giovannelli, 18; 5. Giampaolo Basso, Agostino Iccolti e Marco Bertinotti, 0.

Classe M6: 1. Paolo Nodari, 43 punti; 2. Giancarlo Risso, 40; 3. Gianni Recordati, 37; 4. Roberto Montini e Luigi Alberti, 25; 6. Mauro Mabritto e Marc Laboisse, 18; 8. Silvio Revelli, 12; 9. Pietro Tirone, Alessandro Fontana, Walter Lyveroulaz e Stefano Canova, 0.







Per rendere più interessante ed avvincente la Michelin Historic Rally Cup, la serie è stata divisa in due gironi; per stilare le classifiche saranno presi i due migliori risultati del Girone di Andata ed i due del Girone di Ritorno, cosicché ogni gara può diventare determinante per il successo finale. Il Montepremi finale della Michelin Historic Rally Cup è di oltre 20.000 €; per maggiori chiarimenti vedi il regolamento pubblicato su www.mcups.it




Le sei gare della Michelin Historic Rally Cup sono divise in due gironi:




Girone di andata

Girone di Ritorno




2 marzo

Vallate Aretine (Arezzo)




20 giugno

Rally Lana Storico (Biella)




2 maggio

Rally Campagnolo (Isola Vicentina; Vicenza)




20 settembre

Rally Elba Storico (Marina di Campo, Livorno)




16 maggio

Memorial Conrero (Quincinetto; Torino




17 ottobre

Rally Valsugana (Borgo Valsugana, Trento)