logo rallylink 200

Il Sanremo della Squadra Corse Isola Vicentina

“Pedro” e Baggio con le vittorie di categoria portano in alto il nome del sodalizio vicentino; apprensione per l’uscita di strada di “Lucky” e Fabrizia Pons che stanno comunque bene.

Amarezza per i fratelli Zanotto costretti al ritiro nel rally moderno

Isola Vicentina (VI), 13 aprile 2015 – E’ da vedere come un bicchiere mezzo pieno la non facile trasferta della Squadra Corse Isola Vicentina al recente Rally Sanremo; quattro erano gli equipaggi impegnati nel rally storico ed uno nella gara moderna;  solo due sono arrivati al traguardo dopo le due impegnative tappe.

Già dalla prima speciale “San Romolo” del venerdì, arrivano notizie poco confortanti dato che si registra una foratura sia sulla Lancia Delta Integrale di “Pedro” ed Emanuele Baldaccini, quanto sull’esemplare di “Lucky” e Fabrizia Pons con conseguenti pesanti ritardi sugli equipaggi di testa, in particolare per il bresciano che accusa oltre tre minuti. Scatta da quel momento la rimonta e con una serie di ottimi riscontri, la prima tappa si conclude con “Lucky” che riesce a risalire addirittura in seconda posizione assoluta a soli quindici secondi dal leader Musti; notevole anche la prestazione di “Pedro” che recupera posizioni e chiude quattordicesimo. La gara prosegue il giorno dopo, sabato 11, e nel corso dell’ottava speciale accade il fatto che ha tenuto tutti col fiato sospeso: la Delta di “Lucky” esce improvvisamente di strada e nell’impatto sia Gigi che Fabrizia riportano delle conseguenze serie ma che a due giorni dal fatto si possono comunque definire non preoccupanti, visto che il coriaceo pilota già sta pensando al ritorno in gara!

Si continua con la rimonta di “Pedro” che non molla e recupera ancora: alla fine si classificherà quarto assoluto vincendo il 4° Raggruppamento e primeggiando anche tra gli iscritti al Campionato Europeo. In nona posizione assoluta troviamo poi la Lancia Rally 037 di Paolo Baggio e Flavio Zanella che primeggia tra le vetture di Gruppo B e per quanto riguarda la classifica del Campionato Italiano Rally Autostoriche, risultano vincitori del 4° Raggruppamento e punti importanti per la classifica della Serie Nazionale nella quale dovrebbero passare al comando di categoria.

Manca all’appello anche la Porsche 911 S di Emanuele Paganoni e Marco Dell’Acqua che proprio nell’ultimo tratto cronometrato è costretta al ritiro per problemi tecnici, lasciano oltre all’amarezza la prima posizione del 1° Raggruppamento che oramai era consolidata.

Nel rally moderno era molto sentita la prestazione di Williams e Thomas Zanotto in gara con la Renault Twingo iscritta nell’omonimo trofeo; dopo un inizio cauto il duo comincia a prender confidenza con le impegnative speciali sanremesi, ma viene rallentato da un problema alla frizione che li abbandonerà definitivamente nel corso della ronde notturna. Ripartiti col super rally, vengono nuovamente appiedati, stavolta causa dello spingidisco. Nonostante la delusione per l’esito dell’atteso evento, resta per i due fratelli la soddisfazione di aver messo “piede” sulle strade della leggenda.

Nel prossimo fine settimana al Benacvs Rally di Bardolino (VR) sarà al via la Peugeot 106 XSI di classe A5 di Giuliano Ongaro e Claudio Bertoldo, mentre nella regolarità sport dei 500 Minuti si schiereranno l’Opel Mante Gt/e di Matteo e Fabio Grossule e l’Autobianchi A112 Abarth di Gasparini e Marzocchi