logo rallylink 200

Domani la Mille Miglia a Verona

Grazie all'impegno dell'AC Verona c he ha confermato il passaggio Le vetture arriveranno in Piazza Bra dalle ore 14:30.
Consueta parata di “vip” sulle vetture in gara: da Zanetti a Bastianich.

Dopo l’intenso weekend di “Aspettando La Mille Miglia”, l’Automobile Club Verona prosegue nell’impegno con le auto d’epoca. Giovedì 14 maggio, dalle ore 14:30, Piazza Bra e il centro cittadino saranno animati dal passaggio della Mille Miglia 2015, la rievocazione storica della “corspa più bella del mondo”.

Grazie all’impegno del Presidente AC Verona Adriano Baso e di tutto lo staff, la manifestazione organizzata da 1000Miglia Srl. ha confermato in extremis il passaggio dalla città di Verona, dopo averla esclusa nella prima bozza del percorso. Si tratta di un risultato importante che dimostra ancora una volta l’importanza di Verona nella storia della gara, che nelle ultime edizioni mai aveva mancato di tributare omaggio al capoluogo scaligero.

Le vetture inizieranno ad arrivare in Piazza Bra alle 14:30, con gli appuntamenti oramai consueti del “Tributo Ferrari” e del nuovo “Tributo Mercedes” mentre le vetture della Freccia Rossa saranno in Bra intorno alle 16:30. Il passaggio sarà come di consueto sviluppato intorno alla pedana del controllo timbro allestita sotto alla scalinata di Palazzo Barbieri, grazie alla collaborazione del comune di Verona, sempre sensibile alle manifestazioni dell’Automobile Club Verona.

Le vetture entreranno in città da Via Stanga, per procedere poi in Via Croce Bianca, Corso Milano, Viale Galliano, Stradone Porta Palio, Via Scalzi, Via Marconi, Via Valverde, Corso Porta Nuova e Piazza Bra. Qui i concorrenti entreranno dall’orologio e attraverseranno la piazza in senso orario, uscendo dal lato di Via degli Alpini, contrariamente alla logistica degli ultimi anni.

Da segnalare che prima del passaggio a Verona, il plotone farà tappa anche a Peschiera del Garda, dalle ore 15:30, dove sarà allestito il controllo a timbro precedente rispetto a quello del centro città. Proprio a Peschiera, prima della passerella in Piazzale Betteloni, i concorrenti sosterranno le prime prove cronometrate della manifestazione in via Milano.

Dopo Piazza Bra le vetture proseguiranno per Piazza Cittadella, Via Montanari, Via del Minatore, Circonvallazione Raggio di Sole, Piazzale Porta Nuova e usciranno da Viale Piave in direzione della SS12. L’arrivo della prima tappa, dopo la partenza di Brescia, sarà infatti a Rimini. I concorrenti proseguiranno per Roma venerdì 15, arrivando alla capitale in serata. Sabato 16 la sezione Roma-parma, mentre domenica 17 l’ultima tappa da Parma a Brescia, passando per l’Autodromo di Monza e la Villa Reale della cittadina lombarda, per tributare omaggio all’Esposizione Universale di Milano.

Saranno ben 438 le vetture iscritte, rappresentanti 67 case automobilistiche. Gli organizzatori ammettono che mai come quest’anno si erano raggiunte cifre di questo tipo, a dimostrazione di un affetto e un interesse verso questa rievocazione, giunta alla 33ma edizione, che non conosce crisi.

Immancabile, ovviamente, la carrellata di vip che anche in questa edizione saranno al via della manifestazione. Tutti gli amanti del pallone potranno accogliere lo storico capitano dell’Inter Xavier Zanetti, al via con il numero 297 su una Alfa Romeo Sport Spider del 1954. L’anno di EXPO e del buon cibo porteranno in Bra anche il celebre cuoco della trasmissione Masterchef Joe Bastianich, al via con il numero 200 su una Healey 2400 Silverstone del 1950. Per il pubblico femminile da non perdere David Gandy, celebre modello, in gara con il numero 286 su una Jaguar XK 120 OTS roadster del 1953, mentre per il pubblico maschile sarà la sua pilotessa, la bellissima Jodie Kidd.

Tra le bellissime in gara anche Kasia Smutniak, su una Lancia Ardea del 1939 numero 141 e Martina Stella, su una Lancia Aurelia B20 del 1953 numero 292.

Tra i piloti tanti i nomi chiamati dalle case per fare da testimonial. Bern Maylander, celebre pilota ufficiale della Safety Car nei Gran Premi di F1 poterà in gara con il numero 342 una Mercedes Benz 300 SL del 1955. Jochen Mass, fedelissimo della Mille Miglia, una Mercedes 710 SS del 1930 (numero 50). Presente anche il “mostro sacro” Derek Bell, cinque volte vincitore della 24 Ore di le Mans al via con una Jaguar C-Type del 1953 (numero 259) e Karl Wedlinger su un’altra Mercedes 300 SL del 1955 (numero 337)  . Tra gli italiani l’ex ds Lancia Cesare Fiorio, al via con il numero 217 su una Lancia Aurelia B20 del 1953.

Un po’ di gialloblù in questa Mille Miglia con l’equipaggio formato da Luigi Mion e Roberto Dal Bosco, che con il numero 320 porteranno in gara la loro Jaguar XK 120 OTS Roadster del 1954, la stessa con cui si sono presentati ad “Aspettando La Mille Miglia”.

«Non potevamo rinunciare alla Mille Miglia» ha sottolineato un soddisfatto Adriano Baso, Presidente dell’Automobile Club Verona, «e ci siamo mossi subito per trovare una soluzione quando sembrava che la corsa non sarebbe passata da qui. Siamo orgogliosi di essere riusciti in quella che da molti era stata definita un’impresa impossibile, non solo per il nostro Club, ma anche per la città, che merita i riflettori mediatici che ruotano attorno a questo evento».

«Il successo ottenuto da “Aspettando la Mille Miglia” e dal “Trofeo Luciano Nicolis”» ha aggiunto il Direttore dell’Automobile Club Verona Riccardo Cuomo, «dimostra un’attenzione e una sensibilità verso il mondo dell’auto d’epoca che crescono di anno in anno. Questa volta abbiamo reso protagonista Verona per ben due volte, ma il passaggio della Mille Miglia ruscuoterà senz’alto un’ottima partecipazione di appassionati, anche se quest’anno dovremmo fare i conti con gli orari anticipati, dovuti al percorso rivisitato della manifestazione a causa dell’EXPO di Milano».