logo rallylink 200

Costenaro e Marchi poker al 6° San Martino Historique

Il duo della Lancia Stratos cambia passo nel secondo giro e firma la quarta vittoria a San Martino precedendo la Porsche 911 di Zanon e Crivellari e la Golf Gti dei Nerobutto.
Il 7° Revival a Pilastro e Savoldelli su Autobianchi A112 Abarth

San Martino di Castrozza (TN), 12 settembre 2015 – E sono quattro! Giorgio Costenaro e Sergio Marchi firmano il poker di vittorie a San Martino di Castrozza realizzando tre successi parziali sulle sei prove disputate, una in meno del previsto causa annullamento del secondo passaggio sulla “Val Malene”; per il duo della Lancia Stratos anche il brivido finale dato dalla rottura del motore proprio sul finire della “Gobbera 2” riuscendo comunque a salire sul palco d'arrivo e festeggiare il successo. Alle loro spalle i padovani Claudio Zanon e Maurizio Crivellaro, molto efficaci con la Porsche 911 RSR, i quali recriminano in parte, per l'annullamento della “Val Malene” che avevano vinto nel primo giro. Il podio viene completato da Tiziano e Francesca Nerobutto, autori di una prova maiuscola con la piccola Volkswagen Golf Gti anche se in parte penalizzati dalla rottura della seconda marcia sin dal primo passaggio sul “Manghen”; per il duo trentino anche la vittoria di 3° Raggruppamento. Con qualche problema che ne ha rallentato in parte la gara, ma comunque soddisfatti, i locali Lorenzo Delladio e Remo Bazzanella si classificano quarti assoluti con la Porsche 911 SC precedendo i veloci Romano Purin e Devid Stroppa anch'essi con la Golf Gti che nel finale ha accusato dei problemi di alimentazione. Scorrendo la classifica assoluta, si evidenziano una volta di più i friulani Luciano e Lorena Chivelli che la spuntano nella classe più piccola, la 2-1150, con la Fiat 127 Sport che portano in sesta posizione assoluta dopo un'avvincente battaglia con la vettura gemella dei fratelli Benetton che chiudono, soddisfatti, in ottava posizione; tra loro la Fiat 131 Abarth di Silvio e Laura Andrighetti.

Chiudono la top ten l'Alpine Renault A110 di Luigi Capsoni e Lucia Zambiasi, primi nel 1° Raggruppamento e la Fiat 131 Racing di Egidio Lucian e Giorgio Fichera. Gara conclusa nonostante

una divagazione che costa loro tre minuti per l'Alfa Romeo Alfetta Gt di Lgianluigi Baghin e Andrea Pavan; chiudono la classifica Federico Mauri e Gianfranco Peruzzi con l'Opel Kadett Gt/e. Ritirati i restanti nove equipaggi, tutti per problemi meccanici, tra i quali l'atteso Matteo Luise in coppia con la moglie Melissa Ferro appiedati da problemi elettrici della Fiat Ritmo 130TC dopo la seconda speciale.

Successo per l'Opel Kadett Gsi di Andrea Montemezzo e Andrea Fiorin nella categoria “Autoclassiche” mentre il 7° Revival di regolarità sport viene vinto dall'Autobianchi A112 Abarth di Adriano Pilastro ed Oscar Savoldelli che regalano una nuova vittoria al Progetto M.I.T.E.; la spuntano dopo un'avvincente sfida durata tutta la gara, per tre sole penalità sulla Golf Gti Volkswagen Golf Gti di Maurizio Senna e Lorena Zaffani e l'altra A112 Abarth di Fausto Margutti e Marco Serafini.