logo rallylink 200

Buona la prima per Luigi Cavagnetto a Sanremo

Cavallirio (NO), 13 aprile 2015 – Si conclude al meglio il  Sanremo Rally Storico del copilota Luigi Cavagnetto impegnato sul sedile di destra della Talbot Lotus del compagno di scuderia Federico Ormezzano. Quattordicesimi assoluti con una gara in crescendo e la soddisfazione di dare il ritmo delle note al plurivincitore italiano in una due giorni di gara molto impegnativa.

Seconda gara di campionato italiano e seconda partecipazione per l’esperto piemontese che alle note di Ormezzano porta a termine un Rally di Sanremo che si conferma come sempre tappa impegnativa e dai ritmi serrati. L’equipaggio della scuderia biellese BMT (Biella Motor Team), per la prima volta insieme nell’abitacolo della bellissima Talbot Lotus preparata in gruppo 2 e appartenente alla classe D4, hanno condotto una gara di alto livello, condizionata da problemi ai freni nella prima giornata di gara e culminata con gli ottimi crono assoluti della seconda tappa.

Dopo la risoluzione dei problemi tecnici il duo piemontese aumentava il ritmo in prova e attaccava in maniera costante lungo i tratti da percorrere “tutti d’un fiato” tipici delle strade dell’entroterra sanremese. La classifica finale vedeva così la Talbot Lotus di Ormezzano/Cavagnetto attestarsi in quattordicesima piazza assoluta e in settima di classe D4, la più affollata in assoluto. Soddisfazione da entrambe le parti dunque al termine della trentesima edizione del Sanremo Storico, condotto in maniera efficace e costante e caratterizzato da un feeling crescente nell’abitacolo che si rifletteva sui crono delle speciali.

“ il rally di Sanremo è da sempre uno dei miei preferiti e averlo concluso al fianco di Ormezzano è stato proprio un bel risultato. Dura e selettiva come solo tale gara sa essere, ti porta ad un livello di concentrazione assoluta che non deve mai calare; all’aumentare dei chilometri di prova infatti  aumentava anche il feeling tra me e Federico e con un passo in crescendo attaccavamo sino al termine. La capacità di un pilota del suo calibro di mantenere alto il livello lungo tutta la gara è qualcosa di unico che mi ha permesso di apprezzare al meglio uno dei rally da me più amati. Il mio bagaglio di esperienza si è poi arricchito ulteriormente grazie alla professionalità e simpatia messa in campo dal mio driver, sia in gara, sia durante le fasi preparatorie.” Dichiarava soddisfatto Cavagnetto all’arrivo di Sanremo.