E’ INIZIATO ILCOUNT DOWN PER IL 1° RALLY DELL’EMILIA – UN MESE ALLA GARA

            Tra meno di un mese, il 1° Rally dell’Emilia vivrà la sua prima esperienza e lo farà in terra modenese. Lo staff che organizza ha esperienza da vendere ed il competente gruppo che a lungo ci ha lavorato sopra fino alla sua iscrizione a calendario Csai eccelle in entusiasmo. Un cocktail spumeggiante che saprà soddisfare il palato dei golosi più esigenti. Tre sono gli ingredienti principali: il Rally per auto moderne, quello per le Auto Storiche e la Regolarità Sport. Poi ognuno ci potrà mettere il proprio “spirito” magico per rendere indimenticabile il sapore di questa prima edizione del Rally dell’Emilia.

            La location principale sarà la città di Sassuolo; il tutto avrà inizio sabato 18 maggio 2013 con le verifiche sportive dalle 10.00 alle 14.00 e quelle tecniche posticipate di mezzora e si terranno presso il Centro intermodale Autoporto, in via Emilia Romagna, dove, sarà anche allestito il parco assistenza per le due giornate di gara. In un tratto di strada chiusa al traffico in località San Michele, i concorrenti verificati potranno effettuare lo Shake Down dalle 11.00 alle 15.00, le prove per adattarsi alle vetture da gara.

La partenza del primo concorrente da Piazza della Libertà, nel suggestivo centro storico di Sassuolo, sarà data alle 17.31 di sabato 18 maggio, a seguire un breve tratto di trasferimento per le vie della città e si inizia subito con la prima sfida cronometrata sulla PS1 “Montebaranzone” di 14,700 km al termine della quale i concorrenti torneranno in Sassuolo per il lungo riordino notturno. Un saporito quanto abbondante “rinfresco” con prodotti tipici locali offerto dagli organizzatori intratterrà i protagonisti della kermesse motoristica, permettendoci di ascoltare a caldo i primi commenti.

La ripartenza domenica alle 9,01, poi parco assistenza di 30 minuti e ripetizione della “Montebaranzone”, seguita dalla “Pompeano” di 7,400 Km e successivamente dalla “Renno” 9,100 Km. Nuovo riordinamento questa volta a Pavullo e parco assistenza in Sassuolo e poi il via per la seconda ed ultima tranche di prove sino all’arrivo previsto per le ore 17.30.

LE PROVE SPECIALI

“Montebaranzone” PS1 ore 17.50 del 18/05/2013, PS2 ore 10.08, PS5 ore 14.35: è la prima speciale del rally ed interamente inedita, fortemente voluta dagli organizzatori in quanto parte proprio a ridosso della città di Sassuolo. Facilmente accessibile darà la possibilità agli spettatori di raggiungere, in pochi minuti, numerosi punti spettacolari per assistere alla gara. La prova prevede i primi 10 km di salita sulla provinciale che da Sassuolo porta a Montebaranzone alternando tratti veloci a tratti piacevolmente guidati e, una volta raggiunto il paese inizia un’impegnativa discesa che conduce al fine piesse.

“Pompeano” PS3 ore 11.02, PS6 ore 15.29: questa speciale ripercorre quelle che sono le caratteristiche delle classiche edizione del famoso “Rally di Modena”. La partenza è in discesa dove si affrontano subito alcuni tornanti a gomme fredde impegnando notevolmente i concorrenti, essendo anche molto spettacolari per il pubblico. Si prosegue su di un impegnativo e avvincente falsopiano fino a raggiungere il centro abitato di Pompeano e, una volta oltrepassato si continuerà fino in località Selva alternando tratti pianeggianti a tratti in discesa sino all’arrivo.

“Renno”: PS 4 ore 12.01, PS 7 ore 16.18: la prova è composta da due tipologie e conformazioni stradali; lo start viene dato in via Sassorosso con una sede stradale relativamente stretta ed una discesa veramente spettacolare composta da tratti veloci, guidati e da veri “piloti”. La discesa termina dopo circa 3 km con l'inizio di un tratto pianeggiante e filante che segue il corso del fiume. Dopo circa 1 km si giunge ad un bivio e svoltando a sinistra sulla strada provinciale si inizia un'entusiasmante salita per i veri perfezionisti della guida; “tornantoni” e curve da percorrenze in velocità sono le caratteristiche di questi ultimi 4 km di prova speciale. Facilissima da provare durante le ricognizioni ma altrettanto comoda per il pubblico in quanto dallo start al fine PS ci sono circa 400 metri. Gli organizzatori ci tengono precisare che la scelta della “Renno” al posto della franosa “Niviano” non è da considerarsi come un ripiego ma già nelle loro scelte in tempi ancora non sospetti e di ciò ne sono ampiamente felici in quanto la sfida su questo tratto sarà sicuramente determinante ai fini della classifica.